I cinquanta allenatori migliori al mondo: la classifica

Il tecnico del Manchester City in vetta alla classifica dei cinquanta migliori allenatori al mondo stilata da FourFourTwo. Allegri, quarto, è il primo italiano della lista.

502 condivisioni 0 commenti

di

Share

Come accade ogni anno, il sito britannico FourFourTwo (4-4-2), specializzato in questo genere di liste, ha stilato la propria classifica dei cinquanta migliori allenatori al mondo. Se nel 2017 al primo posto figurava l'ex ct Antonio Conte, il vincitore del 2018 è Pep Guardiola (ottavo dodici mesi fa), che chiude davanti a Zinedine Zidane e Diego Simeone.

Ben nove gli italiani presenti: in ordine di posizione, Massimiliano Allegri, Maurizio Sarri, Eusebio Di Francesco, Antonio Conte, Gian Piero Gasperini, Marco Giampaolo, Stefano Pioli, Luciano Spalletti e Simone Inzaghi. Due in più dello scorso anno, quando oltre ai citati Conte, Allegri, Sarri, Gasperini, Di Francesco e Spalletti c'era anche Massimo Carrera, recentemente esonerato dallo Spartak Mosca.

Pochi gli esclusi eccellenti, tre i “dimenticati” di spicco che forse avrebbero dovuto essere presenti: Jupp Heynckes, Carlo Ancelotti e Claudio Ranieri. Secondo FourFourTwo, inoltre, né Joachim Low né Julen Lopetegui hanno meritato di entrare nella Top 50.

Guardiola e Simeone, Classifica dei cinquanta migliori allenatori al mondoGettyImages
Guardiola e Simeone

La classifica dei cinquanta migliori allenatori al mondo

Posizioni 50-41

Alla posizione numero 50 c'è Brendan Rodgers, vecchia conoscenza del Liverpool e attuale allenatore del Celtic, vincitore di tutto in Scozia ma semplice comparsa in Europa League. Davanti a Rodgers, ecco Simone Inzaghi, per il secondo anno di fila l'allenatore italiano posizionato più in basso in classifica. A seguire Ricardo Gareca, ct del Perù qualificatosi a una fase finale Mondiale dopo trentasei anni, Sean Dyche, protagonista della rivelazione Burnley, e i due sudamericani Juan Carlos Osorio e Ariel Holan.

Quarantaquattresimo il tecnico del Braga Abel Ferreira. Poi l'ex romanista Rudi Garcia, giunto in finale di Europa League col suo Marsiglia, e Quique Setien, la cui bravura è stata saggiata qualche giorno fa dal Milan. Nessuno di loro, sempre secondo FourFourTwo, ha però fatto meglio di Eddie Howe, allenatore del Bournemouth.

  • 50° Brendan Rodgers (Celtic)
  • 49° Simone Inzaghi (Lazio)
  • 48° Ricardo Gareca (Perù)
  • 47° Sean Dyche (Burnley)
  • 46° Juan Carlos Osorio (Paraguay)
  • 45° Ariel Holan (Independiente)
  • 44° Abel Ferreira (Braga)
  • 43° Rudi Garcia (Marsiglia)
  • 42° Quique Setien (Betis)
  • 41° Eddie Howe (Bournemouth)
Inzaghi, Classifica cinquanta migliori allenatori al mondoGettyImages
Simone Inzaghi, 49° posto

Posizioni 40-31

Spinto in alto da un Mondiale positivo, il ct inglese Gareth Southgate occupa il quarantesimo posto. L'ex difensore dell'Aston Villa si piazza dietro Spalletti e Pioli, con l'allenatore viola che vince il derby col collega interista. Scorrendo la graduatoria troviamo Abdullah Avci dell'Istanbul Basaksehir, Adi Hutter – che ha sostituito Kovac sulla panchina dell'Eintracht dopo aver vinto il campionato con lo Young Boys – e l'altro italiano Marco Giampaolo.

Benitez si classifica trentaquattresimo, dietro a un'altra vecchia conoscenza della Serie A come Sergio Conceiçao, oggi al Porto. Successivamente, il tecnico del River Plate Marcelo Gallardo e il successore di Arsène Wenger all'Arsenal, il basco Unai Emery.

  • 40° Gareth Southgate (Inghilterra)
  • 39° Luciano Spalletti (Inter)
  • 38° Stefano Pioli (Fiorentina)
  • 37° Abdullah Avci (Istanbul Basaksehir)
  • 36° Adi Hutter (Eintracht Francoforte)
  • 35° Marco Giampaolo (Sampdoria)
  • 34° Rafael Benitez (Newcastle)
  • 33° Sergio Conceiçao (Porto)
  • 32° Marcelo Gallardo (River Plate)
  • 31° Unai Emery (Arsenal)
Spalletti, Classifica cinquanta migliori allenatori al mondoGettyImages
Luciano Spalletti, 39° posto

Posizioni 30-21

Bruno Genesio del Lione apre la Top 30. Niko Kovac è soltanto ventinovesimo, anche per colpa dell'inizio un po' altalenante del suo Bayern Monaco. Renato Gaucho, José Bordalas e Domenico Tedesco compongono il podio della seconda metà della graduatoria, con l'allenatore – di chiare origini italiane – dello Schalke, che si piazza ventiseiesimo.

