Liga, altro 2-0 per il Real Madrid: battuto il Valencia al Bernabeu

I blancos danno seguito alla vittoria contro la Roma, la figuraccia con l'Eibar è alle spalle: apre l'autogol di Wass, chiude Lucas Vazquez. Dieci minuti per Isco.

314 condivisioni 0 commenti

di

Share

Martedì in Champions League, stasera in Liga: il Real Madrid si regala due vittorie per cancellare del tutto lo scivolone di Ipurua. È trascorsa una settimana dal fragoroso 3-0 in casa dell'Eibar: i blancos hanno rimesso insieme i cocci e gli effetti si vedono. Dopo il 2-0 all'Olimpico contro la Roma, al Bernabeu l'undici di Santiago Solari supera con lo stesso risultato il Valencia. Ecco, probabilmente il risultato è il vero fattore che può rendere soddisfatto il tecnico argentino. Oltre a un primo tempo dai contenuti importanti: per il resto, poca brillantezza.

A fare la differenza contro i Pipistrelli di Marcelino, reduci da due vittorie consecutive in Liga, è soprattutto un autogol: quello sfortunato di Daniel Wass. Dopo appena 8 minuti, il danese ex Celta Vigo devia nella propria porta il cross di trivela di Dani Carvajal. Per la rete che chiude i conti, bisognerà aspettare il finale di partita.

All'83' è Lucas Vazquez a firmare il suo secondo gol consecutivo: come già contro la Roma, lo spagnolo completa il tabellino grazie al 95° assist in maglia blanca per Karim Benzema. Il francese non trova la gioia personale, ma è il vero trascinatore di un Real Madrid ancora non troppo convincente. A inizio ripresa, in particolare, il Valencia ha rischiato in più occasioni di pareggiare i conti: la difesa guidata da Sergio Ramos ha fatto scorrere qualche brivido di troppo lungo la schiena di Courtois. Ma alla fine, a festeggiare sono i madrileni.

Liga, Solari convoca Isco dopo la tribuna contro la Roma: per lo spagnolo solo 10 minuti nel finaleGetty Images
In tribuna a Roma, in panchina con il Valencia: per Isco solo 10 minuti nel finale

Liga, il Real Madrid rivede la zona Champions League

Con la vittoria contro il Valencia, i blancos agganciano momentaneamente l'Alaves al quarto posto: 23 punti per entrambe, con i baschi che se la vedranno domani contro il Siviglia capolista. La prima della classe è (per ora) a tre punti, Barcellona e Atletico Madrid (anche loro con una partita ancora da disputare) rispettivamente a due e una lunghezza: di lavoro da compiere per Solari ancora ce n'è, ma i risultati finora sono dalla sua. Nelle prime 7 partite da allenatore della prima squadra, l'ex Inter ha centrato 6 vittorie: quasi en plein.

L'altra notizia di serata è il ritorno in campo di Isco. Certo, solamente per dieci minuti nel finale. Dopo averlo spedito in tribuna a Roma, Solari fa accomodare in panchina il centrocampista spagnolo. Al 79' lo chiama in causa, ma solamente dopo aver fatto entrare Asensio e il baby Valverde. Troppo poco per parlare di crisi risolta, il rapporto tra il genietto della Nazionale spagnola e il tecnico argentino continuare a far discutere. In casa Valencia, dopo due vittorie consecutive in Liga, Marcelino fa i conti con due ko: prima la Juventus in Europa, poi il Real. Ma la zona Europa League - distante quattro punti - rimane alla portata.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.