Inno Fiorentina, "Canzone Viola": testo e curiosità

Nata tra i tavolini di un bar per opera di uno dei primi gruppi di tifosi organizzati nella storia del nostro calcio, la canzone che accompagna le gare interne dei toscani ha una lunghissima storia alle spalle.

Inno Fiorentina, da sempre Canzone Viola Getty Images

50 condivisioni 0 commenti

di -

Share

Inno Fiorentina "Canzona vola", di Narciso Parigi:

 

Garrisca al vento il labaro viola

sui campi della sfida e del valore

una speranza viva ci consola

abbiamo undici atleti e un solo cuore

 

O Fiorentina,

di ogni squadra ti vogliam regina!

O Fiorentina,

combatti ovunque ardita e con valor!

Nell’ora di sconforto e di vittoria,

ricorda che del calcio è tua la storia!

 

Maglia viola lotta con vigore,

per esser di Firenze vanto e gloria

Sul tuo vessillo scrivi: forza e cuore,

e nostra sarà sempre la vittoria!

 

O Fiorentina,

di ogni squadra ti vogliam regina!

O Fiorentina,

combatti ovunque ardita e con valor!

 

Nell’ora di sconforto e di vittoria,

ricorda che del calcio è tua la storia!

 

Forza Fiorentina!

 

Alè viola!

Inno Fiorentina Canzone Viola di Narciso ParigiGetty Images

Inno Fiorentina: le curiosità del testo

"Canzone Viola" è uno degli inni più conosciuti del nostro calcio, probabilmente quello più antico e sicuramente il più longevo d'Italia, avendo accompagnato le partite della Fiorentina dalla nascita del club ai giorni nostri lungo un percorso che presto toccherà il secolo di vita. Anche se può sembrare sorprendente il fatto che il più antico inno del calcio italiano appartenga a una società nata relativamente tardi, diventa invece indicativo di quanta passione e originalità mettessero i tifosi fiorentini nei confronti della squadra del cuore fin dagli albori.

Furono proprio loro, i tifosi, a ideare "Canzone Viola", precisamente quelli dell'Ordine del Marzocco, ancora una volta dei precursori: nonostante negli anni precedenti gli appassionati di football a Firenze si fossero distinti per le accesissime rivalità che dividevano le squadre che poi avrebbero formato la Fiorentina, quando questa nacque nel 1926 fu ben presto la squadra di tutti, unica e inimitabile grazie alla maglia viola così come unica e inimitabile è Firenze per i suoi orgogliosi cittadini. L'Ordine del Marzocco fu forse il primo vero club di tifosi che la storia del nostro calcio ricordi, e oltre a organizzare trasferte e le prime coreografie diede vita nel 1930 a una sorta di concorso letterario da cui nacque l'inno ancora oggi in uso.

Presto conosciuta e cantata da tutto lo stadio in occasione delle gare interne grazie ancora all'Ordine del Marzocco, che ne fece stampare il testo su centinaia di volantini distribuiti fuori dall'impianto, "Canzone Viola" - conosciuta anche come "O Fiorentina" - venne poi incisa negli anni successivi alla vittoria del primo Scudetto (1955/1956) dal noto cantante e tifoso viola Narciso Parigi, che nonostante una carriera durata oltre settant'anni che gli è valsa riconoscimenti importanti in Italia e all'estero è ancora conosciuto da molti come "quello della canzone sulla Fiorentina". A parte un breve intermezzo negli anni '80 sotto la presidenza dei Pontello, l'inno non è mai stato cambiato, diventando insieme alla maglia viola uno dei simboli caratteristici della squadra toscana.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.