Calciomercato: chi è Pinamonti, talento del Frosinone che ama l'Inter

L'attaccante classe 1999, decisivo nell'anticipo di ieri sera, è in prestito ai ciociari fino a fine stagione poi tornerà a vestirsi di nerazzurro.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Era difficile trovare un soprannome più calzante per Andrea Pinamonti. L'attaccante del Frosinone viene da sempre soprannominato Arciere, merito della precisione dei suoi tiri. Lo ha sempre dimostrato, in tutte le squadre (fra giovanili e professionisti) nelle quali lo ha portato il calciomercato. Ieri il classe 1999 è entrato a gara in corso nella partita contro la Fiorentina, togliendo le castagne dal fuoco alla squadra.

Con lui il Frosinone è arrivato al tiro in porto dopo 80 minuti nei quali Lafont aveva fatto da spettatore. Poi ancora una conclusione, questa perfetta, che ha permesso ai ciociari di conquistare un punto pesantissimo in ottica salvezza. Pinamonti si è perfino dimenticato di esultare con arco e frecce come fa sempre, l'adrenalina dopo il gol era davvero troppa.

Le sue statistiche cominciano a essere significative: nelle sue prime 8 presenze in Serie A (per appena 140 minuti complessivi) ha segnato due gol. Nei cinque maggiori campionati europei solo quattro giocatori più giovani di lui hanno già segnato due o più reti (giocando però con più continuità). Motivo per il quale Pinamonti comincia a essere un profilo interessante sul calciomercato.

Il gol di Pinamonti contro la Fiorentina. Andrea sogna di tornare all'Inter nel calciomercato estivoGetty Images
Il gol di Pinamonti contro la Fiorentina. Andrea sogna di tornare all'Inter nel calciomercato estivo

Calciomercato, chi è Andrea Pinamonti

A 8 anni Andrea, nato a Cles, in Trentino, è entrato nel settore giovanile del Chievo. Ogni giorno 90 minuti di macchina per andare e 90 per tornare. Forse un segno del destino per chi sognava di fare il calciatore. A 14 anni è passato all'Inter, entrando nel convitto dei nerazzurri. Per lui che è sempre stato tifoso del club milanese un sogno che si avverava. Ha sempre segnato con continuità, motivo per il quale, da sotto età ha giocato prima con gli Allievi, con cui ha vinto il campionato e poi con la Primavera, vincendo la Coppa Italia contro la Juventus. Anche in nazionale ha fatto tutta la trafila, dall'Under 15 all'Under 20.

A 17 anni l'esordio fra i professionisti nella gara di Europa League vinta dall'Inter di Pioli contro lo Sparta Praga. In questi due anni la crescita di Andrea si è un po' rallentata, ma pagare lo scotto del passaggio dalla Primavera al calcio dei grandi è normale per tutti. A giugno il suo prestito al Frosinone scadrà, e tornerà ancora all'Inter. A quel punto i nerazzurri decideranno come comportarsi con lui sul calciomercato. Anche se lui sogna di sparare frecce proprio per i milanesi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.