Serie A, la moviola di Fiorentina-Juventus: Orsato amministra bene

Orsato, anche con l'ausilio del VAR, amministra bene una partita delicata. Giusto non concedere il rigore alla Juve nel primo tempo. Regolare il gol di Chiellini.

153 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Juventus sbanca il "Franchi" imponendosi con un netto 0-3 siglato dalle reti di Bentancur, Chiellini e Cristiano Ronaldo. Un successo che lancia i bianconeri a quota 40 punti nella classifica di Serie A; momentaneamente a +11 dal Napoli che giocherà domani contro l'Atalanta a Bergamo e a +12 dall'Inter impegnata, invece, nel posticipo contro la Roma all'Olimpico. Una vittoria dal peso specifico molto rilevante. Dunque.

Tre punti che la Juventus ha conquistato al termine di una partita comunque tirata, che la Fiorentina ha giocato comunque con orgoglio e rimanendo in gara almeno fino al raddoppio di Chiellini arrivato al 69'. Una sconfitta che, però, in casa viola lascia amaro in bocca tanto per la rivalità con la Vecchia Signora, ma soprattutto perché la squadra di Pioli è a secco di vittorie da ormai due mesi in Serie A.

L'ultima risale al 30 settembre, quando i viola s'imposero sull'Atalanta. Poi due sconfitte e cinque pareggi. Una sconfitta che in casa gigliata ha mosso anche qualche polemica per l'arbitraggio del signor Daniele Orsato della sezione di Schio. Polemiche inerenti soprattutto al gol del raddoppio della Juventus, quello siglato da Giorgio Chiellini. Orsato e i suoi assistenti, però, vedono bene. Al momento del tocco di Cuadrado, infatti, il difensore di Allegri è in gioco. Non commette irregolarità nemmeno Ronaldo che parte dietro all'ultimo difensore viola e non sembra commettere fallo su Fernandes. 

Serie A, Orsato senza sbavature in Fiorentina-Juventus

Il primo episodio controverso della partita arriva al 24' del primo tempo: De Sciglio arriva sul fondo e mette al centro un cross basso, Biraghi interviene in scivolata e la palla carambola sul braccio del difensore della Fiorentina. Orsato opta per andare a rivedere l'azione al VAR e dopo il consulto decide di non concedere il rigore. La decisione appare corretta in quanto il pallone carambola prima sul gluteo di Biraghi e solo dopo tocca il braccio. 

Al 79' arriva, invece, il rigore per la Juventus. Orsato non ha dubbi e non ricorre nemmeno al var. Il silent check con Massa conferma la decisione del campo. Mandzukic prova il cross al centro, Edmilson Fernandes tocca col braccio destro che è staccato dal corpo. Il centrocampista di Pioli protesta, dice che il pallone ha toccato prima la coscia e poi il braccio. Vero, ma il tocco è impercettibile e non cambia la direzione del pallone e il braccio è molto largo. 

Buona la direzione di Orsato in questa partita valida per la 15a di Serie A. L'arbitro di Schio è corretto anche nella distribuzione dei cartellini gialli. Forse, però, ne manca uno per Ronaldo al 17', quando interrompe una ripartenza della Fiorentina commettendo fallo su Simeone. Il portoghese protesta un po' al 28', quando chiede il rigore per un contatto con Pezzella, ma la giocata del difensore viola appare troppo soft per essere passibile della massima punizione. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.