MotoGP, Marc Marquez pole e penalty: "Ho chiesto scusa a Iannone"

Marc Marquez penalizzato per guida pericolosa nella Q2. Il campione di MotoGP partirà dalla 7^ piazza a Sepang, ma chiede di rivedere anche il comportamento di Rossi.

248 condivisioni 0 commenti

di

Share

Marc Marquez è un treno che non conosce fermate. Nonostante la quinta vittoria iridata MotoGP a Motegi, la settima in carriera, in Malesia continua ad osare, non si lascia condizionare dal bagnato, sfrutta la sua attitudine ad adattarsi in fretta alle condizioni più difficili e conquista l'11esima pole position stagionale, la numero 80 in carriera, la 52esima in classe regina. Peccato che a guastare la festa ci abbia pensato la Race Direction, decretando una penalizzazione di sei posizioni in griglia di partenza per guida pericolosa nel corso della Q2.

Andrea Iannone era nel bel mezzo di un giro veloce, il Cabroncito ha frenato alla fine della curva 8 ostacolando la traiettoria del pilota Suzuki. Tra i due sono volati gesti poco eleganti, complice l'adrenalina della velocità e della pole position in palio. Iannone ha perso almeno quattro decimi mancando la prima fila, che ha riconquistato però dopo il penalty inflitto al campione della Honda. La nuova griglia di partenza lo vede davanti insieme a Valentino Rossi e a Johann Zarco in pole, Marc dovrà cominciare la gara dalla settima casella.

Su un tracciato lungo e largo come quello di Sepang, la posizione di partenza riveste un ruolo secondario. Basteranno poche curve a Marc Marquez per riportarsi in testa al gruppo, ma a condizionare la sfida di domani saranno due i fattori: le condizioni meteo e la scelta della gomma posteriore. Un forte acquazzone ha ritardato le qualifiche di 90 minuti, domani il semaforo verde è stato anticipato di due ore (6:00 ora italiana, le 13:00 ora locale) perché in quel momento della giornata ci sono meno probabilità di pioggia e, in caso di maltempo, sarà possibile attendere condizioni migliori senza dover rinviare il GP al giorno dopo. Qualunque siano le condizioni c'è da scommettere che il Cabroncito, dopo quanto visto oggi in pista, andrà all'inseguimento della nona vittoria di questa stagione 2018 di MotoGP.

Andrea Iannone pilota MotoGPGetty Images

MotoGP, l'episodio della squalifica di Marc Marquez a Sepang

Cosa è successo tra la curva 8 e la 9 del Sepang International Circuit nel corso della seconda manche delle qualifiche? Il primo a ricostruire gli eventi, ancor prima che la Race Direction sentenziasse la penalizzazione, è Andrea Iannone.

Io esco dalla curva 8, lui mi ha visto che stavo arrivando e andava piano. Alla fine si è messo nella traiettoria, nella linea ideale che dovevo fare io, non ha frenato forte, ha fatto la curva molto piano, ho perso almeno quattro decimi, era una prima fila per noi ed era molto importante. Non ho ancora avuto modo di parlare con Marc - ha detto il pilota di Vasto a Sky Sport MotoGP -, solo quando abbiamo provato la partenza mi ha chiesto scusa e accetto le scuse. Però bisogna fare attenzione, perché il regolamento parla chiaro...

La decisione del pannello dei commissari viene digerito con il naso chiuso da Marc Marquez, che invita a rivedere quanto accaduto durante l'ultima sessione di prove libere con Valentino Rossi.

In MotoGPil problema è che si va molto veloce. Non so se Iannone sia arrivato velocemente, non l'ho visto, ma è vero che l'ho ostacolato un po' in curva. Ho cercato di guardare indietro, pensavo ci fosse Rins, invece c'era anche Iannone. Ma nella FP4 è successo qualcosa di simile con Valentino. Venivo veloce, ha lasciato il box e non mi ha visto. Ha chiesto scusa e ho accettato. Mi sono scusato con Iannone, realisticamente in MotoGP nessuno vuole ostacolare gli altri. Non è come in Moto3 e Moto2 che vanno alla ricerca della scia. La Direzione Gara dovrebbe dire qualcosa anche agli altri...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.