Champions League, Scholes: “Juve, con Szczesny non puoi vincere”

L'ex United ha criticato il polacco: "Troppo indeciso: non è un buon portiere". E Hargreaves: "Quante squadre hanno vinto la Coppa senza un grande portiere?".

3k condivisioni 1 commento

di

Share

La solitudine dei numeri uno: c'è nel calcio di qualunque livello, dal torneo aziendale alla Champions League, un ruolo più ingrato del portiere? Che cos'è che spinge il nostro inconscio ad accantonare in pochi secondi la svirgolata dell'attaccante e a imprecare per giorni dopo l'errore o la disattenzione dell'eroico difensore dei pali?

Non importa che magari abbia salvato la porta per 89 minuti saltando come un giaguaro: quella macchia rimane come una delle più resistenti da cancellare. Prendiamo ad esempio la sconfitta della Juventus di ieri sera allo Stadium contro il Manchester United nella fase a gironi della Champions League.

Se attaccanti e centrocampisti bianconeri avessero sfruttato con cinismo e maggiore precisione la metà delle occasioni create nel corso del match, i Red Devils non avrebbero probabilmente nemmeno avuto la forza morale per quel nemmeno irresistibile forcing finale che è costato i tre punti alla Juve e la sbavatura di Szczęsny non avrebbe assunto l'importanza che invece ha avuto.

Champions Leaguetwitter
Il pasticcio della difesa bianconera che ha portato alla vittoria dello United

Champions League, Scholes: “Juventus, Szczesny inadeguato”

Commentando la partita su BT Sport, l'ex centrocampista del Manchester United Paul Scholes non è stato tenero con Wojciech Szczęsny e gli ha addossato senza mezzi termini la responsabilità della sconfitta:

Il suo problema è l'indecisione, era così anche ai tempi dell'Arsenal. Non è migliorato rispetto ad allora: non è un buon portiere

In studio c'era anche il suo ex compagno di squadra Owen Hargreaves che è stato ancora più impietoso, arrivando a individuare in Szczęsny l'anello debole nella rincorsa della Juventus alla Champions League:

Paul ha ragione su Szczesny. La Juventus sarebbe pronta a conquistare la Coppa ma quante squadre hanno vinto la Champions League senza un portiere di livello mondiale?

Szczęsnygetty
Nulla ha potuto Szczęsny sulla punizione di Mata

Per il povero polacco, insomma, una crocifissione pubblica in piena regola che sembra però fare di tutta l'erba un fascio, senza tenere in conto che sul primo gol poco poteva il portiere che, poi, nel finale ha pure sfoderato una prodezza per impedire a Rashford di rendere ancora più ampio e beffardo il divario.

I 20 portieri delle ultime 10 finali

Con la sua affermazione - quante squadre hanno vinto la Champions League senza un portiere di livello mondiale? - Hargreaves ha però lanciato il sasso nello stagno. Andiamo a ritroso nelle ultime 10 finali di Champions League e vediamo se la squadra che si è aggiudicata la Coppa era quella col portiere migliore: ognuno può dare il proprio giudizio.

  • 2008-09: Barcellona-Manchester United 2-0. Valdes superiore a van der Sar? Ci sta.
  • 2009-10: Inter-Bayern Monaco 2-0. In quel momento Julio Cesar non poteva certo temere un confronto con Butt.
  • 2010-11: Barcellona-Manchester United 3-1. Ancora Valdes contro van der Sar e il prodotto, come i fattori, non cambia.
  • 2011-12: Chelsea-Bayern Monaco 5-4 d.c.r. Difficile sostenere che Cech sia superiore a Neuer, ma ai rigori la Coppa va al primo. Un penalty parato per ciascuno, col tedesco che però si toglie la momentanea e magra soddisfazione di trafiggere il collega.
  • 2012-13: Bayern Monaco-Borussia Dortmund 2-1. Basta un dato: Neuer 81 presenze in Nazionale, Weidenfeller 5.
  • 2013-14: Real Madrid-Atletico Madrid 4-1. Difficile qui parlare di valore assoluto. Ha avuto la meglio l'esperienza: i 33 anni di Casillas sui 22 appena di Courtois.
  • 2014-15: Barcellona-Juventus 3-1. Non è campanilismo: il valore di Buffon non si discute oggi, figurarsi tre anni fa! Più indicativo forse il nome del primo subentrante per ciascuna squadra. I catalani hanno messo in campo Xavi al 78', i bianconeri Pereyra un minuto dopo.
  • 2015-16: Real Madrid-Atletico Madrid 6-4 d.c.r. Entrambi grandi portieri Navas e Oblak: giusto un pareggio, proprio come al termine dei tempi supplementari.
  • 2016-17: Real Madrid-Juventus 4-1. Massimo rispetto per Keylor, come detto sopra, ma il portiere più forte stava dall'altra.
  • 2017-18: Real Madrid-Liverpool 3-1. Che dire? Mai come in questo caso Hargreaves ha ragione: Navas arriva alla terza Coppa, Karius alla terza papera.
Buffongetty
Buffon, un portiere che non si discute nemmeno oggi, a quasi 41 anni

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.