Ibrahimovic presenta il suo Dream Team: il centravanti è lui!

Lo svedese indica i calciatori più forti con cui ha giocato. L'amico Maxwell è titolare, in rosa c'è anche Gattuso, che potrebbe essere il suo prossimo allenatore.

249 condivisioni 0 commenti

di

Share

Archiviata la stagione in chiaro-scuro di MLS con i Los Angeles Galaxy - la squadra ha mancato i play-off, ma lui ha collezionato 22 gol in 27 partite - Zlatan Ibrahimovic si prepara a un mese di gennaio che si preannuncia molto intenso. Lo svedese, 37 anni compiuti lo scorso 3 ottobre, ha dimostrato in America di essere un calciatore ancora integro e capace di fare a suo modo la differenza e sarà sicuramente al centro delle trattative di gennaio.

Su Ibrahimovic è da tempo presente il Milan, che punta su di lui per aggiungere tecnica e personalità a una rosa protagonista fino a qui di un cammino altalenante. L'arrivo dello svedese a Milanello, fosse anche solo per un prestito di sei mesi in attesa dell'inizio della nuova stagione di MLS, darebbe a mister Gattuso nuove soluzioni offensive e inoltre potrebbe aggiungere quella spavalderia, quella sicurezza nei propri mezzi, che a Ibra non sono mai mancate.

L'ultima dimostrazione arriva su Instagram, dove lo straordinario ex-bomber di Ajax, Juventus, Inter, Barcellona, Milan, PSG e Manchester United si è divertito a stilare il suo personale Dream Team, composto da quelli che sono a suo parere i migliori calciatori con cui abbia mai giocato nel corso di una carriera ventennale. In questa "squadra ideale" spiccano la presenza dell'eterno amico Maxwell nel ruolo di terzino sinistro e soprattutto il nome a cui è affidato il ruolo di centravanti, che è naturalmente lo stesso Ibrahimovic.

Ibrahimovic con la maglia dei Los Angeles GalaxyGetty Images

Ibahimovic, su Instagram il suo Dream Team: il bomber è lui

La squadra, presente anche nel suo nuovo libro "I am Football", è composta da quelli che Ibra reputa i migliori con cui ha giocato in carriera e per questo non deve stupire - come invece ha fatto in molti media - la mancata presenza di Cristiano Ronaldo, che con lo svedese non ha mai condiviso la maglia di un club nello stesso momento.

Spicca semmai, ma non troppo conoscendo Ibrahimovic, la presenza come terzino sinistro del brasiliano Maxwell, con i suoi 37 trofei vinti in carriera uno dei calciatori più vincenti della storia ma certo non un campione determinante o decisivo: i due diventarono amici quando entrambi militavano nell'Ajax, a inizio carriera, un rapporto speciale e un affetto che il bomber svedese non ha mai nascosto.

Spiegata così la presenza di Maxwell, il resto del team non è particolarmente sorprendente: Buffon in porta, Thuram terzino destro, coppia di centrali composta da Alessandro Nesta e Thiago Silva, mediana con Xavi in regia e gli stantuffi Vieira e Nedved. In attacco lo stesso Ibrahimovic nel ruolo di centravanti affiancato da Lionel Messi e Ronaldinho.

Lo svedese ha stilato anche una panchina, dove il portiere di riserva è Julio Cesar - scelto all'ultimo al posto del cancellato De Gea - e poi sono presenti Cannavaro, Iniesta, Seedorf e Gattuso. Proprio quest'ultimo, da calciatore al Milan con Ibra dal 2010 al 2012, potrebbe presto essere il suo nuovo allenatore: dipende tutto dal club rossonero, a cui è affidato il compito di riportare nel calcio che conta - con tutto il rispetto per la MLS - uno dei suoi più grandi interpreti degli ultimi anni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.