Champions ed Europa League, i risultati delle avversarie delle italiane

Mentre è in arrivo un altro turno di coppe europee diamo uno sguardo ravvicinato ai risultati, al momento di forma e alla situazione in classifica delle rivali di Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli e Roma.

106 condivisioni 0 commenti

di

Share

Archiviato il campionato, le nostre sei rappresentanti in Europa si preparano ai prossimi impegni in Champions ed Europa League con la consapevolezza nella quasi totalità dei casi di attraversare un ottimo momento di forma: esclusa la Roma, fermata a Firenze tanto dal mancato utilizzo del VAR sul rigore di Simeone quanto da un gioco che stenta a decollare a causa degli infortuni e di una campagna acquisti estiva forse non azzeccatissima, Juventus, Inter, Napoli, Milan e Lazio occupano le prime cinque posizioni della Serie A e sono tutte reduci da una vittoria.

La Juventus, che ancora sembra non aver espresso a pieno il suo grande potenziale, ha regolato senza troppi patemi il Cagliari allo Stadium centrando la vittoria numero 10 in 11 turni, la Lazio ha definitivamente ritrovato bomber Immobile schiantando la SPAL con un netto 4-1. Risultati rotondi anche per Inter e Napoli, capaci entrambe di rifilare una cinquina a Genoa e Empoli, mentre il successo del Milan, arrivato all'ultimo momento contro l'Udinese ancora una volta grazie a Romagnoli è figlio di quel carattere e quella grinta che Gattuso sembra essere riuscito a infondere nei suoi.

Se questi risultati possono permetterci di guardare con ottimismo agli imminenti impegni europei, tuttavia, bisogna anche tenere presente che le squadre che le nostre rappresentanti si troveranno ad affrontare da martedì a giovedì saranno di grande se non grandissima caratura, considerando che parliamo di realtà quali il Paris Saint-Germain, il Manchester United e il Barcellona. Ma se sarà praticamente impossibile ripetere il filotto di vittorie conseguito a inizio ottobre - quando su 6 gare arrivarono 5 vittorie, 4 su 4 in Champions League - possiamo senz'altro affermare che le italiane potrebbero comunque regalarsi più di una soddisfazione nell'imminente impegno europeo.

Champions League

Europa League

Logo Champions LeagueGetty Images

Champions League

Le avversarie della Juventus

La Juventus scenderà in campo mercoledì sera all'Allianz Stadium contro il Manchester United: dovessero arrivare i tre punti in casa, dopo quelli conquistati in Inghilterra due settimane fa, i bianconeri andrebbero a quota 12 punti e sarebbero già automaticamente qualificati al secondo turno con due giornate di anticipo. Anche se sulla carta una vittoria è un risultato tutt'altro che improbabile, visto il diverso rendimento delle squadre nei rispettivi campionati, gli ospiti guidati dall'ex-Pogba in campo e da José Mourinho in panchina sono avversari da prendere con le molle e reduci da due successi consecutivi in Premier League, l'ultimo dei quali arrivato in pieno recupero sul campo del Bournemouth agganciato in classifica al settimo posto.

Continua a deludere il Valencia, capace in 11 giornate di Liga di vincere soltanto in un'occasione e beffata nell'ultimo turno dal Girona: gli uomini di Marcelino cercano in tutti i modi di conquistare i tre punti in casa contro un avversario decisamente rinunciatario, ma continuano a mostrare gravi limiti in fase di finalizzazione e vengono colpiti a freddo a inizio ripresa da una rete di Pere Pons non riuscendo più a tornare in gara nonostante la gran mole di gioco prodotta. È la seconda sconfitta in campionato, peccato però che siano arrivati anche ben 8 pareggi e che la classifica collochi gli uomini guidati (ancora per quanto?) da Marcelino al 15esimo posto.

