Atletica, Salpeter corre in 2h24’17'' alla Maratona di Firenze

La grande prestazione cronometrica della 29enne israeliana di origini keniane ha caratterizzato la 35esima edizione della ASICS Firenze Marathon. Commovente omaggio al compianto Davide Astori.

Salpeter Getty Images

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La campionessa europea dei 10000 metri di Berlino 2018 Lonah Sapeter Chemtai ha tagliato il traguardo in un eccellente 2h24’17” cancellando di quattro minuti il vecchio record del percorso detenuto dall’edizione 2002 dalla slovena Helena Javornik con 2h28’15”. La prestazione di Firenze dimostra che è possibile correre forte anche su un percorso considerato molto impegnativo soprattutto nella parte finale per la presenza di tante curve e dei sampietrini.  

Salpeter ha costruito il capolavoro percorrendo la seconda metà gara più velocemente rispetto ai primi 21 km facendo registrare un parziale di 1h11’39”.

Salpeter si è migliorata di ben 16 minuti rispetto al precedente record personale stabilito a Berlino con 2h40’16” nel 2016. Il progresso è cominciato nell’estate del 2017 quando ha iniziato ad allenarsi in modo più professionale. In questa stagione ha migliorato tutti i record personali in pista e nelle gare su strada facendo registrare 8’42”88 sui 3000m, 15’17”81 sui 5000m e 31’33”03 sui 10000m in occasione della Coppa Europa di questa distanza a Londra e 1h07’55” nella mezza maratona a Lisbona.

La 29enne originaria di Eldoret è allenata dal marito israeliano Dan Salpeter e segue i consigli tecnici di Renato Canova, che da tanti anni allena gli atleti degli altopiani. Salpeter si trasferì nel 2008 in Israele, dove lavorò come baby sitter dell’ambasciatore keniano. Dopo essersi sposata, è diventata mamma di Roy nel 2014 e due anni dopo ha preso la cittadinanza israeliana.

Renato Canova:

Salpeter é sempre vissuta ad Eldoret e si è trasferita in Israele dove ha conosciuto suo marito. Si allena in modo professionale dall’Agosto 2017 e ha doti fisiche straordinarie. Gareggerà a Boston in Aprile. Può puntare a fare bene alle Olimpiadi di Tokyo dove ci sarà un clima a lei favorevole. Lo scorso Luglio si è allenata al Sestriere per preparare gli Europei di Berlino

La prestazione di Salpeter si colloca al sesto posto tra le migliori prestazioni mai registrate sul suolo italiano.

Lonah Salpeter Chemtai:

Sono molto felice della mia prestazione. Firenze è stata fantastica. Ho ricevuto molto sostegno lungo il percorso. Voglio continuare a migliorarmi anche nella mezza maratona”, ha affermato una felice Lonah Salpeter Chemtai

Salpeter ha battuto di oltre sei minuti la seconda classificata Caroline Chepkwony (2h30’46”) e la ruandese Clementine Mukandanga (2h30’59”).

Il ventunenne del Barhein e originario dell’Etiopia Abdi Ali Gelelchu ha vinto la gara maschile in 2h11’32” al debutto sulla distanza precedendo il marocchino Hicham Boufars (2h12’26”). Il keniano Gilbert Kirwa, il più veloce tra gli iscritti con il 2h06’14 realizzato a Francoforte nel 2009 e autore di altri due tempi in carriera al di sotto delle 2h07’, ha ripetuto il terzo posto della passata edizione in 2h13’06”.

Firenze ha tributato un commovente omaggio al compianto Davide Astori dedicando il tredicesimo chilometro in zona Parco delle Cascine al capitano della Fiorentina morto a 31 anni lo scorso 4 Marzo. Presenti i famigliari del calciatore e una delegazione della squadra di calcio del capoluogo toscano.

Un momento suggestivo è stato il passaggio al 30 km dei corridori davanti al Mandela Memorial in zona Campo di Marte nella ricorrenza del centenario della nascita di Nelson Mandela.

La Maratona di Firenze è stato un successo di partecipazione con 7905 corridori al via da Piazza del Duomo. L’evento è stato ottimamente organizzato dall’Atletica Firenze Marathon presieduto da Giancarlo Romiti.

Il club toscano si è distinto in questa stagione non solo in campo organizzativo ma anche per la partecipazione della squadra maschile e femminile ai Campionati di società di atletica di Modena. Nel Giugno 2019 l’Atletica Firenze Marathon organizzerà la finale oro dei Campionati di Società allo Stadio Asics Firenze Marathon dedicato al marchese Luigi Ridolfi.

