Calciomercato Juventus, occhi sui golden boys: tre nomi per il futuro

La società bianconera studia le mosse per compiere un ulteriore salto di qualità. de Ligt e Isco in cima alla lista degli acquisti, per il centrocampo il nome forte è Pogba.

503 condivisioni 0 commenti

di

Share

Giovani, forti e con un futuro ancora da scrivere. La Juventus ha individuato con precisione il target dei suoi potenziali rinforzi in vista delle prossime sessioni di calciomercato: vuole gente che possa essere subito utile alla causa ma, contestualmente, che abbia ancora margini di crescita da poter mettere a disposizione del club bianconero. Per questo, nonostante l'addio di un pezzo da novanta come Beppe Marotta, la dirigenza juventina non intende farsi cogliere impreparata in vista della riapertura delle trattative. Gennaio sarà l'occasione per sondare molteplici terreni, in attesa di tentare l'affondo l'estate prossima.

Certo, non sarebbe male strappare magari qualche promessa in previsione di ciò che verrà nella stagione 2019/20, come per esempio sembra fare la Roma con la sua imminente missione in Olanda, nella quale Monchi cercherà di bloccare due giocatori presenti da diverso tempo anche sulla lista della spesa della Juventus. Se però per Donny Van de Beek la pista sembra essersi ultimamente raffreddata un pochino, i bianconeri non vogliono assolutamente mollare la presa su Matthijs de Ligt.

Il giovane centrale olandese è considerato uno dei migliori prospetti difensivi del calcio mondiale e, pur essendo un classe 1999, ha già maturato parecchia esperienza tra i professionisti. Il merito? Sicuramente degli ultimi allenatori che si sono succeduti sulla panchina dell'Ajax, diversi nella loro proposta di gioco ma assolutamente concordi sul fatto che a uno come de Ligt difficilmente si possa rinunciare. Inoltre, il 19enne dei Lancieri si è messo in mostra anche in Champions League e si è conquistato una maglia da titolare con Ronald Koeman in nazionale. Insomma, un predestinato. E, come tutti i profili simili al suo, con un cartellino che lo rende avvicinabile da pochissime pretendenti.

Matthjis De Ligt, 19enne difensore dell'AjaxGetty Images

Calciomercato Juventus, de Ligt primo obiettivo per la difesa

Per questo l'eventuale trattativa andrà pensata e analizzata con cura. Poco tempo fa il Manchester City ha provato a chiedere informazioni all'Ajax per un'eventuale cessione del ragazzo durante la scorsa sessione di calciomercato. La risposta dei Lancieri è stata secca: 75 milioni. La stessa cifra che, nelle scorse settimane, è stata richiesta al Barcellona, club col quale l'Ajax avrebbe un corridoio preferenziale tanto da aver già imbastito una mezza trattativa che comprenderebbe, oltre a de Ligt, anche il cartellino di Frenkie de Jong per una somma complessiva di 140 milioni di euro.

La Juventus comunque vuole farsi trovare sul pezzo: de Ligt, inserito dal quotidiano Tuttosport al quarto posto della classifica del Golden Boys (premio che il quotidiano riserva ai migliori under 20 del momento), rimane l'obiettivo numero uno per rinforzare il pacchetto difensivo bianconero.

Paul Pogba in azione col Manchester UnitedGetty Images

A centrocampo pronto l'affondo per Pogba, ma c'è anche il Barcellona

Non è più un "golden boy" nel vero senso del termine, ma a Torino lo ricordano con affetto e non vedono l'ora di riabbracciarlo. Ovviamente parliamo di Paul Pogba, tassello individuato dalla dirigenza juventina per mettere quantità e qualità nel reparto mediano della squadra. A Massimiliano Allegri non dispiacerebbe riavere a disposizione il centrocampista francese e, facendo leva sulla sua situazione delicata con il Manchester United, la società starebbe pensando di riportarlo a casa durante la prossima sessione estiva di calciomercato.

Pogba è ai ferri corti con Mourinho e sicuramente partirà a giugno. I rapporti col tecnico portoghese sono sempre stati tesi, una stima che non si è mai sviluppata a causa anche dell'utilizzo del francese in un ruolo a lui non congeniale. Certo, bisognerà comunque fare i conti con tre fattori molto importanti.

Il primo riguarda il costo del cartellino, dato che i Red Devils non intendono di certo regalare il giocatore. In secondo luogo, va analizzato l'eventuale impatto dell'ingaggio che Pogba percepirebbe eventualmente alla Juventus, perché se è vero che il cartellino ha perso di valore rispetto a quando il giocatore percorse la tratta opposta, è altrettanto pacifico che oggi - da elemento affermato - pretenda di più a livello di stipendio. Infine, va considerato l'eventuale inserimento di altre pretendenti, Barcellona in prima fila.

Qualità e imprevedibilità per l'attacco: pronto l'assalto a Isco

Resta da sviscerare il discorso legato al reparto offensivo. Se De Ligt e Pogba rappresentano due pezzi da novanta per difesa e centrocampo, davanti serve un elemento in grado di spaccare le partite. Per questo la situazione di Isco in quel di Madrid stuzzica, e non poco, la Juventus. I bianconeri seguono il 26enne spagnolo da almeno un paio di anni, ma le ripetute panchine messe insieme quest'anno (prima con Lopetegui e adesso con Solari) rappresentano il punto di rottura definitivo tra il malagueño e le merengues.

Così Isco può diventare il colpo di mercato offensivo per una Juventus che, nei prossimi anni, vuole dominare anche in Europa. Isco piace a tanti e ha un estimatore molto particolare in Pep Guardiola, che vorrebbe portarlo al Manchester City per coinvolgerlo in un progetto tecnico importante, nel quale l'ex canterano del Malaga potrebbe trasformarsi in un giocatore totale alla David Silva.

Per contro, alla Juventus un giocatore del genere difficilmente scalderebbe la panchina e, visti gli ultimi anni madrileni, questo è un fattore da non sottovalutare. Il prezzo è uguale per tutti: sotto i 60 milioni il Real non si siede nemmeno a trattare, pur consapevole che il giocatore dovrà per forza essere venduto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.