Serie A, i racconti di Figo: "Mancini all'Inter mi ha umiliato"

L'ex calciatore portoghese ricorda l'esperienza in nerazzurro.

404 condivisioni 0 commenti

Share

La maglia dell'Inter è stata l'ultima indossata in carriera. Luis Figo ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo il 31 maggio 2009, giorno in cui i nerazzurri hanno battuto 4-3 l'Atalanta a San Siro nel match valido per l'ultima giornata di Serie A. Ai microfoni di DAZN, l'ex calciatore portoghese è tornato a parlare di quella partita:

Ricordo una grande partita di Ibrahimovic (segnò una doppietta, ndr), un campione anche con un carattere difficile. Ha un ego più grande della Torre Eiffel, ma è un ragazzo buono ed è un vincente. Lo considero un buon amico

In panchina c'era Mourinho, subentrato a Mancini. Con l'attuale ct della Nazionale i rapporti erano tutt'altro che ottimi:

Mancini è stata una delle persone che più mi hanno umiliato durante la mia carriera sportiva. Adesso però gli auguro il meglio, in questo momento occupa una posizione importante nel calcio italiano e spero che la Nazionale ritrovi il posto che merita

Infine su Moratto e Zanetti:

Il presidente Moratti è stata una delle persone più importanti nella mia carriera, sia a livello sportivo che personale. Pensate che per quanto gli voglio bene lo chiamo papà, è stato importantissimo nei quattro anni all’Inter. Javier invece è un amico, un gran capitano e professionista. È stato bellissimo giocare con lui

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.