Caso Romano Fenati: pena ridotta a cinque mesi e dieci giorni

Caso Romano Fenati chiuso: patteggia 5 mesi e 10 giorni davanti al Tribunale Federale. Il pilota di Ascoli potrà tornare in pista il 21 febbraio 2019.

Romano Fenati in Moto2 Getty Images

142 condivisioni 0 commenti

di

Share

Romano Fenati patteggia cinque mesi e dieci giorni al termine dell’udienza del Tribunale Federale. Prima dell’avvio del dibattimento, il pilota Moto2 e i suoi difensori hanno chiesto un patteggiamento rappresentando le scuse di Fenati per l’accaduto e riconoscendo la piena ammissione dei fatti. La sanzione è stata ridotta di un terzo e pertanto, dopo il consenso del Procuratore Federale, il termine della sospensione della licenza è fissato al 21 febbraio 2019.

Dopo i fatti ormai noti avvenuti nel GP di San Marino, quando Romano Fenati ha tirato la leva del freno di Stefano Manzi mentre correva sul rettilineo a 200 km/h, stamane il pilota ascolano si è presentato davanti al procuratore della Federmoto, Antonio De Girolamo, e ha patteggiato, ammettendo le sue colpe e presentando le sue scuse. Il caso Fenati si conclude con una sospensione della Licenza della Federazione Motociclistica Italiana di 5 mesi e 10 giorni. Si è arrivati a un accordo stragiudiziale fra il Tribunale Federale e i tre avvocati del pilota, che si sono visti accogliere la richiesta di riduzione della pena di un terzo rispetto alla sanzione base di 8 mesi.

Il pilota, presente in aula, ha accolto con serenità il verdetto, ha detto che nelle ultime settimane sta lavorando in ferramenta ed ha evitato di guardare gli ultimi Gran Premi in tv. "Anzi non so nemmeno come siano andate quelle dell'Australia... Adesso penserò con calma a una soluzione per l'anno prossimo". Adesso il più grande problema è trovare un team disposto a dargli fiducia, dopo essere stato licenziato dal team Marinelli Snipers e dal Forward MV Agusta. Nella peggiore ipotesi un posto vacante in Moto2 uscirà anche a stagione in corso, non resta che attendere ed essere fiduciosi.

Romano Fenati tira la leva del frenoSky Sport
Il gesto folle di Romano Fenati

Romano Fenati può tornare in pista il 21 febbraio 2019

Romano Fenati inizialmente era stato squalificato per 2 GP dagli Stewards della FIM, che ha poi deciso di prolungare la squalifica fino al 31 dicembre 2018. La Federazione nazionale gli aveva ritirato la licenza per un periodo di otto mesi, ma l'udienza di oggi ha stabilito che dovrà restare lontano da eventuali competizioni tricolore fino al 21 febbraio 2019. Ma per disputare i GP del Mondiale non è obbligatoria la licenza nazionale, come recita l'art. 1.10.1 del Regolamento Sportivo.

La decisione del Tribunale federale su Romano Fenati recita così:

Il Tribunale Federale, preso atto della proposta formulata dal FENATI e dai suoi difensori e raccolto il consenso del Procuratore federale prima dell’udienza, dichiara l’efficacia di tale accordo e, per l’effetto, letti gli artt. 1.2, 29, 45.2 e 86.1 e 2 del Regolamento di Giustizia, applica a: FENATI Romano, nato il 15.01.1996 ad Ascoli Piceno, e residente omissis alla via omissis, tesserato e licenziato 2018 con il M.C. ACCADEMIA MOTOCICLISTICA ITALIANA con tessera n. 18069174 e licenza velocità élite n° G05849; la sanzione inibitoria del ritiro della licenza per mesi 5 e giorni 10 a far data dalla sospensione cautelare dell’11.09.2018 con fine pena il 21 febbraio 2019. Riserva il deposito della motivazione in giorni 10.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.