Serie A, le pagelle di Milan-Parma 2-1: brillano Kessié e Cutrone

Gli uomini di Gattuso trovano un'importante vittoria in rimonta che li spinge momentaneamente al quarto posto. Protagonisti gli autori dei gol.

301 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il lunch-match domenicale del 14esimo turno di Serie A propone l'interessantissima sfida tra il Milan quinto in classifica con 22 punti e il sorprendente Parma, sesto e distante due punti dai rossoneri. Gattuso deve fare i conti con assenze importanti (Caldara, Bonaventura, Romagnoli, Musacchio, Biglia e lo squalificato Higuain) e nel consueto 4-3-3 schiera Abate al centro della difesa e José Mauri in mediana con Cutrone centravanti. Il Parma risponde con le velocissime ali Biabiany e Gervinho in supporto a Inglese e Scozzarella in regia.

Le due squadre partono fortissimo, con gli ospiti che cercano di mettere in difficoltà il Milan con un pressing costante. Con il passare del tempo però i rossoneri prendono il controllo del campo e della gara ma senza mai riuscire a rendersi effettivamente pericoloso e anzi esponendosi ai contrattacchi avversari in due occasioni: al 10' Barillà controlla male un pericoloso cross rasoterra di Biabiany, al 36' Gagliolo spedisce di testa a lato la migliore occasione del primo tempo. Tra queste due occasioni un dominio sterile del Milan, che si fa vedere soprattutto con il solito Suso - 4 gol e 8 assist in Serie A per lui fino a oggi.

Il secondo tempo inizia con un'incredibile serie di fuochi d'artificio: al 49esimo il Parma passa in vantaggio con Inglese, pescato in area da un corner calciato da Scozzarella, 5 minuti dopo Cutrone recupera un pallone e lo cede a Suso, il cui tiro è respinto dalla difesa. Sulla palla però si avventa ancora Cutrone che trova l'1-1 con un pregevole tiro al volo di destro. Il Milan prende coraggio, l'ingresso di Borini e il conseguente passaggio al 4-4-2 ha dato nuova verve alla squadra: su un cross di Calhanoglu Bastoni colpisce ingenuamente il pallone con le mani, l'arbitro Calvarese assegna il rigore dopo aver consultato il VAR e Kessié - sesto penalty realizzato su sette in Serie A - porta il Milan in vantaggio.

Serie A, il Milan si affida a CutroneGetty Images

La partita si infiamma, il Parma cerca di rendersi pericoloso ma si espone fatalmente ai contrattacchi del Milan che quando mancano una decina di minuti alla fine fallisce due nette occasioni per chiudere la gara prima con Kessié e poi con Cutrone. La partita resta viva e interessante, e subito dopo la seconda palla-gol mangiata dai rossoneri gli ospiti sfiorano il pareggio con un inserimento di Grassi che però è impreciso nel tocco che potrebbe superare Donnarumma.

Il finale è teso e vede numerosi ribaltamenti di fronte ma nessuna occasione nitida per il Parma, al contrario di un Milan che spreca diversi contropiedi. Dopo 6 minuti di recupero Calvarese fischia la fine di una partita avvincente che Gattuso e i suoi vincono grazie a un gol arrivato su un'ingenuità avversaria ma comunque con merito: nonostante le numerose assenze e la stanchezza accumulata in Europa League giovedì i rossoneri la spuntano su un Parma che si conferma squadra di alto livello e rilanciano le proprie ambizioni di alta classifica.

Serie A, le pagelle di Milan-Parma

Milan (4-3-3): G. Donnarumma 6; Calabria 6, Abate 6,5, Zapata 6,5, Rodriguez 6; Kessié 7,5, Bakayoko 7, Mauri 5,5 (53' Borini 7); Suso 7 (88' Castillejo SV), Cutrone 7,5, Calhanoglu 6.

Parma (4-3-3): Sepe 6; Iacoponi 6, Bruno Alves 5,5, Bastoni 5, Gagliolo 6; Grassi 5,5 (83' Ceravolo SV), Scozzarella 6,5 (78' Stulac 5,5), Barillà 6; Biabiany 7, Inglese 6,5, Gervinho 5 (62' Ciciretti 5,5).

I migliori

Franck Kessié - 7,5

Ogni tanto mostra qualche limite tecnico, non sempre è lucido nella giocata, ma se non fosse per questo probabilmente sarebbe il migliore nel ruolo in Serie A perché per il resto è inattaccabile: generoso, inesauribile, agisce in ogni zona del campo e trascina la squadra con le sue sgroppate e il suo piglio battagliero. Si conferma inoltre molto freddo dal dischetto, calciando alle spalle di Sepe un pallone pesantissimo.

Patrick Cutrone - 7,5

Non è facile sostituire uno come Gonzalo Higuain, neanche se ti chiami Patrick Cutrone e ti sei già preso un pezzo di Milan a soli vent'anni grazie a grinta, coraggio e determinazione nel cercare il gol. Il baby-bomber rossonero segna il gol del pareggio pochi minuti dopo il vantaggio del Parma, rimettendo in carreggiata la gara, e lo fa alla sua maniera, prima recuperando un pallone e poi caparbiamente inseguendolo per spedirlo poi in porta con un gesto tecnico peraltro non banale. Come nel caso di Kessié a volte arriva qualche errore in fase di impostazione e controllo della sfera, difetti che però scompaiono di fronte alla costanza con cui questo ragazzo incide nella partita.

Tiémoué Bakayoko - 7

L'impressione è che al Chelsea abbiano giudicato troppo frettolosamente questo colosso francese, un rischio che abbiamo corso anche in Italia dopo un avvio stentato. Invece Bakayoko è cresciuto di partita in partita e contro il Parma ha letteralmente giganteggiato a centrocampo grazie a qualità fisiche straordinarie ma anche a buone capacità di lettura della gara. Alla distanza potrebbe diventare uno dei colpi in entrata della stagione in tutta la Serie A.

Tiémoué Bakayoko in azione contro il ParmaGetty Images

I peggiori

Gervinho - 5

Quando è in giornata è un calciatore straordinario, che spesso porta gli addetti ai lavori a domandarsi per quale motivo l'ivoriano non abbia avuto una carriera più prestigiosa. Il motivo è da ricercarsi in giornate come questa: apparso poco ispirato, Gervinho non ha mai dato neanche l'impressione di volerci provare seriamente finendo per essere contenuto facilmente dalla difesa rossonera.

Alessandro Bastoni - 5

Spiace punire un ragazzo dall'avvenire sicuro e che fino a oggi si è rivelato uno dei punti di forza del Parma di D'Aversa, ma se i gialloblù cadono a San Siro è a causa di un rigore che Calvarese concede al Milan dopo l'ingenuo tocco di mano del difensore di proprietà dell'Inter, che di fatto consegna ai rossoneri la palla della vittoria.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.