Manchester City-Manchester United: probabili formazioni e quote

La sfida fra Guardiola e Mourinho va a legarsi all’importanza di questo derby di Manchester per entrambe le squadre. Guardiola vuole continuare a correre, mentre Mou vorrebbe recuperare terreno il prima possibile.

65 condivisioni 0 commenti

di

Share

Passano gli anni, le stagioni e anche i calciatori, ma quei due in questo decennio di battaglie ancora non passano, sono ancora al comando di due delle squadre più importanti del mondo e domenica, all’Etihad Stadium di Manchester, cercheranno ancora una volta di superarsi. Guardiola e Mourinho sono senza dubbio gli allenatori che più hanno influenzato il calcio contemporaneo e nel derby di Manchester cercheranno di superare il rivale, anche perché i tre punti in questa Premier League sono fondamentali per entrambi.

Guardiola con il Manchester City è primo in classifica ma Chelsea e Liverpool corrono quanto i Citizens in campionato e non perdere l’abbrivio è davvero importante. Mourinho con il Manchester United ha avuto un inizio a dir poco burrascoso, con problemi interni soprattutto fra il tecnico e i due campioni francesi, Pogba e Martial. Oggi che tutto sembra almeno messo a tacere temporaneamente, i Red Devils non possono più perdere terreno. Le due squadre arrivano allo scontro con l’umore ottimo. Il Manchester City è nel momento di picco di forma e il gioco offensivo è davvero inarrestabile. Nelle ultime due partite ha dato 6 gol sia al Southampton che allo Shaktar Donetsk in Champions League, gli attaccanti sono tutti in grande spolvero e la palla si muove ad una velocità mai vista.

Il Manchester United a pochi minuti dalla fine della partita contro la Juventus sembrava, non solo nel gioco ma soprattutto nell’atteggiamento dei calciatori in campo, una squadra troppo conscia dei suoi limiti, senza sapere come porvi rimedio per affrontare una corazzata come quella bianconera. All’improvviso i due gol che le hanno dato la vittoria allo Stadium di Torino non solo hanno ringalluzzito l’ambiente, facendo esaltare in campo e in conferenza stampa lo stesso Mourinho, ma sembrano aver dato anche nuova fiducia alla squadra. Prima della partita contro la Juve, lo United aveva già vinto con gol al 92’ di Rashford contro il Bornemouth, mentre poche settimane fa aveva giocato molto bene contro una squadra che sta facendo faville in campionato, il Chelsea. Sono queste le partite che sanno gasare Mourinho e poi trasferire dall’allenatore a tutto l’ambiente questa carica fortissima è uno dei trucchi del mestiere del tecnico portoghese. Si arriva al derby con un favorito d’obbligo, il Manchester City, primo in classifica, ma il Manchester United è pronto a giocare un nuovo scherzetto ad una grande d’Europa.

Dopo i dissidi iniziali Pogba e Mourinho vanno all’assalto del City di GuardiolaGetty Images
Derby di Manchester in Premier League e occhi puntati su Paul Pogba, dopo la tregua con Mourinho.

Ancora Guardiola contro Mourinho: probabili formazioni Manchester City-Manchester United

Guardiola ha tutti gli uomini a disposizione, tranne De Bruyne che si trascina ancora l’infortunio che lo ha fermato ad inizio stagione. In attacco Leroy Sané in questo momento è perfetto per il gioco di taglio dentro-fuori dall’area di rigore che vuole Guardiola, come sembra necessaria la presenza anche di Sterling, il guastatore, utilizzato da Guardiola per disordinare le difese e poi azionare i tanti piedi buoni che ha a disposizione.

Resta un posto nel tridente del City e la scelta non è molto semplice. Il titolare è Sergio Aguero, grande protagonista nell’ultima partita di Premier League contro il Southampton, ma Gabriel Jesus contro lo Shaktar Donetsk ha dimostrato di essere in una forma spaziale, realizzando una tripletta. L’idea però è di continuare a proporre Aguero dall’inizio, con Gabriel Jesus pronto anche a giocare in appoggio all’argentino se ce ne fosse bisogno.

