NFL London live: la città è pronta e il tatuaggio di Philly Special

La vigilia dell'ultimo incontro di NFL London fa respirare un clima di festa e di passione con tanti tifosi e le squadre pronte a lottare.

Philly Special tatuata NFL UK Twitter

22 condivisioni 0 commenti

di

Share

Siamo a Londra da ieri mattina e nonostante la possibilità di assistere all’allenamento degli Eagles (purtroppo solo quello per sovrapposizione di orari), l’ultima partita di NFL London 2018 sembra essere davvero nata solo nella giornata di sabato. Venerdì erano ancora presenti i cartelloni di Chargers-Titans che ha regalato tante emozioni agli spettatori, ma questa mattina tutto era aggiornato, con i volti di Carson Wentz, Blake Bortles e tutti gli altri a campeggiare nel vialone che dalla metropolitana di Wembley park porta diritto agli archi dello stadio.

Camminando per le strade s'incrociano già dalle prime ore della mattina tantissimi tifosi NFL giunti nella capitale londinese per la partita che sfoggiano le maglie più disparate, sino alle più improbabili come quella di Josh Scobee oppure Whitney Mercilus. L’impressione palpabile è che la NFL-mania sia nata proprio da questa mattina e sebbene i Jaguars siano alla sesta presenza londinese (tutte da squadra di casa), quasi tutte le felpe e cappellini recitano Philadelphia Eagles, un po’ per l’effetto novità, ma altrettanto sicuramente per i classici bandwagoners frutto del Super Bowl appena conquistato.

Nella giornata off in cui i team possono mettere a punto le ultime tattiche per la partita e giocare sul campo l’unico vero allenamento al massimo dell’intensità, l’NFL ha proposto per i media e anche per un numero ristretto di tifosi una simpatica trasmissione dal nome The Drum che introducesse alla partita attraverso alcuni rappresentanti delle due squadre e qualche piccolo scatch nelle vicinanze dello stadio.

I caschi di Jaguars e EaglesSimone Mazzola

NFL The Drum: il tatuaggio e le parole dei protagonisti

Nello spettacolo di due ore si sono assecondate le presentazioni rispettivamente di Jaguars e Eagles con le parole sentite dell commissione Roger Goodell:

Sento con certezza che questo mercato potrebbe avere una squadra NFL in futuro. Non ci sono dubbi che avere una franchigia qui sarebbe un successo per tutti.

A questo fa eco il coach dei Jagaurs Doug Marrone che dice di sentirsi perfettamente a casa ormai qui a Londra e di sentire ogni volta il piacere e il calore del pubblico. 

Il vero momento divertente arriva successivamente, quando a entrare sono gli ex Brent Celek e Jon Dorenbos per rappresentare i Philadelphia Eagles e sebbene Dorenbos ironizzi sul ruolo del long snapper che a livello di notorietà è sotto i massaggiatori, il vero hot topic della giornata è un tifoso Eagles che non solo nell’intervallo fa una foto con Brent Celek e si fa autografare la sua maglia, ma bensì gli mostra quello che poi porterà all’attenzione di tutti i presenti. Chiamato sul palco, oltre alla passione per l’ex Tight End, mostra il suo tatuaggio sul braccio che ritrae lo schema di Philly Special. Lo ha definito come il miglior momento della sua vita in un mix tra fanatismo e passione, che fa sorridere alcuni e perplime altri.

Le due ore volano via tra le parole dei protagonisti e anche qualche scatch come le cheerleader o i percussionisti. Dall’uscita di scena di Pederson e dei suoi si comincia a pensare solo ed esclusivamente al match.

Jaguars per partire forte, Eagles per la pazienza

La tattica della partita sembra diametralmente opposta per le due squadre che vivono questo London game con un potenziale turning point della stagione. Blake Bortles è convinto che iniziare forte sarà assolutamente cruciale per i suoi:

Dobbiamo per forza essere aggressivi e portarci in vantaggio sin dal kickoff, perché se non fossimo in grado di farlo, per noi significherebbe quasi sicuramente sconfitta.

D'idea opposta per i suoi è Carson Wentz che predica calma e pazienza soprattutto offensiva al cospetto di un reparto dietro molto potente:

Dovremo essere bravi a gestire le situazioni, a passare indenni una tempesta se servirà e giocare con intelligenza per poter colpire e fare lo scatto finale quando sarà il nostro momento. La nostra division è ancora molto aperta, ma nella nostra situazione di record non possiamo sbagliare perché vorrebbe dire compromettere molto del nostro futuro.

Le due squadre vivono questi giorni in completa simbiosi e questo può cementare il gruppo per il futuro, ma di certo se pensiamo che questa partita, otto mesi fa, sarebbe stata il Super Bowl di Minneapolis (mancato dai Jags solo per un soffio), risulta difficile pensare possa essere lo spartiacque della stagione. Nonostante tutto ne ha tutte le sembianze e sarà partita vera, con il coltello tra i denti da subito, per la gioia nostra e dei tifosi londinesi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.