Champions League, la Juventus agli ottavi se...

Una vittoria mercoledì sul Manchester United può valere l'accesso alla fase a eliminazione diretta da primi del girone. Con un pareggio, bianconeri certi della qualificazione.

10 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ottenuta con fatica la decima vittoria su 11 impegni di Serie A grazie al 3-1 dell'Allianz Stadium sul Cagliari, in casa Juventus è tempo di tornare a concentrarsi sulla Champions League. Nella serata di mercoledì 7 novembre (fischio d'inizio alle 21) a Torino arriverà il Manchester United di José Mourinho, allenatore che nella tifoseria bianconera evoca un passato da avversario storico per i suoi trascorsi alla guida dell'Inter del Triplete.

Il gruppo di Massimiliano Allegri ha superato in serie Valencia, Young Boys e Manchester United nelle prime tre giornate del girone H. Vittorie valse nove punti, ottenute mantenendo la porta inviolata e con Paulo Dybala, autore di quattro reti, assoluto protagonista. Ora alla Juventus serve un ultimo sforzo per blindare l'accesso agli ottavi di finale della competizione che i bianconeri non vincono dal 1996.

Con nove punti all'attivo, la Juventus ha un vantaggio di cinque punti sul Manchester United, secondo a quota 4 punti e superato per 1-0 nella partita giocata il 23 ottobre a Old Trafford. A completare il girone H di Champions League ci sono il Valencia con 2 punti e lo Young Boys, fanalino di coda a quota 1. Per Cristiano Ronaldo e soci, allora, la qualificazione può essere realtà già dalla quarta giornata. A patto di non perdere all'Allianz Stadium contro i Red Devils.

Champions League, Juventus prima nel girone H con nove punti dopo tre giornate  Getty Images
Champions League, Juventus prima nel girone H dopo tre giornate grazie ad altrettante vittorie

Champions League, la Juventus è agli ottavi di finale se...

  • La Juvenus si qualifica agli ottavi da prima del girone se batte il Manchester United
  • La Juvenus si qualifica agli ottavi se pareggia contro il Manchester United

Se anche contro il Manchester United la Juventus dovesse confermare il trend che su scala europea l'ha vista sconfitta una sola volta - nello 0-3 contro il Real Madrid - allo Stadium nelle ultime 29 partite giocate in casa (anche 17 vittorie e 11 pareggi in questo parziale), la qualificazione per gli ottavi di finale della Champions League 2018/2019 sarò cosa fatta. Con un pareggio i bianconeri si qualificherebbero alla fase successiva della competizione indipendentemente dal risultato di Valencia-Young Boys, altra sfida di giornata. Con una vittoria, però, la squadra di Allegri metterebbe addirittura due ipoteche sul suo raggruppamento.

Per accedere agli ottavi di finale, la Juventus dovrà quindi evitare di ripetere lo stesso finale dell'ultimo incrocio vissuto a Torino contro il Manchester United: 0-3 per gli inglesi nella Champions League 2002/2003. In caso di vittoria, poi, Chiellini e soci metterebbero al sicuro anche la prima posizione nel girone, che garantisce di incontrare una delle seconde classificate della fase a gruppi negli ottavi di finale. Ipotesi alla quale va sommata la possibilità di applicare il turnover alle restanti due partite del girone, fissate il 27 novembre all'Allianz Stadium con il Valencia e a Berna in casa dello Young Boys il 12 dicembre. Una prospettiva che ad Allegri non dispiace, soprattutto se considerata con vista sulla fase a eliminazione diretta, quel momento della stagione nel quale le temperature in campo si alzano e le big del calcio europeo decidono di fare sul serio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.