Champions League, le pagelle di Napoli-PSG 1-1

PSG in vantaggio con Bernat, nella ripresa un Napoli indemoniato pareggia i conti. Il passaggio agli ottavi di Champions League si deciderà all'ultima giornata del girone.

672 condivisioni 0 commenti

di

Share

Trema il San Paolo all'urlo 'The Champions', un'atmosfera calorosa e magica accompagna gli azzurri al fischio d'inizio, con il risultato di Belgrado che ha acceso un innesco esplosivo capace di mettere i brividi a qualunque avversario. Un 12° uomo in campo che viaggia con la forza di oltre 50mila cuori, in perfetta forma come non si vedeva da tempo. Il resto deve farlo il Napoli di Carlo Ancelotti, essere freddo e impeccabile per inseguire una vittoria che significherebbe il passaggio agli ottavi di Champions League. L'avvio di gara è all'insegna dell'equilibrio con le due squadre che portano pazienza e cercano di fare pressione, il minimo errore potrebbe pesare quanto un macigno da trascinare per una stagione intera. Neymar al 19' fa salire i livelli di ansia scartando la difesa partenopea, ma ci pensa Mario Rui a salvare in zona Cesarini. I padroni di casa rispondono con Mertens che calcia al volo un servizio di Mario Rui, ma la sfera finisce di poco sul fondo.

Al 29' è Koulibaly a dare spettacolo fermando Mbappé lanciato verso l'area di rigore con un duello uno contro uno che merita di essere visto altre cento volte, poi l'attaccante francese in crisi di nervi va a prendersi il giallo. La formazione transalpina gestisce meglio il possesso palla, Ancelotti chiede a Insigne e Mertens di stare più vicini per agevolare il fraseggio, il Napoli lotta con i denti e la massima concentrazione, ma la sensazione è che sarà un match deciso dal singolo episodio. E arriva all'ultimo secondo del primo tempo, con il solito Neymar che scucchiaia per Mbappè lanciato sulla fascia, taglio centrale per Bernat che si incunea tra la difesa azzurra e infila Ospina. Il Napoli vede allontanarsi i sogni di Champions League e gli animi si scaldano prima di entrare negli spogliatoi.

Nella ripresa scende in campo un Napoli rabbioso, dopo cinque minuti Maksimovic offre una palla vellutata per Mertens che lascia partire una sferzata dai 16 metri che Buffon manda in corner. Sponda in area ancora per il folletto belga che prova dal centro dell'area di piatto destro, ma il portierone del PSG salva ancora. Gli azzurri sono indemoniati e costruiscono la terza palla gol in tre minuti: Mertens riceve al limite dell'area, allarga per Callejon che calcia a botta sicura, ma Kehrer devia miracolosamente. Gli ospiti sono alle corde: al 57' Fabian Ruiz squilla al telefono di Buffon che salva ancora il risultato. Al 61' Thiago Silva sviolina il pallone, Callejon si avventa sul pallone e viene atterrato da Buffon fallosamente. Rigore, batte Insigne ed esplode il San Paolo. L'ultimo quarto d'ora si lotta palla su palla, ma il destino di entrambe le squadre è da scrivere nelle prossime due sfide del girone C. Per il momento gli uomini di Ancelotti si godono il primo posto nel girone e restano imbattuti.

Champions League, Kalidou KoulibalyGetty Images

Champions League, le pagelle di Napoli-PSG 1-1

Napoli (4-4-2): Ospina 6,5; Maksimovic 6 (dal 76' Hysaj 6), Albiol 6,5, Koulibaly 7,5, Mario Rui 6,5; Callejon 7,5, Allan 7, Hamsik 6, Fabian Ruiz 5,5 (dal 71' Zielinski 6); Mertens 6,5 (dall'82 Ounas sv), Insigne 6. All: Ancelotti.

Paris Saint Germain (3-4-2-1): Buffon 7; Marquinhos 6,5, Thiago Silva 6, Kehrer 6 (dal 90' Choupo-Moting); Meunier 6 (dal 73' Kimpembe 6), Verratti 6, Draxler 6, Bernat 6,5; Di Maria 5,5 (dal 76' Cavani 6), Neymar 7,5; Mbappé 7. All: Tuchel.

I migliori

Kalidou Koulibaly 7,5

Una colonna portante del castello di Carlo Ancelotti, si dimostra difensore di altissimo livello, sempre puntuale nel marcare a zona e nel puntare l'attaccante avversario. Salva il risultato nella prima frazione di gioco con un intervento da almanacco su Mbappè. Peccato per la distrazione difensiva allo scadere del primo tempo, ma il Napoli si sta dimostrando sempre più tenace sulla linea difensiva e meritevole di accedere agli ottavi di Champions League.

Neymar 7,5

Quando tocca palla crea pericolo, fa traballare la difesa azzurra in più di una occasione e serve sul piatto d'argento alcune occasioni per Mbappè che spreca. Il centravanti brasiliano ha mostrato la stoffa del fuoriclasse, gli è mancato solo il gol.

I peggiori

Fabian Ruiz 5,5

Non è il solito Fabian Ruiz che conosciamo, spreca una buona occasione alla mezz'ora di gioco, nella ripresa tocca pochi palloni, a centrocampo rischia di lasciare aperto uno spiraglio pericoloso. Ancelotti se ne accorge e lo sostituisce  con Zielinski molto più tonico.

Angel Di Maria 5,5

Stavolta non è il centravanti capace di decidere le sorti della partita. Tranne qualche guizzo nel primo tempo, si spegne progressivamente nella ripresa. Al suo posto Cavani per la "gioia" del pubblico.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.