Serie A, Ilicic: "Avevo paura di non svegliarmi più come Astori"

Il fantasista dell'Atalanta parla del grave problema di salute che lo ha tenuto a lungo lontano dai campi: "Adesso guardo le cose in maniera differente".

1k condivisioni 0 commenti

Share

Il peggio è alle spalle. Adesso Josip Ilicic sorride e cerca di dimenticare quella maledetta infezione ad un linfonodo che gli ha fatto anche pensare di lasciare il calcio. Il fantasista dell'Atalanta è tornarto a parlare del momento da lui definito "il più diffiicile della vita", lo ha fatto ai microfoni de Il Corriere dello Sport: 

Adesso guardo le cose in maniera totalmente differente, vivo e mi godo ogni minuto e ogni secondo insieme alla mia famiglia. Per me conta stare bene con le mie figlie, con mia moglie e con mia mamma. Quando succedono cose simili ti rendi conto quanto la vita sia breve. Bisogna godersi le persone a cui si tiene. Faccio il mio lavoro qui al campo e poi torno subito a casa. Voglio sempre i miei cari accanto a me

Durante la malattia il pensiero di Ilicic è andato spesso a Davide Astori, tragicamente scomparso nel sonno lo scorso 4 marzo: 

Ho pensato a quello che era successo a Davide, mi ha fatto passare dei momenti difficili e ho sofferto tanto. È stata una tragedia inaspettata e terribile, non ho dormito per notti e notti. Quando sono stato male io, ho avuto paura che mi potesse succedere qualcosa di simile. Temevo di non svegliarmi più, avevo paura che non avrei più visto la mia famiglia. Avevo paura di andare a letto e addormentarmi. Il calcio non è tutto nella vita, l’ho capito sulla mia pelle

Infine sulle sue condizioni: 

Mi sento stanco (ride, ndr), ma sto bene e questa è la cosa più importante. Mi mancava star bene

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.