Calciomercato, Rafinha: "Inter, perché non mi hai trattenuto?"

Il centrocampista del Barcellona ha parlato del mancato riscatto da parte dei nerazzurri: "Hanno preferito altri giocatori. Il gol al Camp Nou? Felice e triste allo stesso tempo".

708 condivisioni 0 commenti

di

Share

Da Barcellona a Milano, andata e ritorno. Un'esperienza durata solo pochi mesi, con il nerazzurro che presto è tornato blaugrana. Ma nella borsa che Rafinha ha portato con sé non c'è spazio per i rimpianti, anzi. La sua permanenza all'Inter ha consentito al club di tornare in Champions League dopo un lungo digiuno. Durante il calciomercato invernale si è aperta la possibilità di vederlo in Serie A, il brasiliano l'ha colta al volo.

Nella sua parentesi alla corte di Spalletti, Rafinha è stato un punto di riferimento inamovibile, a cominciare dall'esordio nella sfortunata trasferta di Ferrara contro la SPAL (1-1). Qualche settimana per ambientarsi e ingranare, poi si è visto il vero talento brasiliano. Sacrificio e classe, qualità che non sono sfuggite ai tifosi dell'Inter. Il riscatto sembrava scontato e invece le scelte di calciomercato sono state diverse.

A centrocampo il club ha deciso di puntare tutto su Nainggolan, mentre in avanti sono arrivati Politano, Keita e Lautaro Martinez. Nessuna possibilità per Rafinha, tornato a Barcellona e con poche chance di vedere il campo. Poi l'infortunio di Messi che gli spalanca le porte della titolarità in Champions League. Proprio contro la sua vecchia squadra. E come vuole la regola non scritta del calcio, ecco il gol dell'ex. Puntuale. E pensare che la storia sarebbe potuta andare in un altro modo.

Spalletti e Rafinha, Barcellona-InterGetty Images
Il saluto tra Spalletti e Rafinha durante il match del Camp Nou tra Barcellona e Inter

Calciomercato, Rafinha: "Volevo rimanere all'Inter"

Non per tutti è facile riavvolgere il nastro dei ricordi. Ma non per Rafinha, che ha uno splendido ricordo dell'Inter e dei tifosi nerazzurri. Tornando indietro farebbe la stessa scelta. E, come se non bastasse, avrebbe accettato con gioia di rimanere a Milano anche al termine della stagione:

Io ero convinto che sarei rimasto all'Inter, ma non è stato così. Hanno preferito altri giocatori e non resta che andare avanti. L’affetto e la riconoscenza che provo per l’Inter nasce dal fatto che mi hanno accolto dopo nove mesi d’inattività. Ora sono contento e motivato nel Barcellona. Spalletti? Quando dico che è diretto, mi riferisco al suo modo di allenare, di dirigere il gruppo. Ma non ho parlato del mancato riscatto con lui.

Un passo indietro più breve per parlare della sfida tra Barcellona e i nerazzurri. Il successo dei catalani per 2-0 porta la firma proprio di Rafinha, che ha sbloccato il match nel primo tempo:

Dentro di me ho sentito una grande gioia per aver segnato un gol per la mia squadra, ma al contempo mi è venuto naturale non festeggiarlo per rispetto verso i miei vecchi compagni. Poi ho chiesto l'acqua ad Handanovic: non ci fosse stata un’amicizia con Samir, non avrei mai potuto chiederglielo.

View this post on Instagram

Missione Compiuta.

A post shared by Rafinha Alcantara (@rafinhaaa93) on

Dalla lunga intervista rilasciata al Corriere dello Sport emerge un incrocio curioso. Dall'infortunio in Roma-Barcellona nel contrasto con Nainggolan alla scelta dell'Inter di preferirgli il belga nell'ultima sessione di calciomercato:

Sono convinto che quell’incidente mi abbia migliorato come calciatore e come professionista. Gli infortuni ci stanno nel calcio. Lui mirava il pallone, ma alla fine ha preso me. Dopo mi ha anche mandato un messaggio. L'Inter lo ha preso al posto mio? Gli auguro di vincere molto, non sono una persona portata a serbare rancore.

In chiusura c'è spazio anche per una considerazione sulla Serie A e il gap tra Juventus e Inter:

La Serie A ha fatto un salto di qualità. Mi avevano parlato di tatticismo esasperato, ma a me è piaciuto tutto. La Juventus non è così lontana, il progetto nerazzurro è ottimo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.