Premio Puskas, Bale non ci sta: "La mia rovesciata più bella del gol di Salah"

L'attaccante gallese ripensa al Puskas Award: "Sono tutt'ora sorpreso per quella decisione, così il premio continua inesorabilmente a perdere valore".

1k condivisioni 0 commenti

Share

Una prodezza da fenomeno. Lo scorso 26 maggio Gareth Bale ha deciso - insieme a Loris Karius - la finale di Champions League tra Real Madrid e Liverpool. Sul risultato di 1-1, il gallese ha gonfiato la rete con una rovesciata mozzafiato che ha fatto impazzire i tifosi blancos. Poi con un sinistro dalla distanza ha firmato anche il 3-1, aiutato dalla clamorosa papera - la seconda della serata - del portiere tedesco.

Il primo di quei due gol sembrava meritevole del Puskas Award 2018, premio che dal 2009 va al calciatore che ha realizzato il gol più bello dell’anno. Sembrava quasi una decisione scontata visti il peso specifico e la bellezza del gesto tecnico.

E invece lo scorso 24 settembre a trionfare è stato Mohamed Salah grazie al gol segnato contro l’Everton. A distanza di settimane da quell'assegnazione, Gareth Bale è tornato a parlare del Puskas Award a FourFourTwo, manifestando ancora una volta il suo disappunto per non aver ricevuto il premio:

Il suo è sicuramente un grande gol, ma avrei dovuto vincere io. La decisione mi ha sorpreso e mi sorprende tutt'ora, in questo modo il premio continuerà inesorabilmente a perdere valore e credibilità. Il mio gol al Liverpool in finale fu decisamente il migliore

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.