Serie A, sincerità Pezzella: "Rigore con la Roma? Mi sarei arrabbiato..."

Il capitano della Viola torna a parlare del rigore concesso da Banti per il fallo di Olsen su Simeone: "La questione VAR è davvero complicata, non si capisce chi prende le decisioni".

115 condivisioni 0 commenti

Share

L'episodio più discusso dell'11esima giornata di Serie A. Il rigore concesso dall'arbitro Banti durante Fiorentina-Roma per l'atterramente di Simeone da parte di Olsen tiene ancora banco. L'ultimo a parlarne è stato il capitano dei viola German Pezzella, intervenuto a Radio Bruno: 

Devo dire che il rigore che ci hanno dato sabato è un rigore strano. Se lo fischiano contro di noi, io mi arrabbio. Ma anche a noi in alcune partite ci hanno fischiato qualcosa contro e ci siamo arrabbiati. A casa ho un foglio dove appunto tutte le decisioni arbitrali sbagliate prese contro di noi. Il VAR è una cosa complicata, non si capisce da dentro il campo chi prende la decisione. Sabato, dopo che Banti ha fischiato rigore, credevamo che l'azione venisse controllata al VAR, e invece ci è stato detto che non sarebbe intervenuto. Succede quindi che non si sa se il responsabile sia l'arbitro o chi guarda la partita davanti alla TV

Poi ha parlato di Giovanni Simeone e Pjaca: 

Lo conosco da tanto e gli dico di non preoccuparsi se non segna. Gli dico di analizzare quello che fa dentro il campo, vedere attentamente cosa sbaglia. C'è da dire che spesso non gli arriva la palla, una cosa frustrante per un attaccante. Ma lui deve a continuare a fare quello che fa bene senza palla. Deve lavorare con la testa libera. Pjaca è molto giovane, il club crede molto in lui e lui lavora ogni giorno per migliorare. Vuole dimostrare quanto vale

Infine sulla fascia da capitano dedicata ad Astori e sul futuro confronto con Cristiano Ronaldo a inizio dicembre: 

Quando vedo la fascia di capitano è sempre bellissimo, una responsabilità enorme. Abbiamo lottato per far sì che la Lega ci facesse utilizzare questa ascia da capitano che rappresenta la città, la squadra e il nostro capitano Davide Astori. Per quanto riguarda la Juve, so quanto conta. A Firenze quando arrivi ti dicono subito la data della partita. Loro sono una grande squadra e con Cristiano Ronaldo sono ancora più forti. Noi perà proveremo come sempre a fare il nostro gioco e a vincere

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.