Una delle novità più importanti di questa nuova versione del Manchester City guardiolano è l’importanza e i tanti minuti giocati da Bernardo Silva. Il tecnico spagnolo ha deciso di osare ancora una volta e, data l’assenza di De Bruyne, di non accoppiare David Silva ad una mezzala di posizione, che sa anche coprire meglio gli spazi, come Gundogan, ma di inserire un altro centrocampista creativo, bravo nel portare palla, ma anche a scambiarla con attaccante e laterale sinistro.

In questo modo la palla corre ad un ritmo forsennato e quando la manovra del City si sviluppa in verticale e orizzontale, guardare il suo calcio diventa uno spettacolo. La squadra sta giocando così bene anche perché in estate è arrivato un calciatore perfetto per i suoi equilibri, Aymeric Laporte, il quale non solo riesce a tenere il 2 contro 2 che spesso la disposizione del City gli impone contro gli attaccanti avversari, ma soprattutto sa impostare in maniera egregia la manovra, portando il pallone anche oltre la metà campo e spostando il baricentro ancora più avanti, schiacciando completamente gli avversari.

Affrontare adesso il Manchester City è davvero difficile, ma Mourinho ci proverà con le sue armi a disposizione, come ha fatto anche a Torino con la Juve. Se gli avversari vogliono il ritmo forsennato, grazie alla potenza atletica e la bravura tecnica di Pogba e Matic, lo United è una delle poche squadre che può addormentare il match, facendolo diventare ostico per tutte.

Inoltre, quando è il momento di cambiare ritmo, Martial, Sanchez e Rashford hanno un cambio di passo felino e la loro potenza in velocità può creare enormi grattacapi. Così come a Torino poi, c’è bisogno anche di fortuna e magari di cambi che aumentino ancora di più la possanza fisica, come quello di Fellaini, per poter poi essere incisivi nel momento in cui una squadra che ha condotto il gioco per 80 minuti, inizia ad essere particolarmente stanca.

Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Stones, Laporte; Mendy; Bernardo Silva, Fernandinho, David Silva; Sterling, Aguero, Sané

Manchester United (4-3-3): De Gea; Young, Smalling, Lindelof, Shaw; Herrera, Matic, Pogba; Sanchez, Rashford, Martial

Dove vedere Manchester City-Manchester United in TV e streaming

Il match di Premier League tra Manchester City e Manchester United è in programma domenica alle 17.30 e sarà trasmesso in Tv da Sky Sport, su Sky Sport Footbal, canale 203. Il match è disponibile in streaming anche su SkyGo e NowTV per tutti gli abbonati al servizio.

1x2: le quote dei bookmakers

Un Manchester City del genere all’Etihad e da primo in classifica non può che essere il superfavorito del derby con l’1 dato solo a 1,40. Il 2 è quasi un affronto per lo United, a 7,50, mentre l’X è dato a 4,75. Se davvero si pensa che il City abbia vita facile contro Mourinho, la quota dell’1+Over a 3,35 è molto interessante, mentre se si pensa che Mou possa ingarbugliare Guardiola, l’Under 0,5 a 16 è una quota pazzesca. Un primo marcatore fuori dagli schemi potrebbe essere Matic, dato a 50, mentre puntare su Sané a 6,50 è una scelta meno estrema ma che paga comunque bene.

I precedenti in Premier League

Il derby di Manchester ha una storia più che secolare, dato che la prima sfida è datata 3 novembre 1894, in Second Division, vinta 5-2 dal Manchester United. In Premier League le due squadre si sono affrontare 156 volte, con i Red Devils che guidano con 61 vittorie, mentre 45 sono le vittorie City e 51 i pareggi. Uno dei derby più memorabili è quello del 30 settembre 1967, vinto dallo United contro il City che però vincerà il titolo a fine stagione. Erano due squadre stupende, con Francis Lee che esaltava il Maine Road, mentre dall’altra parte Matt Busby poteva contare su Stiles, Bobby Charlton e un Best esaltante in quella stagione terminata da capocannoniere con 28 gol.

Anche se il derby di Manchester è una partita storica, negli ultimi anni ha acquisito un valore molto più alto perché entrambe le squadre lottano sempre per il vertice della classifica. Due sono le partite che resteranno per sempre nella mente dei tifosi. La prima è quella del 12 febbraio 2011, ricordata per la vittoria 2-1 dello United, ma soprattutto per una spettacolare rovesciata di Wayne Rooney, e quella del 23 ottobre 2011, quando il City distrugge lo United in casa per 6-1 con la doppietta di uno scatenato Balotelli.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.