Libertadores a Madrid: Cristiano Ronaldo e Messi insieme in tribuna

Leo ha avuto i biglietti dalla sua Federazione, mentre CR7 li ha chiesti al Real Madrid. Sarà la prima volta che il portoghese torna al Bernabeu dopo la cessione alla Juventus.

255 condivisioni 0 commenti

di

Share

Chissà che cosa avrebbe detto Osvaldo Soriano del pasticciaccio, seguito ai disordini di Buenos Aires, che ha portato la Conmebol a decretare di far giocare il Superclasico, stavolta valevole come gara di ritorno della finale della Copa Libertadores, al Bernabeu di Madrid, migliaia di chilometri dall'Argentina.

Lo scrittore e giornalista argentino, che aveva il calcio nel sangue - Futbol e Pensare con i piedi sono alcune delle sue opere legate al mondo del pallone - avrebbe probabilmente liquidato con una battuta fulminante delle sue una situazione che, soprattutto in Argentina, è vista come paradossale, una sconfitta di tutti che appare sempre più difficile da accettare.

Ancora solo pochi giorni fa, a poco più di una settimana dal match previsto per domenica 9 dicembre alle 20.30, River Plate e Boca Juniors, in due comunicati separati ma congiunti nell'unico obiettivo, si erano detti indisponibili a giocare la finale in Spagna. La parola fine, però, l'aveva messa la Conmebol che il 2 dicembre, per bocca del suo presidente Alejandro Domínguez, ha respinto i tentativi dei due club e ha confermato luogo e data. Una decisione, ha chiarito Domínguez, che è irreversibile, con buona pace di Marcelo Gallardo, tecnico e bandiera dei Millonarios, che ha definito la decisione "una vergogna assoluta".

Libertadoresgetty

Libertadores: Messi e Cristiano Ronaldo vedranno insieme River-Boca

Da giovedì le due squadre saranno dunque nella capitale spagnola, anche se a buona distanza: il River sarà ospiato a Valdebebas, la casa del Real Madrid, il Boca a Las Rozas, il centro tecnico federale a una ventina di chilometri da Madrid. Intanto si è ovviamente scatenata la corsa al biglietto per la partita che nessuno vuole perdere. Tifosi argentini - da tempo sono esauriti anche i voli per Madrid da tutto il Sudamerica, da Buenos Aires a San Paolo, da Lima a Montevideo - appassionati di tutta Europa, semplici curiosi, ma anche giocatori e allenatori un po' da tutto il Vecchio Continente sono alla caccia del "magico" tagliando della Libertadores.

La Federcalcio spagnola (RFEF) sta facendo tutto il possibile per esaudire le migliaia di richieste che le stanno arrivando, tanto che il suo centralino telefonico risulta spesso indisponibile, intasato da oltre una settimana. Chi, naturalmente, ha meno problemi degli altri sono i Vip. As ha reso noto, per esempio, che Lionel Messi e Cristiano Ronaldo dispongono già di regolare prenotazione. Leo ha ottenuto i ticket dalla Federazione argentina, mentre CR7 li ha chiesti al Real Madrid.

Libertadoresgetty

Florentino Perez, nella veste di padrone di casa, ha deciso poi di fare le cose in grande e, anche se i due campioni non hanno chiesto alcun trattamento preferenziale, li ha voluti accanto a sé, nel palco vip del Bernabeu. Per il portoghese che, dopo il match di venerdì allo Stadium contro l'Inter, trascorrerà un weekend a Madrid, si tratterà del primo ritorno nello stadio che lo ha visto protagonista amato e applaudito per nove stagioni, mentre Leo, che giocherà sabato sera nel derby al Cornellà, arriverà nella capitale domenica mattina.

Tevezgetty

Le finali della Copa Libertadores rappresentano uno degli eventi più importanti del calcio mondiale e la presenza in tribuna dei due più grandi campioni del terzo millennio - anche se per la prima volta "orfani" del Pallone d'Oro - non potrà che, Soriano permettendo, dar loro ancora maggior lustro.

Vota anche tu!

Chi vincerà la Copa Libertadores?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.