UFC 234, accordo di massima fra Anderson Silva ed Israel Adesanya

Anderson Silva affronterà Israel Adesanya a UFC 234 in un match che vedrà un'icona dello sport e futuro Hall of Famer UFC opposto al combattente che rappresenta il futuro più radioso della categoria dei pesi medi.

Anderson Silva nella gabbia UFC Getty Images

88 condivisioni 0 commenti

di

Share

Leggenda del passato contro promessa per il futuro. Icona contro nuovo poster boy. A UFC 234, che avrà luogo a Melbourne, Australia, il 10 febbraio del prossimo anno, si affronteranno Anderson Silva (34-8, 1 NC) e Israel Adesanya (15-0). L'iniziale report di ESPN è stato confermato da MMA Fighting. Adesanya è un campione di kickboxing che ha avuto assoluto successo nella sua transizione alle MMA. Nella sua ultima apparizione è sembrato totalmente privo di difetti, imponendosi contro Derek Brunson a UFC 230 e vedendosi spalancare davanti le porte della top 5.

Il suo record perfetto di 15 vittorie e nessuna sconfitta conta anche 13 vittorie per KO o TKO. L'unico atleta uscito a testa alta ad oggi contro Adesanya è il nostro rappresentante Marvin Vettori. Per il resto, tutti coloro che hanno provato ad intaccare il record del fighter neozelandese di origini nigeriane sono finiti schiacciati dall'estro e dalle abilità del nuovo fenomeno della categoria al limite delle 185 libbre.

Tre Performance of the Night in quattro vittorie in UFC, Adesanya proverà adesso a presentarsi in maniera ancora più impressionante nello scenario titolato. Già, perché "The Last Stylebender" ha ottenuto l'incontro più importante della sua carriera, quello contro il futuro Hall of Famer nonché uno dei più importanti atleti nel panorama mondiale delle MMA, Anderson Silva.

UFC 234, in lavorazione Andeson Silva vs Israel Adesanya

Silva è considerato in maniera abbastanza condivisa come il più importante fighter nella breve storia delle MMA, ma è in età avanzata e non compete da UFC 208, evento in cui si impose anch'egli, non con la migliore prestazione, sul già citato Derek Brunson. La proprietà transitiva, com'è noto, non è applicabile alle MMA, ma se Brunson rappresenta un banco di prova credibile, ciò che è noto è che Silva ha ottenuto la vittoria fra crescenti difficoltà, mentre Adesanya ha fatto sembrare il tutto un gioco da ragazzi. 
In ogni caso, da allora Silva ha dovuto affrontare una sospensione retroattiva iniziata a novembre 2017, a causa, a quanto pare, di un supplemento contaminato. Silva avrebbe potuto scontare fino a quattro anni data la sua recidività, risalente al 2015 e successiva al suo infortunio critico nel rematch contro Chris Weidman, ma USADA ha ritenuto opportuno non infliggere il massimo della pena. Il brasiliano detiene diversi record in UFC, fra i quali la striscia vincente più lunga (16 vittorie), un regno di 2.457 giorni da campione dei pesi medi, il maggior numero di finalizzazioni in scontri titolati in UFC (9), il totale dei knockdown (17) e le vittorie totali nella divisione dei medi UFC (13)

A Melbourne, l'incontro fra Silva e Adesanya dovrebbe fare da co-main event, precedendo il main event che determinerà il campione dei pesi medi nello scontro fra Robert Whittaker e Kelvin Gastelum. Non sono ancora stati confermati altri incontri.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.