Champions League, Ancelotti: "L'ambiente è carico, vogliamo ripeterci"

Carlo Ancelotti e Josè Callejon in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Champions League contro il PSG. Per l'impresa serve ripetere la prestazione dell'andata.

79 condivisioni 0 commenti

di

Share

Si respira aria di Champions League a Napoli, dove sono attesi almeno duemila tifosi parigini, ma senza nessun allarme sicurezza grazie al gemellaggio tra le due tifoserie. Al San Paolo sarà tutto esaurito, si prevedono 53.000 spettatori, finalmente gli azzurri potranno contare sul massimo sostegno del 12° uomo in campo. Serve anche questo per poter piegare il PSG nel big match di domani, perché un'eventuale sconfitta significherebbe dire addio al passaggio del girone e dover rimpiangere quel maledetto gol al 94' di Di Maria nella gara di andata.

Bisogna ripetere la prestazione impeccabile di due settimane fa al Parco dei Principi, Carlo Ancelotti potrebbe provarci con la formazione schierata contro il Liverpool, l'unica differenza potrebbe essere rappresentata da Dries Mertens al posto di Arkadius Milik, con un probabile utilizzo nella ripresa. Mai come stavolta i nomi degli undici in campo sembrano prevedibili, ma quest'anno non ci sono certezze fino ad un'ora prima della partita. Tra gli avversari ritorna tra i pali Gigi Buffon, protagonista di tante acerrime sfide contro il Napoli ai tempi della Juventus, in difesa si rivede Thiago Silva, ma il ct Thomas Tuchel dovrà fare i conti con i dubbi legati al grande ex Edinson Cavani, alle prese con un problema fisico ancora da valutare.

Il segreto della vittoria è nello spirito di squadra. Il Napoli non può contare su singole personalità di alto spessore come il PSG, ma su un gioco collettivo capace di stupire in serie A ma anche in Champions League. Una sala stampa gremita già un'ora prima dell'inizio preannuncia una sfida da dentro o fuori. Il Napoli ha nelle mani uno storico match-ball, in una notte magica che metterà i brividi, con gli occhi puntati di milioni di persone in collegamento televisivo, pronte ad assistere ad una pagina di storia indelebile, aldilà del risultato.

Carlo Ancelotti alla vigilia della sfida di Champions League contro il PSGGetty Images

Champions League, Napoli-PSG: la conferenza stampa di Ancelotti e Callejon

Al centro tecnico di Castel Volturno Carlo Ancelotti e Josè Callejon sono i protagonisti del giorno, prima di scendere in campo per l'ultimo allenamento alla vigilia della partita di Champions League. Il mister è concentratissimo e riflette lo stato d'animo che vorrà infondere ai suoi giocatori.

Il gruppo sta bene, abbiamo recuperato bene dopo la partita di venerdì, sappiamo la difficoltà, l'importanza, quello che dobbiamo fare. L'ambiente è carico nella maniera giusta e faremo il meglio delle nostre possibilità. Nella partita di andata il PSG ha utilizzato due maniere diverse di strategie, non so che strategia utilizzeranno. Rimane una squadra molto forte da affrontare, in base alla loro disposizione cambierà anche un po' la nostra. In questo momento è tutto indecifrabile.

Dopo la sfida dell'andata grandi aspettative ruotano attorno al Napoli, l'impressione è che sia il PSG a dover temere gli azzurri. I parigini hanno perso contro il Liverpool e quasi perso contro gli azzurri. Ma i padroni di casa non possono fare calcoli, sia a livello nazione che europeo.

Contro le grandi squadre non è mai il momento giusto non, abbiamo grande rispetto per questa squadra fortissima. La gara di andata ci dà più convinzione, ma resta una partita difficilissima. All'andata abbiamo fatto bene sul campo e vogliamo ripeterci, altrimenti una partita difficile se non la fai bene sul campo diventa impossibile... Per guardare il traguardo è presto, abbiamo margini di miglioramento e dobbiamo migliorarci senza fare calcoli in campionato ed in questo gruppo. Qui il traguardo è più vicino, ma per domani non giochiamo facendo calcoli ma per fare il massimo ed anche qualcosa in più. Meglio di quello che abbiamo già fatto. Il risultato non ci ha premiato all'andata, ma non è venuto fuori per caso. Potevamo essere più concreti, ma dobbiamo fare qualcosa di straordinario per vincere.

Domani Josè Callejon giocherà da titolare sulla fascia destra, pronto a seminare assist per i suoi compagni e alla ricerca di quel che gol che possa fare da apripista alla sua sete di reti. La sensazione è che il Napoli sia molto più maturo per questo tipo di sfide.

Ogni volta che ho giocato a Napoli c'è stata una squadra forte, non so se questa è la più forte... Siamo in tanti che giochiamo insieme da anni, cresciamo in maturità, ci conosciamo sempre un po' di più. Tutti siamo andati più forti e la squadra è andata più forte.

Davanti alla difesa il PSG potrà contare sul ritorno di Thiago Silva, tra i pali un vecchio e ostico avversario come Gigi Buffon. Due pensieri in più per l'avanguardia partenopea?

Sempre difficile, anche la partita di andata è stata difficile, sono tutti forti. Dobbiamo essere consapevoli della partita di andata e ripeterla anche qua... Sto aiutando la squadra in ogni partita, faccio assist per i miei compagni. Quando i gol non arrivano ti mancano ma quando arriva il primo arrivano tutti... Col mister mi sento bene quando ci suggerisce delle cose. È uno molto bravo a fare cambi durante le partite, mi sento importante per i miei compagni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.