Ottima vittoria dello Young Boys sul campo del Grasshoppers in quella che una volta era la sfida principale nel calcio svizzero e che sabato è stato invece lo scontro tra la capolista e il fanalino di coda, insieme a Sion e Xamax, della Super League. Gli uomini guidati da Seoane studiano gli avversari per un tempo e poi colpiscono nella ripresa con le reti di Hoarau, Fassnacht e Aebischer, confermandosi al primo posto solitario in classifica con 34 punti in 13 giornate e un rassicurante +11 sul Basilea secondo.

  • AFC Bournemouth-Manchester United 1-2
  • Valencia-Girona 0-1
  • Grasshoppers-Young Boys 0-3

Le avversarie dell'Inter

Dopo la sconfitta rimediata al Camp Nou, deludente non tanto per un risultato ampiamente preventivabile ma piuttosto per le modalità con cui questo è arrivato, l'Inter ha l'occasione di riprendere a convincere anche in Europa pur se in una gara che si preannuncia abbastanza proibitiva per gli uomini di Spalletti. Il Barcellona guida infatti la Liga ed è accreditato da molti come il principale favorito per la vittoria finale in Champions League: un credito che può apparire generoso agli occhi degli ultimi risultati dei blaugrana, capaci di vincere appena 1-0 sul campo del modesto Cultural Leonesa in Coppa del Re (gol di Lenglet all'ultimo minuto) e poi di superare il Rayo Vallecano in campionato soltanto negli ultimi minuti di gioco. Sotto 2-1, gli uomini di Valverde ribaltano la gara con Dembélé e Suarez ma certo non danno l'impressione di essere imbattibili, pur guidando con merito il campionato spagnolo.

Vince 3-2 anche il Tottenham, che nella prima ora di gioco in casa del Wolverhampton sembra non avere alcuna difficoltà nel portare a casa i tre punti in palio grazie alle reti di Lamela e Lucas in rapido successione e al 3-0 firmato da Harry Kane. Punti nell'orgoglio, però, i padroni di casa si rifanno sotto e superano due volte Lloris con altrettanti rigori realizzati da Ruben Neves e Raul Jimenez. Gli uomini di Pochettino evitano la beffa e vincono, issandosi al quarto posto tra Liverpool e Arsenal, che pareggiano tra loro 1-1.

I londinesi se la vedranno in casa contro il PSV Eindhoven, che continua a guidare la classifica della Eredivisie olandese a punteggio pieno: in 11 giornate i Boeren hanno centrato altrettante vittorie, l'ultima contro il Vitesse (in dieci a causa di un'espulsione dopo meno di un quarto d'ora di gioco) arrivata senza dannarsi troppo l'anima con la rete a metà della riprese firmata da Luuk de Jong. Gli uomini di Van Bommel sono lanciati verso l'ennesimo titolo, inseguiti dall'Ajax che si trova a -5.

  • Rayo Vallecano-Barcellona 2-3
  • Wolverhampton-Tottenham 2-3
  • PSV Eindhoven-Vitesse 1-0

Le avversarie del Napoli

Napoli-PSG sarà forse la gara più interessante tra quelle che vedranno coinvolte le italiane nel prossimo turno di coppe europee. Beffati all'andata, quando sono stati raggiunti all'ultimo minuto da Di Maria, gli uomini di Ancelotti devono assolutamente vincere se vogliono ipotecare un passaggio del girone che si prannunciava difficile già  in sede di sorteggio. Il Paris Saint-Germain non sarà un cliente facile, potendo contare su numerosi campioni capaci di colpire in velocità e soprattutto su una fiducia nei propri mezzi fortificata dall'andamento in campionato: gli uomini di Tuchel guidano la Ligue 1 con 12 vittorie in 12 giornate, l'ultimo successo registrato contro il Lille terzo e steso 2-1 grazie alle reti della premiata ditta Neymar & Mbappé.

