Serie A, 5 fotogrammi per descrivere Milan-Genoa: scherzetto rossonero

La squadra di Gattuso ha superato quella di Juric al 91' grazie al gol di Romagnoli, ma prima c'è stata un'intera partita a tratti horror.

453 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nella notte di Halloween, mentre fuori dallo stadio i bambini bussavano alle porte a chiedere dolcetti minacciando scherzetti, Milan e Genoa recuperavano la prima giornata di Serie A sul prato di San Siro. E di scherzetti se ne sono fatti parecchi, a vicenda: alcune giocate folli, un autogol horror, una caramella di Suso, un entrata killer di Criscito su Cutrone. Alla fine l'ultimo campanello lo ha suonato Alessio Romagnoli: scherzetto a Radu al 91', che fino a quel momento aveva negato parecchi dolci ai rossoneri.

Tutti si aspettavano il capocannoniere della Serie A Piatek e invece nel Genoa ha brillato Kouamé, che ha fatto impazzire il Milan in ogni zona di campo con le sue sgroppate, mentre lo stadio se la prendeva con il malcapitato Bakayoko, che ha alternato cose buone a cose pessime. Ottima prova di Biraschi che merita parecchi dolcetti, Suso mascherato da rientro sul sinistro ha spaventato parecchi difensori rossoblu.

Il Milan in tre giorni supera entrambe le squadre di Genova e rilancia le sue ambizioni europee agganciando la Lazio al quarto posto in Serie A. I rossoneri non hanno giocato la loro miglior partita ma hanno attaccato tanto, una vittoria di rabbia e di convinzione, arrivata grazie al gol del capitano che ha "riscattato" l'autogol (anche se era il meno colpevole in quell'occasione), con Criscito che non ha potuto fare altro che guardare il pallone entrare in porta.

Serie A, fotogramma n°1: Suso incinta

Tutti sanno che Suso rientrerà sul sinistro, nessuno riesce a fermare Suso che poi quel sinistro lo fa partire: l'1-0 rossonero è tutto dello spagnolo, che poi mostra orgoglioso il suo pancione e dedica il gol alla famiglia che verrà.

2) Criscito killer

Però è Halloween e un tocco di horror ci vuole: Mimmo Criscito prova a uccidere Cutrone con un intervento a gamba tesa, ma colpisce solo il gomito del giovane attaccante, che poi si rialza un po' dolorante ma senza troppi problemi.

3) La disperazione di Maldini

Il Milan a un certo punto ha cominciato a fare di tutto pur di far segnare il Genoa, che però non è riuscito a far gol. Allora la squadra di Gattuso ha deciso di prendere in mano la situazione e di segnare nella sua stessa porta. La partita a quel punto si è messa un po' malino per i rossoneri, e Maldini in tribuna non ha gradito troppo (anche la faccia di Leonardo è abbastanza eloquente).

4) Gattuso no-stop

Con la sua solita verve, Gattuso ha provato anche a stoppare un pallone che scendeva in picchiata nella sua area tecnica. Senza successo.

5) BakayoNO

Altra partita non sufficiente per Bakayoko, che perde dentro l'area del Milan quel pallone che poi finirà in rete dopo la deviazione di Romagnoli. L'ex Chelsea ha provato anche a farsi vedere in attacco, ma i risultati non sono stati entusiasmanti.

Fotogramma Bonus - Estati rossonera

Alla fine, comunque, resta questa immagine di Romagnoli, che riassume un po' le sensazioni di tutti i tifosi del Milan dopo il triplice fischio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.