Serie A, la moviola di Roma-Inter: niente VAR, era rigore su Zaniolo

Rocchi non vede il tocco di D'Ambrosio sul giallorosso, il VAR non lo aiuta. Brozovic ingenuo col braccio: giusto il penalty. Contatto dubbio tra Manolas e Icardi...

108 condivisioni 1 commento

di

Share

All'Olimpico, nel posticipo di Serie A, ha vinto lo spettacolo. Non troppo il VAR, richiamato soltanto in occasione del tocco con il braccio da parte di Brozovic. Non una sera semplice per Gianluca Rocchi, chiamato a dirigere una sfida piena di capovolgimenti di fronte, ripartenze improvvise e contatti dubbi all'interno delle due aree di rigore.

Il primo episodio è nel primo tempo ed è un errore netto. L'arbitro, impallato da Joao Mario, non si accorge del tocco di D'Ambosio su Zaniolo e lascia correre. Pochi minuti dopo l'Inter passa in vantaggio con il destro al volo di Keita: un dettaglio che ha fatto infuriare ancor di più la dirigenza della Roma.

Il VAR viene utilizzato nella ripresa, quando Brozovic devia con il braccio un cross precedentemente spizzato dal colpo di testa di Skriniar. In questo caso on field review e correzione della decisione iniziale: penalty che Kolarov trasforma per il 2-2 definitivo. Nel finale qualche polemica anche su una spallata energica di Manolas ai danni di Icardi. L'argentino stava concludendo a rete.

Serie A, la moviola di Roma-Inter: niente Var, era rigore su Zaniolo

È sicuramente l'errore grave della partita di Serie A. Minuto 36', Zaniolo entra in area e sterza verso l'interno per saltare D'Ambrosio. Il difensore dell'Inter uncina con la gamba sinistra il trequartista giallorosso, che quindi cade a terra. La posizione di Joao Mario impalla l'arbitro che muove due volte la testa nel tentativo di seguire l'azione. Fabbri al Var non ritiene netto il fallo e non richiama Rocchi per rivedere il replay a bordo campo. Il contatto è evidente e meritava il tiro dagli undici metri. 

Altri 36 minuti e Rocchi stavolta ricorre all'on field review (72'). Skriniar spizza di testa un cross allungando il pallone all'indietro: Brozovic allarga volutamente il braccio e colpisce con il gomito. Alla prima interruzione il direttore di gara rivede il gesto del croato e giustamente assegna il penalty. Nulla da discutere. 

Anche l'Inter protesta per un presunto rigore a 5' dalla fine. Icardi viene servito in profondità, sta per calciare, ma non riesce a concludere per via di una spallata veemente di Manolas. Il greco sbilancia l'attaccante, che va giù senza arrivare sul pallone. Per la seconda volta Fabbri non corregge la decisione dell'arbitro in campo. Per Spalletti sarebbe stato giusto il rigore. Una partita di Serie A con tanti gol e ancora più polemiche.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.