A metà classifica il primo grandissimo nome: José Mourinho, preceduto da Pablo Machin del Siviglia e soprattutto dal nostro Gian Piero Gasperini. Alla posizione numero 22 Paulo Fonseca dello Shakhtar Donetsk, più avanti Zlatko Dalic, vincitore della medaglia d'argento al Mondiale 2018 con la sua Croazia.

  • 30° Bruno Genesio (Lione)
  • 29° Niko Kovac (Bayern)
  • 28° Renato Gaucho (Gremio)
  • 27° José Bordalas (Getafe)
  • 26° Domenico Tedesco (Schalke)
  • 25° José Mourinho (Manchester United)
  • 24° Pablo Machin (Siviglia)
  • 23° Gian Piero Gasperini (Atalanta)
  • 22° Paulo Fonseca (Shakhtar Donetsk)
  • 21° Zlatko Dalic (Croazia)
Mourinho, Classifica cinquanta migliori allenatori al mondoGettyImages
José Mourinho, 25° posto

Posizioni 20-11

I quattro mesi al Paris Saint-Germain valgono a Thomas Tuchel il ventesimo posto. Nonostante l'esonero rimediato al Fenerbahçe, Phillip Cocu è diciannovesimo, dietro all'altro “disoccupato” Antonio Conte che, come abbiamo già detto, primeggiava nella classifica dei cinquanta migliori allenatori al mondo del 2017. L'elenco prosegue con due ct: lo svedese Janne Anderson e lo spagnolo Luis Enrique, erede di Lopetegui sulla panchina della Roja.

In quindicesima posizione c'è Marcelino, davanti a lui Lucien Favre ed Eusebio Di Francesco, tredicesimo soprattutto grazie allo straordinario cammino in Champions League della sua Roma. Chiudono a un passo dai primi dieci posti l'ex Monaco Jardim e il commissario tecnico della nazionale brasiliana Tite.

  • 20° Thomas Tuchel (PSG)
  • 19° Phillip Cocu
  • 18° Antonio Conte
  • 17° Janne Andersson (Svezia)
  • 16° Luis Enrique (Spagna)
  • 15° Marcelino (Valencia)
  • 14° Lucien Favre (Borussia Dortmund)
  • 13° Eusebio Di Francesco (Roma)
  • 12° Leonardo Jardim
  • 11° Tite (Brasile)
Di Francesco, Classifica cinquanta migliori allenatori al mondoGettyImages
Eusebio Di Francesco, 13° posto

Top 10

La top ten inizia con Ernesto Valverde, campione in carica della Liga con il suo Barcellona ma eliminato incredibilmente in Champions ai quarti. Al nono posto Julian Nagelsmann, il 31enne artefice del miracolo Hoffenheim. Ottavo Maurizio Sarri, settimo il suo collega in Inghilterra Mauricio Pochettino.

Non è bastato vincere il Mondiale a Didier Deschamps, sesto in classifica e posizionato dietro al finalista dell'ultima Champions Jurgen Klopp. Fuori dal podio anche Max Allegri, estromesso dai già citati Simeone e Zidane. L'allenatore dell'Atletico Madrid è terzo dopo aver vinto l'Europa League ed essere arrivato alle spalle del Barça nel campionato spagnolo; l'ex tecnico del Real arriva invece secondo grazie al trionfo di Kiev.

Zero trofei internazionali per Pep Guardiola, che tuttavia può vantare una Premier League vinta con 100 punti conquistati (32 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfittte) e 106 gol fatti, una coppa di lega e una supercoppa inglese. Grazie a questi risultati, il tecnico catalano si piazza davanti anche al vincitore dell'ultima Champions League: una decisione che farà certamente discutere.

  • 10° Ernesto Valverde (Barcellona)
  • 9° Julian Nagelsmann (Hoffenheim)
  • 8° Maurizio Sarri (Chelsea)
  • 7° Mauricio Pochettino (Tottenham)
  • 6° Didier Deschamps (Francia)
  • 5° Jurgen Klopp (Liverpool)
  • 4° Massimiliano Allegri (Juventus)
  • 3° Diego Simeone (Atletico Madrid)
  • 2° Zinedine Zidane
  • 1° Pep Guardiola (Manchester City)
Guardiola, Classifica cinquanta migliori allenatori al mondoGettyImages
Pep Guardiola, vincitore della Top 50

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.