Serie A, Juventus-Cagliari: probabili formazioni e quote dei bookmakers

Nonostante il prossimo impegno di Champions Allegri vuole la vittoria e schiera l'artiglieria pesante, Maran risponde con il 4-3-2-1. Bianconeri favoriti.

49 condivisioni 0 commenti

di

Share

Quando in estate ha lasciato il Real Madrid per raggiungere la Juventus e la Serie A, protagonista del cosiddetto "trasferimento del secolo", Cristiano Ronaldo è stato ovviamente esaltato da buona parte di tifosi e addetti ai lavori, che salutavano l'arrivo in Italia di quello che per molti è il miglior calciatore al mondo, ma non è mancato chi insinuava che l'età avanzata del portoghese sarebbe stata un problema o chi, più semplicemente, ipotizzava per lui un utilizzo part-time, soprattutto in campionato.

Mai previsioni si sarebbero rivelate più errate, sia quello relativa all'integrità fisica di CR7 sia quella riguardante lo spirito con cui avrebbe affrontato la nuova avventura bianconera: nelle 10 gare giocate dalla Juventus in Serie A in questa stagione Cristiano Ronaldo è sempre sceso in campo dal primo minuto, evento che si ripeterà anche nell'11esima giornata che vedrà la capolista vedersela all'Allianz Stadium con il Cagliari di Rolando Maran: questo nonostante l'impegno di Champions League contro il Manchester United, che potrebbe valere ai bianconeri il passaggio del turno con largo anticipo, sia distante appena quattro giorni.

Allegri non risparmia sulle scelte, anche se opererà un turn-over ragionato che vedrà comunque l'avvicendamento di alcuni titolari, più per tenere sulla corda le alternative presenti in rosa alla formazione titolare che per risparmiare le forze: conquistare i tre punti in Serie A è sempre una priorità per il tecnico di Livorno, a maggior ragione dopo il passo falso arrivato nell'ultimo turno casalingo contro il Genoa che ha visto il riavvicinamento di Napoli e Inter. Un'impresa, quella dei liguri, che il Cagliari 12esimo in classifica tenterà di ripetere confermando la formazione capace di pareggiare in trasferta con la Fiorentina e poi di stendere il Chievo nell'ultima uscita.

Serie A, Massimiliano Allegri tecnico della JuventusGetty Images
Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus dal 2014: in precedenza ha allenato anche il Cagliari dal 2008 al 2010.

Le probabili formazioni di Allegri e Maran

Due i cambi che Allegri opererà tra i suoi nel caso molto probabile in cui il tecnico bianconero decida di continuare sul solco del 4-3-3 ed entrambi in difesa, dove De Sciglio e Benatia prenderanno il posto rispettivamente di Alex Sandro e Chiellini completando la linea a quattro con Bonucci e Cancelo. A centrocampo, scartata l'ipotesi 4-4-2 che avrebbe visto Cuadrado dal primo minuto sulla fascia destra, ancora una maglia da titolare per Bentancur: l'uruguaiano agirà al fianco di Pjanic e Matuidi, mentre il tridente d'attacco sarà composto da Douglas Costa - Bernardeschi non è al top - l'immancabile Cristiano Ronaldo e Dybala, preferito a un Mandzukic ancora non completamente recuperato. Szczesny ancora titolare con Perin in panchina.

Consueto 4-3-2-1 per il Cagliari di Rolando Maran, che deve rinunciare agli indisponibili Klavan, Farias e Lykogiannis e conferma l'impianto di gioco che ha permesso ai sardi di ottenere una buona serie di risultati nelle ultime settimane: i dubbi riguardano il centrale da affiancare a Ceppitelli, con Pisacane in vantaggio su Romagna - cresciuto proprio nella Juventus - e Srna favorito su Faragò a destra. Nel mezzo linea mediana che vedrà Ionita, Bradaric e Barella coprire le spalle a Castro, schierato nel ruolo di trequartista alle spalle di Pavoletti: tra i due agirà come di consueto Joao Pedro, chiamato a sdoppiarsi nel doppio ruolo di regista offensivo e seconda punta.

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Benatia, De Sciglio; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Dybala, Cristiano Ronaldo, Douglas Costa.

Cagliari (4-3-2-1): Cragno; Srna, Pisacane, Ceppitelli, Padoin; Ionita, Bradaric, Barella; Castro, Joao Pedro; Pavoletti.