Il gruppo C della Champions League che comprende Napoli e PSG è guidato dal Liverpool di Jurgen Klopp, che perde invece la testa della classifica in Premier League dopo essere stato fermato sul pari dall'Arsenal, che all'Emirates Stadium raggiunge i Reds con Lacazette nei minuti finali dopo il momentaneo vantaggio firmato da Milner. Il rendimento stagionale dei vice-campioni d'Europa in carica è comunque di tutto rispetto: 8 vittorie e 3 pareggi in campionato, 21 reti segnate e appena 5 subite.

Numeri di tutto rispetto così come quelli della Stella Rossa, fanalino di coda in Champions ma leader assoluta nella Superliga serba dove in 15 giornate sono arrivati un pari e ben 14 vittorie, l'ultima sul campo del Proleter Novi Sad grazie all'autorete di Micic in apertura e al raddoppio firmato dal comoriano Ben Nabouhane, a quota 4 gol in campionato. La squadra guidata da Vladan Milojevic in Europa ha però collezionato appena un punto, arrivato nella gara di esordio contro il Napoli tra le mura amiche del Marakana che martedì pomeriggio vedrà l'arrivo del Liverpool.

  • Paris Saint-Germain-Lille 2-1
  • Arsenal-Liverpool 1-1
  • Proleter Novi Sad-Stella Rossa 0-2

Le avversarie della Roma

Dopo il pareggio tra le polemiche rimediato a Firenze la Roma tenterà di archiviare le delusioni in campionato rituffandosi in quella Champions League che per adesso ha regalato diverse soddisfazioni tra cui l'ultima vittoria in casa contro il CSKA Mosca, un 3-0 arrivato al termine di una brillante prestazione che i giallorossi tenteranno di ripetere in Russia. Dalla sfida contro gli uomini di Di Francesco il CSKA ha collezionato una sconfitta casalinga contro il Krasnodar e un pareggio a reti bianche nell'ultimo turno contro la Dinamo Mosca, risultati che collocano la squadra al quinto posto in classifica nella Prem'er Liga Russa: un momento poco brillante, dunque, l'occasione per Dzeko e compagni di allungare il passo alla ricerca della qualificazione.

Il Real Madrid, archiviata la fallimentare esperienza sotto la guida di Julen Lopetegui e affidato momentaneamente al tecnico del Castilla Santiago Solari, ha centrato due vittorie negli ultimi due impegni, eventi non scontati visto il momento poco felice dei campioni d'Europa in carica ma arrivati al termine di prestazioni poco brillanti: il Melilla in Coppa del Re era un avversario semplicemente troppo fragile, mentre in campionato le merengues hanno avuto ragione 2-0 del Valladolid al Bernabeu soltanto nel finale e soltanto dopo che gli ospiti avevano centrato due traverse. In classifica Sergio Ramos e compagni sono al sesto posto, lontani ben 7 punti dal Barcellona capolista.

Mercoledì sera i cechi del Viktoria Plzen ospiteranno il Real Madrid con l'idea di centrare una clamorosa impresa addirittura sfiorata all'andata al Bernabeu, dove arrivarono a carezzare l'idea del pareggio in casa dei campioni d'Europa grazie alla rete di Hrosovsky ma finirono sconfitti 2-1. Da allora gli uomini allenati da Pavel Vrba hanno steso lo Slovacko 2-1 e poi affrontato due volte in quattro giorni il Banik Ostrava: nella prima sfida, valida per il quinto turno della Coppa della Repubblica Ceca sono caduti 2-3 in casa ai supplementari, nella seconda si sono vendicati andando a vincere in trasferta grazie alla rete di Kopic conquistando così tre punti che valgono il primo posto in campionato in coabitazione con lo Slavia Praga.

