Champions League, la UEFA contro il Tottenham: ispezioni a Wembley

Il prato dell'impianto è in pessime condizioni a causa degli incontri della NFL: lunedì prossimo la UEFA effettuerà due ispezioni in 24 ore per verificare la praticabilità del campo.

742 condivisioni 0 commenti

di

Share

Altro stadio, altri problemi per il Tottenham. Il prato di Wembley è stato devastato dagli incontri della NFL: tre partite nelle ultime tre settimane. La conseguenza? Terreno in pessime condizioni. Il colpo di grazia è arrivato domenica scorsa, con la sfida tra i Philadelphia Eagles e gli Jacksonville Jaguars. A meno di 24 ore di distanza gli Spurs sono scesi in campo (o quello che ne rimaneva) per affrontare il Manchester City. Nonostante il lavoro degli addetti al manto erboso, si è arrivati al limite dell'impraticabilità.

La profanazione del Tempio del calcio. Centinaia di messaggi sui social contro le condizioni indecenti del prato di Wembley. Una situazione che il Tottenham dovrà risolvere il prima possibile dato che il nuovo stadio non è ancora pronto e la partita di Champions League contro il PSV Eindhoven si avvicina. Dopo le due trasferte con West Ham (Coppa di Lega) e Wolverhampton (Premier League), la squadra di Pochettino ospiterà gli olandesi per la quarta giornata del Gruppo B.

In vista di tale impegno, il prossimo lunedì la UEFA effettuerà delle ispezioni extra. I funzionari stanno facendo pressioni sia sulla dirigenza del Tottenham che sulla Federazione inglese affinché garantiscano che la superficie di gioco torni alla normalità. L'organo di governo del calcio europeo controllerà il campo due volte in 24 ore per assicurarsi che i danni causati dagli incontri di football americano siano stati risolti. Le righe cancellate e rifatte, il prato rizollato e reso praticabile per una partita di Champions League.

Champions League, Wembley devastato: la UEFA pressa il Tottenham

L'ispezione UEFA in programma il lunedì prossimo darà priorità alla praticabilità e non all'estetica. Nel frattempo, un portavoce dell'associazione calcistica ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito:

Stiamo monitorando da vicino la situazione allo stadio di Wembley e collaborando con il club, la Football Association e i gestori dello stadio, in modo tale da garantire le perfette condizioni di gioco per la prossima partita di Champions League.

Nell'ultimo mese l'imianto londinese è stato messo a dura prova. Non solo le partite del Tottenham e gli incontri di football americano, a Wembley si è svolto anche il match per il titolo di boxe (pesi massimi) tra Anthony Joshua e Alexander Povetkin.

Daniel Levy, TottenhamGetty Images
Il presidente del Tottenham, Daniel Levy (56 anni)

Non essendo riuscito a terminare il proprio stadio nei tempi previsti (l'inaugurazione dove essere il 15 settembre), il Tottenham aveva spostato la data al 15 dicembre per la sfida contro il Burnley. Tuttavia è stato lo stesso presidente del club, Daniel Levy, a smentire tali voci, confermando che l'impianto non sarà pronto per quella giornata. I vari ritardi hanno portato a suggerire che la volta buona potrebbe arrivare il 13 gennaio, in occasione del match casalingo contro il Manchester United. Anche se le stime più realistiche parlano dell'inizio del mese successivo, quando il Tottenham affronterà il Newcastle (2 febbraio) e il Leicester (9 febbraio) nel giro di una settimana. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.