Champions League, pagelle Roma-Real Madrid: harakiri Ünder-Fazio

La Roma, con la qualificazione in tasca, si auto-nega il sogno primo posto: gli errori del turco e dell'argentino spianano la strada ai blancos.

133 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Come mettersi il bastone tra le ruote, anche in Champions League. Una capacità in negativo con cui la Roma di Eusebio Di Francesco continua a fare i conti. Contro il Real Madrid, i giallorossi gettano alle ortiche un primo tempo piuttosto convincente. Prima ci pensa Cengiz Ünder a divorarsi un gol praticamente già segnato, poi è Federico Fazio a regalare il gol del vantaggio a Gareth Bale. Un uno-due terrificante, interrotto solo dall'intervallo. E che spiana la strada al successo dei blancos: i campioni in carica vincono 2-0, al gallese fa eco la prima rete stagionale di Lucas Vazquez.

Il bicchiere mezzo pieno per la Roma era arrivato già prima del fischio d'inizio: con il successo esterno del Viktoria Plzen, in casa del CSKA Mosca, sia i giallorossi che le merengues si erano assicurate la qualificazione matematica agli ottavi di Champions League. In ballo all'Olimpico c'era però una fetta importante del primo posto nel Gruppo G: un onore che prende la via di Madrid.

Dopo il ko in campionato contro l'Udinese, un altro passo falso per l'undici di Di Francesco. Sulla carta meno inaspettato e meno doloroso, anche se il Real sbarcato all'Olimpico non è certo stellare: i problemi di fluidità del gioco della formazione di Santiago Solari si vedono tutti, soprattutto finché la partita è rimasta in perfetto equilibrio. Nel momento in cui la Roma si è liquefatta, sotto i colpi dei suoi stessi errori, Bale e compagni hanno poi gestito in scioltezza l'incontro. Il prossimo appuntamento, mercoledì 12 dicembre in casa del Viktoria Plzen, diventa ora per i capitolini totalmente ininfluente. 

Champions League, il Real Madrid supera la Roma grazie a Bale e Lucas VazquezGetty Images
Bale-Lucas Vazquez e il Real Madrid espugna l'Olimpico

Champions League, le pagelle di Roma-Real Madrid

Roma (4-2-3-1): Olsen 6.5; Florenzi 5.5, Manolas 5.5, Fazio 4.5, Kolarov 6; Nzonzi 5 (64' Coric 5.5), Cristante 5.5; Ünder 4.5, Zaniolo 6.5 (69' Karsdorp sv), El Shaarawy sv (22' Kluivert 5.5); Schick 5. Allenatore: Eusebio Di Francesco 5.

Real Madrid (4-3-3): Courtois 6.5; Carvajal 6, Varane 6.5, S. Ramos 6, Marcelo 6; Modric 6 (80' Valverde 6), Llorente 6, Kroos 6; L. Vazquez 6.5, Benzema 6.5 (77' M. Diaz sv), Bale 7 (84' Asensio sv). Allenatore: Santiago Solari 6.

I migliori

Bale 7

Terzo gol in questa Champions League, il 20° totale nella competizione: mentre in Liga il gallese non segna dal 1° settembre, in Europa continua a macinare numeri importanti. La sua partita non è per nulla entusiasmante, finché Fazio non gli consegna il pallone dell'1-0. Poi regala sprazzi di classe, compreso il cross che innesca il raddoppio di Lucas Vazquez. 

Benzema 6.5

Non segna, ma come Bale si accende nella ripresa. E inoltre il gol di Vazquez è almeno al 75% merito suo: sul lob di Bale, stacca come un vero ariete e serve al compagno d'attacco il classico pallone sul vassoio d'argento.

Zaniolo 6.5

Il migliore della Roma, di molto anche. Esce con i crampi dopo 69 minuti e incassa gli applausi dell'Olimpico. Il più giovane di tutti - appena 19 anni - dà una lezione indiretta ai propri compagni di squadra. Aveva esordito in giallorosso proprio al Santiago Bernabeu, stasera dimostra di possedere una maturità già notevole.

I peggiori

Ünder 4.5

Il pallone sparato alle stelle a fine primo tempo spegne definitivamente il suo incontro. Un errore clamoroso, quello che il turco commette a porta sguarnita. Dopo un primo tempo peraltro molto positivo. Mentalmente non si riprende più fino al triplice fischio.

Fazio 4.5

Nel primo tempo, uno dei migliori. Appena inizia la ripresa, entra in modalità autosabotaggio: prima scarica un pallone indolente verso Olsen, poi trasforma il rinvio a campanile del suo portiere in un assist perfetto per Bale. Un errore diverso come modalità, ma concettualmente simile a quello commesso nel derby del 29 settembre. Solo che stavolta non c'è il gol segnato a riscattarlo.

Nzonzi 5

Al contrario di Zaniolo, il francese esce dal campo nella ripresa tra una selva di fischi. Sempre in ritardo, mai convincente, l'ex Siviglia paga le tantissime presenze consecutive. Tra i peggiori in assoluto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.