Furia Maradona: rissa sfiorata con i tifosi dopo la sconfitta

L'allenatore argentino perde la finale promozione con i suoi Dorados e risponde agli insulti dei tifosi dell'Atletico San Luis: spintoni e manate, interviene la sicurezza.

162 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ancora una volta in copertina, e non per una vittoria. L'ultimo episodio che vede protagonista Diego Armando Maradona arriva dal Messico. Galeotto fu un filmato di pochi secondi che mostra il Pibe de Oro visibilmente su di giri al termine della finale di ritorno persa per 4-2 dai suoi Dorados de Sinaloa contro l'Atletico San Luis, costati al team allenati dall'ex stella del calcio mondiale il pass per accedere alla massima serie del calcio messicano. Vanificato il successo per 1-0 ottenuto dai Dorados nella partita di andata e nervi tesi nel postpartita.

Maradona, espulso nella partita di andata, ha assistito al ko dei suoi dalla tribuna, dando indicazioni al suo staff attraverso un walkie-talkie. Strategia vana ai fini del risultato. Oltre all'amarezza per la sconfitta, che ha privato i Dorados di un traguardo ben oltre le più rosee aspettative di inizio stagione, l'allenatore argentino ha dovuto anche incassare pesanti insulti da parte del tifo di casa. Un escalation di offese, culminate nella reazione da parte di Diego.

Succede tutto all'uscita dallo stadio: Maradona subisce per l'ennesima volta i cori di scherno della tifoseria di casa, a sua volta in festa per la promozione dell'Atletico San Luis. L'ex calciatore del Napoli a questo punto reagisce. Si allontana dalla scorta e prima replica con le parole agli insulti, poi cerca di colpire con un paio di manate qualcuno nel gruppo dei tifosi avversari che lo stava offendendo, colpendo un cameraman intento a filmare la scena. A evitare che la situazione possa degenerare sono gli uomini della sicurezza.

Maradona e la furia dopo la finale persa: quanti episodi dal suo arrivo in Messico

La sconfitta contro l'Atletico San Luis ha per Maradona il sapore dell'impresa mancata. L'allenatore argentino aveva assunto la guida dei Dorados con il club tredicesimo in classifica e ha spinto la squadra a un passo dalla massima serie messicana. L'episodio maturato al termine della finale di ritorno non rappresenta di certo il modo migliore per archiviare una stagione che ha "rischiato" di scrivere la storia per il Dorados e, nel suo piccolo, per la carriera da allenatore del Pibe de Oro.

Atletico San Luis-Dorados 4-2: Maradona festeggia un gol della sua squadra in tribunaGetty Images
Atletico San Luis-Dorados 4-2: Diego Armando Maradona festeggia un gol della sua squadra

Maradona è arrivato sulla panchina dei Dorados a inizio settembre 2018. In appena tre mesi, "El Diego" ha fatto parlare di sé per diversi episodi che l'hanno visto protagonista, dentro e fuori dal campo. In principio era stata la sua salute a preoccupare, complici alcuni filmati che lo ritraevano zoppicante mentre guidava gli allenamenti, poi è venuto fuori anche il lato più goliardico del campione argentino. Balli e canti nello spogliatoio dopo una vittoria, seduto in panchina con il suo smartphone mentre la sua squadra giocava o in grado di far attendere i propri interlocutori per quasi 15 secondi prima di rispondere a una domanda nel corso di un'intervista. Ora Maradona è tornato in copertina per una finale: senza lieto fine, ma con nervi tesi dopo il triplice fischio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.