  • Dinamo Mosca-CSKA Mosca 0-0
  • Real Madrid-Valladolid 2-0
  • Banik Ostrava-Viktoria Plzen 0-1

Europa League

Le avversarie della Lazio

Non è un momento facile per l'Olympique Marsiglia, un tempo squadrone dominante nel calcio francese e europeo e adesso ridotto a comparsa in entrambe le competizioni: la squadra guidata da Rudi Garcia, dopo essere stata sconfitta in casa dalla Lazio due settimane fa, ha inanellato due sconfitte di seguito in Ligue 1 finendo al sesto posto in classifica. E se il primo passo falso poteva essere preventivabile, dato che l'OM andava ad affrontare il Paris Saint-Germain assoluto dominatore degli ultimi anni del calcio transalpino, il 3-0 rimediato a Montpellier nell'ultimo turno, pur se contro una squadra seconda in classifica, è un bel campanello d'allarme per Payet e i suoi. Dovesse arrivare una sconfitta all'Olimpico - risultato tutt'altro che improbabile - ecco che arriverebbe anche un precoce addio all'Europa League.

Bella vittoria per 3-0 in trasferta invece per l'Eintracht Francoforte, leader del Gruppo H dell'Europa League e quinto in classifica in Bundesliga: gli uomini guidati dall'austriaco Hutter si impongono nettamente in casa del fanalino di coda Stoccarda grazie alle reti di Haller, Rebic e Nicolai Muller e proseguono un momento positivo che dopo il 4-1 rifilato alla Lazio a inizio ottobre li ha visti centrare 4 vittorie in 5 gare.

Momento estremamente negativo invece per i ciprioti dell'Apollon, che dopo essere stati stesi dall'Eintracht due settimane fa non sono riusciti a riscattarsi in campionato pareggiando contro il Doxa Katokopias e poi cadendo in casa contro l'Anorthosis, due squadre di metà classifica che hanno fatto perdere agli uomini di Sofronis Augousti la testa della classifica, attualmente occupata dall'AEL che ha giocato una gara in più dell'Apollon terzo (secondo l'APOEL) ma ha un vantaggio di ben 6 punti.

  • Montpellier-Olympique Marsiglia 3-0
  • Stoccarda-Eintracht Francoforte 0-3
  • Apollon-Anorthosis 1-2

Le avversarie del Milan

Superata la crisi vissuta recentemente, il Milan si rituffa in Europa League con l'intenzione di vendicare la sconfitta rimediata due settimane fa in casa dal Betis, che nel frattempo ha giocato tre gare: sconfitta in campionato contro il Getafe, vittoria in casa del Racing Santander nell'andata dei 16esimi di finale di Coppa del Re e pareggio nell'ultimo turno della Liga, un rocambolesco 3-3 arrivato contro il Celta Vigo: in vantaggio 2-0 grazie alle reti di Loren Moron e Firpo, i bianco-verdi andalusi hanno subito la rimonta degli avversari trovando il pari nel finale con Sergio Canales. Se la classifica in patria langue (14esimo posto, +4 dal Leganes terz'ultimo) in Europa il discorso è diverso e per il Milan non sarà facile spuntarla.

Seconda vittoria consecutiva in campionato per l'Olympiacos, terzo nella Super League greca a -4 dal Paok capolista e a -2 dall'Atromitos. La vittoria sul campo dell'Aris arriva grazie a una rete dell'egiziano Koka e segue quella conseguita all'ultimo minuto in casa contro l'Apollon Smyrnis: nel mezzo un altro trionfo, stavolta per 2-0, nella sfida contro il Panachaiki di Patrasso per la Coppa di Grecia.

Gli impegni di Europa League, dove non è arrivato neanche un punto, sono costati qualcosa in termini di fatica e concentrazione al Dudelange, terzo in classifica nel campionato lussemburghese guidato dal Jeunesse Esch capace di imporsi mercoledì scorso proprio in casa del club capace di rappresentare il Lussemburgo nelle coppe europee. Una sconfitta che ha fatto rumore e che è stata prontamente vendicata nell'ultimo turno, dove gli uomini guidati da Dino Toppmoller hanno travolto il Rumelange ultimo in classifica segnando addirittura 9 reti: poker del bomber francese Nicolas Perez, in gol anche il difensore serbo ex-Lazio Milan Bisevac, 35 anni.

  • Betis-Celta Vigo 3-3
  • Aris-Olympiacos 0-1
  • Rumelange-Dudelange 2-9

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.