Champions League, le parole di Allegri e Ronaldo dopo Juve-Manchester United

Il tecnico non fa drammi dopo la sconfitta con il Manchester United: "Passeremo comunque il girone da primi". Cristiano Ronaldo: "Dovevamo chiudere la partita".

832 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un campanello d'allarme. Perché la Juventus nelle ultime partite ha incassato troppi gol. Un po' superficiale, un po' arrogante, e quando è così si può anche perdere. I bianconeri hanno dominato, hanno creato tantissime palle gol, ma non sono stati abbastanza cattivi, non sono stati cinici. E alla fine hanno incassato due gol, perché la difesa, ultimamente, balla un po' troppo.

A fine partita c'è stato perfino il tempo per una piccola polemica fra Mourinho e il pubblico bianconero: i tifosi della Juventus lo hanno insultato per tutta la partita, motivo per il quale lo Special One ha esultato mettendo la mano dietro l'orecchio. Una provocazione evidente, che ha innervosito Bonucci (andato a riprendere il tecnico avversario) ma non Allegri:

A me non è mai successo di fare un gesto del genere, vado via subito dal campo per evitare reazioni. Al massimo ci sono stati gesti contro la mia squadra se si addormenta.

Archiviato l'argomento Mourinho, Allegri ha poi analizzato la partita, ammettendo che la Juventus ha qualche problema sotto porta e che ultimamente, in fase difensiva, la squadra commette troppi errori:

Dispiace perché abbiamo disputato una bella gara. Dobbiamo migliorare in fase realizzativa perché non riusciamo mai a chiudere le partite. Non dovevamo regalare le punizioni, ultimamente ne stiamo regalando troppe, sia centralmente che lateralmente. Oggi potevamo prendere gol solo su calcio da fermo, per questo dispiace perché potevamo essere un pochino più furbi. Per fortuna comunque abbiamo perso una gara non particolarmente importante.

Allegri commenta la sconfitta della Juventus in Champions LeagueGetty Images
Allegri commenta la sconfitta della Juventus in Champions League

Champions League, Cristiano Ronaldo: "Non ci si può mai rilassare"

Domenica sera la Juventus sarà ospite del Milan nel posticipo della dodicesima giornata di Serie A. Una gara importante, nella quale Allegri si aspetta una risposta da suoi.

Le prossime due partite dovrebbero permetterci di arrivare primi e di qualificarsi, contro il Manchester United ci sta di perdere una volta su due. In realtà per come abbiamo giocato non meritavamo di perdere, ma questo non ci ridarà i 3 punti. Dobbiamo rialzarci subito perché domenica giochiamo contro il Milan. Potrebbe perfino farci bene questa sconfitta. Loro sono in un momento fortunato perché anche in campionato hanno segnato all'ultimo. Sarebbe stato importante qualificarci già stasera, magari anche da primi, ma la Champions League non si decide ora, quindi dobbiamo restare sereni.

Vota anche tu!

Cristiano Ronaldo vincerà la classifica cannonieri in Champions League?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Ottima la prestazione di Cristiano Ronaldo, che in Champions League non segnava da oltre 400 minuti. Il fatto che si sia sbloccato non può che essere un segnale positivo in ottica futura, anche se questa sera il suo gol non è bastato alla Juventus per fare punti. Nemmeno il portoghese però fa drammi:

La Champions League è una competizione speciale. Non ci si può mai rilassare perché può succedere di tutto. Avremmo potuto chiudere la partita più volte, abbiamo dominato per 90 minuti eppure hanno vinto loro, pur non meritando. Non sono stati fortunati, perché la fortuna la si cerca, ma gli abbiamo fatto un bel regalo. Oggi è andata così, ma resto ottimista, sono convinto che passeremo il girone come primi.

Il capitano Giorgio Chiellini spera che la sconfitta di questa sera sia di insegnamento alla squadra. Perché nessuna partita è mai vinta prima del fischio finale:

La differenza la fanno i dettagli, meritavamo di stravincere e abbiamo perso. Dobbiamo trarne insegnamento per arrivare fino alla finale. Dobbiamo abbassare le ali, perché erano un paio di partite che era in canna uno scivolone del genere. Comunque è meglio perdere ora che più avanti. Però gli errori commessi oggi sono gravi. Non possiamo perdere una gara che avremmo potuto vincere 3-0. Abbiamo buttato via una qualificazione che potevamo prenderci già stasera.

Insomma, a Torino è suonato un campanello d'allarme. Perché la Juventus meritava di vincere e ha perso, facendo un vero e proprio regalo al Manchester United. Perché le occasioni da gol vanno sfruttate, e in difesa non si può mai abbassare la guardia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.