Cristiano Ronaldo, non c'è pace: nuove accuse nel caso Mayorga

Il Der Spiegel lancia nuove indiscrezioni sul conto di CR7. Secondo il magazine tedesco Cristiano avrebbe risposto in modo contraddittorio a due questionari a distanza di quattro mesi.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Nonostante i gol, il ruolo da protagonista assoluto che si è ritagliato nella Juventus, i risultati della squadra, non è un momento del tutto felice per Cristiano Ronaldo. Il campione è alle prese con le accuse di violenza sessuale mosse nei suoi confronti da Kathryn Mayorga. La donna americana, oggi 34enne, all'epoca dei fatti, nel 2009, era fresca di laurea in giornalismo e lavorava come ragazza immagine.

Proprio in un locale molto alla moda di Las Vegas, il "Rain", conosce Ronaldo che -secondo la versione della Mayorga- l'avrebbe invitata nella sua camera del "Palms Casino Resort" e lì costretta ad avere un rapporto sessuale forzato. Una versione che l'attaccante della Juventus ha sempre smentito con forza, già all'epoca dei fatti, parlando con i suoi avvocati di "rapporto frettoloso, brusco, ma consenziente".

Ma ora il magazine tedesco Der Spiegel, che per primo gettò luce sulla vicenda, muove nuove accuse al campione portoghese, citando in particolare due questionari presenti tra i documenti dell'inchiesta. Questionari che hanno date diverse ma entrambi dell'anno 2009. Quello del presunto stupro. Uno è dell'agosto di quell'anno, l'altro di dicembre. In questi test Cristiano Ronaldo offrirebbe risposte discordanti tra loro e a conferma di ciò ci sarebbero delle mail tra i legali del calciatore. Ma lo staff di avvocati che segue la vicenda per CR7 sostiene che parti fondamentali di questi documenti siano state manipolate. 

Ronaldo, nuove accuse dallo SpiegelGetty Images

Cristiano Ronaldo, nuove accuse da Der Spiegel

Il Der Spiegel cita un documento di 41 pagine denominato "domande per il cliente" inviato dallo studio legale Lavely&Singer all'avvocato portoghese di Cristiano Ronaldo: Carlos Osorio de Castro. Questo documento sarebbe stato inviato una prima volta nel mese di agosto, poi una seconda a dicembre. Nel lasso di tempo di quattro mesi, però, le risposte ad alcune domande sarebbero differenti. 

Alla domanda "che cosa hai detto tu e cosa ha detto la signora C", la risposta data nel mese di agosto sarebbe stata questa: "Ha detto che non era appropriato fare sesso visto che ci eravamo appena incontrati, ma anche così ha afferrato il mio...". Invece, a dicembre, Ronaldo avrebbe risposto alla stessa domanda con: "La signora C ha afferrato il mio...". Alla domanda "La signora C ha alzato la voce o ha urlato?", l'ex Real risponderebbe la prima volta in questo modo: "Ha detto no e si è fermata diverse volte"; mentre nel mese di dicembre la risposta si tramuterebbe in un secco "No".

Il Der Spiegel non si ferma e pubblica una terza domanda con due risposte differenti tra agosto e dicembre. La questione posta è la seguente: "La signora C ha detto qualcosa dopo aver avuto rapporti sessuali?". La prima risposta sarebbe questa: "Stronzo, mi hai costretta io non sono come gli altri e io dissi "mi dispiace". Mentre a dicembre ancora un semplice: "No". Una vicenda intricata che conosce una nuova puntata. Una vicenda su cui Ronaldo sta mantenendo il massimo riserbo, lasciando tutto in mano ai suoi legali. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.