Leicester, il dolore di Ranieri: "Il presidente era un brav'uomo"

L'allenatore italiano, che con le Foxes ha vinto una storica Premier League, commenta la tragica scomparsa di Srivaddhanaprabha: "Aveva sempre il sorriso sulle labbra".

395 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il mondo del calcio inglese è ancora scosso dalla terribile tragedia accaduta nella sera di sabato quando Vichai Srivaddhanaprabha, presidente e proprietario del Leicester, ha perso la vita in un terribile incidente mentre era a bordo del suo elicottero personale insieme a due membri del suo staff, il pilota e la sua compagna.

Oggi è stato il giorno del saluto da parte dei cari e dei parenti del patron delle Foxes: sul luogo dello schianto la moglie e il figlio hanno deposto una corona di fiori mentre i tifosi hanno ricoperto il luogo di sciarpe e bandiere del club inglese. Presenti anche alcuni dei giocatori con Schmeichel e Vardy apparsi visibilmente scossi.

Se si pensa al Leicester sotto la gestione di Srivaddhanaprabha, il ricordo va per forza alla squadra allenata da Claudio Ranieri capace di vincere clamorosamente la Premier League nella stagione 2015/2016. E proprio il tecnico italiano oggi ha commentato la tragedia.

Leicester, Ranieri ricorda il presidenteGetty

Leicester, Ranieri ricorda il presidente Srivaddhanaprabha: "Era un brav'uomo"

Ranieri ha parlato ai microfoni di Sky Sport 24, intervistato da Massimo Marianella. E come è ovvio, si è detto sconvolto dalla notizia della morte del suo ex presidente del quale ha un ricordo particolarmente positivo.

Sono terribilmente scosso, il presidente era un brav'uomo e sempre pieno di energia. Aveva una parola buona per tutti, voglio far sentire la mia vicinanza alla famiglia.

L'ex allenatore di Juventus e Roma ha parlato con la voce rotta di Srivaddhanaprabha, ricordando il suo contributo in quella stagione ormai leggendaria in cui le Foxes hanno vinto il campionato inglese fra la sorpresa di tutti.

La sua presenza fu fondamentale, arrivava sempre mezz'ora prima delle partite per abbracciare giocatori e staff. E il giorno del mio compleanno mi portò una torta cantando "Happy Birthday to you".

Soltanto parole buone nei confronti del presidente del Leicester, amato da giocatori e chiunque abbia lavorato con lui. Oggi però i tifosi delle Foxes piangono il proprietario capace di regalargli un sogno. E Ranieri si unisce al loro dolore.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.