La Liga con Sergio Ramos: "Nessun dubbio sulla sua innocenza"

Il vulcanico presidente della Liga Tebas assolve Sergio Ramos e confessa: "Conosco Florentino Perez, è ossessionato dalla lotta al doping...".

597 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Da due giorni non si parla d'altro: Sergio Ramos positivo all'antidoping. In realtà la vicenda meriterebbe un ampio approfondimento: le indiscrezioni rilanciate da Der Spiegel, poi analizzate accuratamente dall’Espresso, aprono scenari inaspettati che hanno raccolto un enorme picco di interesse da parte di tutti gli amanti del calcio, ma anche tiepide reazioni dai diretti interessati.

A parlare degli ormai noti fatti riguardanti il difensore  è stato il presidente della Liga spagnola Javier Tebas, presente poche ore fa a Madrid per un incontro della ProLiga.

Il caso esploso intorno al centrale dei Blancos e della nazionale spagnola Sergio Ramos fa discutere: il campione spagnolo sarebbe risultato positivo a un controllo antidoping effettuato subito dopo la finale di Champions League di Cardiff contro la Juventus, gara vinta per 4-1 il 3 giugno del 2017. Eppure l'UEFA avrebbe subito archiviato il caso.

La Liga in difesa di Sergio Ramos per le accuse di dopingGetty Images
Sergio Ramos viene difeso della Liga per le accuse di doping

La Liga con Sergio Ramos: "Nessun dubbio sulla sua innocenza"

Javier Tebas è apparso stupito da quanto svelato da Football Leaks sulle presunte irregolarità riguardanti i test antidoping di Sergio Ramos, ma per il numero 1 della Lega spagnola non c'è alcun dubbio sul fatto né il Real Madrid, né il giocatore, siano colpevoli:

L’indiscrezione mi sorprende, ma dovremo vedere cosa è successo realmente. Da quello che ho visto molte volte ci sono casi in cui un giocatore assume medicinali per un trattamento, quindi non è positivo. Ed è quello che penso sia successo.

Poche incertezze nella sua voce quando commenta quanto svelato a proposito del centrale dei Blancos, non c’è da gridare allo scandalo per il massimo dirigente del calcio spagnolo:

Non ho il minimo dubbio che il Real Madrid e Sergio Ramos non siano mai stati coinvolti in problemi di doping. Conosco il pensiero di Florentino Perez sull’argomento, è un uomo molto determinato nella lotta al doping nello sport. Non ho dubbi, ripeto.

I dubbi sugli "hacker" di Javier Tebas

Ad alimentare le polemiche il particolare rivelato dall’Espresso che convolgerebbe anche la Liga spagnola: nel febbraio del 2017, a pochi mesi dalla finale di Cardiff,  un accertamento a sorpresa sarebbe stato effettuato dallo stesso staff medico dei Blancos dopo molte proteste per il mancato preavviso. Tutto questo a margine di una sfida del massimo campionato spagnolo, ma per Tebas non ci sono problemi:

Dovrò vedere le cose perché sono arrivato la notte scorsa da un viaggio. Queste cose sono di competenza dell'Agenzia spagnola per la tutela della salute nello sport. Se non ha aperto un file non possiamo essere a conoscenza dei fatti. Credo che siano state fornite le spiegazioni pertinenti.

E in chiusura non poteva mancare una dura stoccata alle società “nemiche”, club finiti nel mirino del sanguigno presidente della Liga dopo altre note rivelazioni di Football Leaks riguardanti presunti favoritismi che la Uefa avrebbe riservato a PSG e Manchester City in merito al Fair Play Finanziario:

Tutti sanno da dove viene la notizia, se Football Leaks ha quell'informazione è perché qualcuno gliela ha passata, non penso sia così tanto merito degli hacker. Così come sono convinto che qualcuno gli abbia detto dei maneggi dentro Uefa, Psg e Manchester City.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.