PavolettiGetty Images
Spetterà a Leonardo Pavoletti il compito di impensierire la difesa bianconera.

Dove vedere Juventus-Cagliari in tv e streaming

Juventus-Cagliari, anticipo del sabato sera dell'11esima giornata di Serie A, sarà visibile come tutte le gare del massimo campionato in questa determinata fascia oraria su DAZN, piatttaforma a cui per gli abbonati è possibile accedere da pc, tablet, smartphone e smart TV. La telecronaca sarà affidata a Pierluigi Pardo, che sarà in collegamento dalle 20,15 per raccontare la gara che avrà inizio alle 20,30. 

1x2: le quote dei bookmakers

Dopo aver pareggiato in casa contro il Genoa la Juventus difficilmente ripeterà il mezzo passo falso, almeno secondo le quote dei bookmakers che quotano la vittoria bianconera a 1,15 considerandola scontata: il pareggio dei sardi è a 7, una vittoria che sarebbe clamorosa addirittura vale 16 volte la posta in gioco. Nelle previsioni Juventus-Cagliari sarà una gara con molti gol (le quote di Under e Over 2,5 sono rispettivamente 2,5 e 1,5) che i bianconeri dovrebbero essere capaci di chiudere già nel primo tempo: il Parziale/Finale 1-1 è dato a 1,55, il che significa che la squadra di Allegri dovrebbe concludere già in vantaggio il primo tempo, mentre scommettere sul fatto che prima di capitolare i sardi reggano almeno i primi 45 minuti (X-1) ha l'interessante quota di 4,25 .

Il risultato più probabile è il 2-0, quotato a 5,75, mentre anche il 3-0 (6,5) viene preferito al semplice 1-0 che viene dato a 8. Lo 0-1 del Cagliari paga addirittura 33 volte la posta in gioco. Cristiano Ronaldo, Dybala e Douglas Costa sono nell'ordine primo, secondo e terzo primo marcatore più probabile con quote rispettivamente di 3,3, 4,5 e 8.

I precedenti in Serie A

Storicamente il Cagliari è un avversario piuttosto indigesto per la Juventus: bianconeri e sardi si sono incontrati in Serie A in un totale di 74 occasioni, con i primi capaci di vincere nella metà delle occasioni (37 vittorie) e i secondi abili nel centrare 11 vittorie e ben 26 pareggi, score di tutto rispetto considerato anche come la storia del nostro calcio abbia da sempre visto le due società su piani nettamente differenti dal punto di vista economico e delle ambizioni. 

Il primo confronto risale alla stagione 1964/1965, la prima dei sardi rossoblù in massima serie: il 20 settembre 1964 al Comunale di Torino finisce 0-0, mentre al ritorno in Sardegna giocato il 31 gennaio 2015 il Cagliari riesce addirittura a imporsi 1-0 con gol del leggendario Gigi Riva. La stagione successiva la storia si ripete (pari in casa dei bianconeri, vittoria dei sardi al ritorno) così per trovare la prima vittoria della Juventus bisogna arrivare al quinto confronto tra le due compagini: nel campionato 1966/1967 i bianconeri si impongono finalmente tra le mura amiche per 1-0 grazie al gol di De Paoli.

La miglior vittoria della Juventus è il 4-0 arrivato nel campionato 2005/2006 e ripetuto due stagioni fa con le reti di Rugani, Higuain, Dani Alves e l'autorete di Ceppitelli. L'ultima vittoria a Torino del Cagliari risale alla stagione 2008/2009 (2-3 in rimonta con reti di Biondini, Jeda e Matri) mentre l'ultima vittoria in assoluto è di pochi mesi dopo, un netto 2-0 arrivato il 29 novembre 2009 firmato da Nené e ancora Matri. 6 il numero massimo di gol nella storia di questa sfida, raggiunto nel 2005 e nel 2010 con due vittorie bianconere per 4-2.

Degno di menzione infine il precedente doppio confronto verificatosi nei quarti di finale della Coppa UEFA 1993/1994: all'andata il Cagliari si impose 1-0 in casa grazie al gol di Dely Valdes, al ritorno fu capace di ripetersi in trasferta 1-2 grazie alle reti di Firicano e Lulù Oliveira dopo l'iniziale vantaggio bianconero firmato da Dino Baggio. I sardi sarebbero poi caduti in semifinale contro un'altra italiana, l'Inter, capace poi di superare nella doppia finale il Salisburgo e conquistare il trofeo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.