Calciomercato, parla André Silva: "Non volevo lasciare il Milan"

L'ex attaccante rossonero ora al Siviglia torna a parlare del suo ex club. E poi rivela le sue grandi ambizioni: "Lavoro per diventare l'attaccante più forte del mondo".

305 condivisioni 0 commenti

di

Share

Lo scorso 11 agosto, con un comunicato pubblicato sul proprio sito ufficiale, il Milan aveva ufficializzato l'operazione di calciomercato che avrebbe portato André Silva a vestire la maglia del Siviglia. Una cessione a titolo temporaneo, un prestito del valore di 5 milioni con diritto di riscatto in favore degli spagnoli fissato a 30.

Di fatto l'attaccante portoghese è quindi ancora adesso un giocatore di proprietà del club rossonero e, anche se in Liga le cose stanno andando alla grande (7 gol nelle prime 10 partite), il rimpianto per non essere rimasto al Milan non è ancora svanito. Lo conferma lo stesso André Silva in un'intervista rilasciata a "A Bola": 

Io non volevo lasciare il Milan, ma alla fine ho dovuto farlo perché avevo bisogno di giocare di più. Avevo molte opzioni e ho scelto il Siviglia. Ora sono qui e credo sia stata la miglior scelta possibile.

Quell'operazione di calciomercato, insomma, André Silva se la sarebbe risparmiata volentieri. L'arrivo di Higuain in rossonero, però, ha oggettivamente reso ancora più intasati gli spazi nel reparto offensivo.

Calciomercato, André Silva spera che con il Milan sia stato solo un arrivederciGetty Images
Calciomercato, André Silva torna a parlare dell'addio al Milan

Calciomercato, André Silva voleva restare al Milan

Adesso il classe 1995 lusitano - che proprio oggi, 6 novembre, compie gli anni (auguri!) - si trova benissimo in Spagna, dove gioca con continuità e prosegue la sua crescita piena d'ambizione:

Sto lavorando per diventare il miglior attaccante al mondo.

Non si pone limiti, insomma, il centravanti della scuderia di Jorge Mendes, che rivela un altro retroscena di calciomercato relativo alla scorsa estate, quando era stato accostato anche ad alcune squadre portoghesi:

Non potrei mai giocare per il Benfica o lo Sporting Lisbona. Il mio cuore appartiene al Porto.

E un po' anche al Milan, una squadra che se fosse dipeso da lui non avrebbe mai lasciato. A fine stagione, salvo eventuale riscatto da parte del Siviglia, André Silva avrà una nuova opportunità per convincere la società rossonera. Chissà che queste parole piene di stima nei confronti del club non possano aiutarlo nel suo intento.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.