NFL in numeri: il campione Brees, la difesa dei Bears, Ryan e i Chiefs

Giornata ad alto voltaggio per l'NFL con la sconfitta dei Rams, i miracoli di Brees e la coppia Chargers-Chiefs che continua a volare.

Thomas distrugge la secondaria dei Rams Getty Images

6 condivisioni 0 commenti

di

Share

La nona giornata NFL sancisce più di un momento storico, ma la notizia di notevole rilevanza riguarda l’imbattibilità, infatti è crollato anche l’ultimo solido fortino di questo inizio di stagione e ora non c’è più nessuna squadra con la casella delle sconfitte a quota zero. Oltre a questa striscia si è fermata anche quella di Adam Thielen, che dopo sette partite consecutive da più di 100 yards ricevute, è riuscito comunque a mettere a segno una realizzazione nella vittoria contro i Lions, ma le sue yards sono state solo 22 interrompendo così un record che rimarrà comunque negli annali.

Sempre restando in tema Minnesota Vikings, è stata una giornata storica perché la difesa ha messo a segno la bellezza di 10 sacks, battendo il precedente record di franchigia di nove realizzato nel 1993 contro i Chicago Bears. All’interno di questo numero c’è un protagonista principale in Danielle Hunter che ne ha registrati la bellezza di 3.5, non limitandosi solo alla pressione difensiva, ma convertendo anche un fumble in touchdown nel quarto periodo sigillando il match. È solamente il secondo giocatore a far registrare 3.5 sacks e un touchdown nella stessa partita dal 1992 quando queste statistiche vengono tracciate e raggiunge Shaun Phillips dei Chargers che riportò in meta un intercetto nel 2010 contro gli Arizona Cardinals. Se parliamo di difesa non si può prescindere dai Chicago Bears, che nonostante il non irreprensibile test di Nate Peterman e dei Bills, hanno convertito due touchdown con la difesa, grazie al ritorno di fumble in TD da 65 yards della safety Eddie Jackson, unita alle 19 yards di pick six realizzate dal linebacker Leonard Floyd. Il tutto, per dovere di cronaca, senza Khalil Mack ai box ancora per infortunio.

Si ferma in questa settimana anche la corsa dei Washington Redskins, leader della NFC East dopo una partenza sprint che in pochi si sarebbero aspettati. Il sense of urgency degli Atlanta Falcons per ritornare in gioco nei playoff della NFC ha fatto il resto. Matt Ryan ha griffato una giornata storica con 26-38 passaggi completati (68.4%) per 350 yards e 4 TD per un sontuoso 121.6 di passer rating. Matty Ice è alla cinquantesima partita di carriera con almeno 300 yards lanciate raggiungendo Drew Brees come unico altro quarterback nella storia NFL con 50 lanci vincenti nelle prime undici stagioni di carriera. La sinergia con Julio Jones è una delle chiavi, infatti il ricevitore prediletto ha catturato sette palloni per 121 yards e un TD raggiungendo per la 44° volta la tripla cifra di yards guadagnate nelle prime otto stagioni di carriera, pareggiando Calvin Johnson. Solo Randy Moss a quota 45 li guarda dall’alto.

Brees e Goff hanno dato spettacoloGetty Images

NFL: cadono i Rams sotto i colpi del fenomeno Brees

Nella settimana appena passata c’è stato l’interessante scambio di complimenti tra Tom Brady e Aaron Rodgers con TB12 che ha definito A-Rod molto più talentuoso di lui. Se la sterile diatriba su chi sia il più forte debba nascere e morire immediatamente, è difficile lasciare fuori dal novero dei più grandi quarterback della storia NFL, Drew Brees. Ieri ha affossato i Rams con una prova maiuscola da 346 yards, quattro touchdown e nessun intercetto per un notevole 137 di passer rating, raggiungendo così per la ventiduesima volta in carriera le 300 o più yards con quattro TD e 0 intercetti pareggiando proprio Tom Brady. La sua prestazione è stata esiziale, punendo ogni errore avversario e indirizzando il match con l’istinto del killer quando sul finire del primo tempo ha convertito in sette punti uno dei rari errori di Jared Goff.

Al suo fianco c’è Michael Thomas, anch’egli piuttosto sottovalutato all’interno del novero dei migliori ricevitori della lega, che ieri ha siglato il record di franchigia con 211 yards ricevute, includendoci anche il touchdown nel quarto periodo da 72 yards che ha sostanzialmente condannato i Rams alla prima sconfitta stagionale. Per entrare sul gradino più alto dei libri nella storia dei Saints ha passato le 205 yards realizzate da Wes Chandler nel 1979 contro gli Atlanta Falcons, diventando il terzo sopra le duecento con lo stesso Chandler e Torrance Small. Nonostante la sconfitta i Rams hanno comunque dato vita a una partita già da consegnare agli awards stagionali.

Mahomes è già un recordman NFLGetty Images

Chiefs e Chargers continuano a correre

I Kansas City Chiefs di coach Reid non hanno avuto grosse difficoltà a sbarazzarsi dei Cleveland Browns al primo capitolo dopo lo scossone che ha colpito il coaching staff con il licenziamento di Hue Jackson e Todd Haley. La musica cambia poco in Ohio perché Patrick Mahomes lancia per 375 yards e 3 TD con un intercetto e un passer rating di 129 alla sua decima partita in carriera. Con quelle accumulate ieri, ha raggiunto le 3185 yards diventando il QB con il maggior numero di yards lanciate per un giocatore alle sue prime dieci apparizioni in NFL. Oltre a questo ci sono otto partite consecutive oltre alle 300 yards, pareggiando Andrew Luck (2014) come unici nella storia.

Per chiudere la giornata delle squadre migliori della lega, i Los Angeles Chargers proseguono la loro cavalcata e battono a domicilio i Seattle Seahawks per 25-17. Rivers lancia per 228 yards con zero intercetti e 105.9 di passer rating, confezionando la sua duecentesima apparizione consecutiva dall’ormai lontano 11 settembre 2006 e diventando il quarto della storia assieme a Brett Favre (297), Eli Manning (210) e Peyton Manning (208) a sorpassare i duecento cartellini consecutivi. Che sia il leader dei Chargers non ci sono dubbi, ma ora questa squadra fa paura a tutte le contendenti e si sta guadagnando un posto al sole nella AFC.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.