Yeman Crippa debutta nella stagione dei cross con un successo a Tilburg

La medaglia di bronzo dei 10000 metri degli Europei di Berlino 2018 Yeman Crippa ha aperto alla grande la stagione delle corse campestri vincendo la gara internazionale Warandeloop sul percorso olandese di Tilburg, che ospiterà i Campionati Europei di corsa campestre il prossimo 9 Dicembre.

Crippa si è imposto in 29’23” sulla distanza dei 10 km precedendo il russo Rinas Akhmadeyev di due secondi e lo svedese Napoleon Solomon di nove secondi. Nelle ultime quattro edizioni degli Europei Crippa ha vinto due ori nella categoria juniores e due bronzi a livello under 23.

Yeman Crippa:

Ho fatto quello che dovevo. Ero venuto per studiare il percorso e sono contento considerando che non sono al massimo della forma dopo il periodo di allenamento e il lungo viaggio dal Kenya. Dal clima mite del Kenya sono passato ai 3 gradi di temperatura in Olanda. Ora mi attendono due settimane di lavoro. Esiste la possibilità sempre più concreta di partecipare alla gara seniores anziché alla gara under 23. Il periodo di allenamenti in Kenya è stato molto stimolante. Mi sono allenato su percorsi ricchi di saliscendi su strade sterrate, per fare tante variazioni di ritmo. Mi allenavo con gruppi di 150 corridori. Una cosa davvero impressionante che non avevo mai vissuto prima. Avevo sempre sentito di come si allenano i keniani a casa loro. Ora l’ho provato di persona. Durante il viaggio d’andata ho notato che in prima fila sul mio aereo c’era il primatista mondiale della maratona Eliud Kipchoge. Ne ho approfittato per fare un selfie insieme a lui

Il ventiduenne trentino è arrivato in Olanda direttamente dal Kenya, dove si è allenato per un mese.

La svizzera Fabienne Schlumpf (argento europeo sui 3000 siepi a Berlino 2018) si è aggiudicata la gara femminile due anni dopo il primo successo in questa manifestazione fermando il cronometro in 26’37”. La campionessa italiana assoluta dei 5000 metri Nadia Battocletti è stata la migliore delle italiane in undicesima posizione in 28’23” precedendo di 9 secondi la maratoneta Giovanna Epis. Un altro successo svizzero è arrivato dalla medaglia di bronzo dei Mondiali Under 20 degli 800m e dei 1500m Delia Sclabas nella gara juniores di 4.3 km in 14’00”.

Cross IAAF di Alcobendas: tris di Kiplimo in Spagna

Il giovane ugandese Jacob Kiplimo ha fatto tripletta vincendo la terza gara stagionale nel cross di Alcobendas non lontano da Madrid, terza prova del circuito IAAF di Corsa Campestre, dopo i successi nelle campestri di Atapuerca e Soria. Il diciottenne ha avuto la meglio in 30’00” precedendo l’eritreo Aron Kifle (30’22”) e il diciassettenne campione del mondo under 20 dei 5000 metri Edward Zakayo (30’43”). Eva Cherono (settima ai Giochi del Commonwealth di Gold Coast 2018 sui 5000m) ha vinto la gara femminile in 27’20” precedendo di dieci secondi la diciannovenne Gloria Kite, vincitrice a Soria. Il terzo posto è andato alla spagnola di origini etiopi Trihas Gebre in 28’01”.

Jacob Kiplimo:

Sono molto soddisfatto del mio inizio di stagione. Ho vinto tre gare consecutive. Ora torno in Uganda per preparare i Mondiali di cross dove gareggerò nella gara seniores anche se sono ancora in età per disputare la gara juniores

Meucci vince il cross Valmusone di Osimo

Il campione europeo di maratona di Zurigo 2014 Daniele Meucci si è aggiudicato il Cross Valmusone di Osimo nelle Marche, ultima delle tre prove di selezione per formare il team italiano che parteciperà agli Europei di corsa campestre di Tilburg. L’ingegnere pisano non gareggiava nella corsa campestre dai Campionati Italiani di Gubbio nel 2017. Nella gara di Osimo il portacolori dell’Esercito si è imposto in 29’44” precedendo di sette secondi Andrea Sanguinetti e Nekagenet Crippa (fratello di Yeman Crippa) in una giornata di pioggia. La ventenne veneta Francesca Tommasi si è imposta nella gara femminile in 24’01” precedendo di 22 secondi Christine Santi e di 30 secondi Federica Zanne.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.