Calciomercato, i nomi (immaginari) per migliorare la Juventus

La squadra di Allegri domina in Serie A e punta (ancora) alla Champions League. E l’undici titolare sembra non avere difetti...

1k condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Problema: avete di fronte a voi un’automobile praticamente perfetta, che ha vinto gli ultimi 7 Gran Premi ed è arrivata per due volte in finale di una Coppa famosa, famosissima, salvo poi perderla in entrambe le occasioni. Al netto degli obiettivi raggiunti e di quelli sfumati, come è possibile migliorare una vettura del genere? O meglio: è possibile migliorarla? 

Partendo dal presupposto che si può sempre migliorare (primo luogo comune), e che sul fronte calciomercato può succedere di tutto (secondo luogo comune), la Juventus al momento sembra pressoché intoccabile. Non perfetta, perché nessuno è perfetto (terzo luogo comune), ma comunque la squadra che più si avvicina alla perfezione, almeno in Italia.

Alla luce di ciò, Marotta e Paratici in estate sono andati semplicemente a prendere il Pallone d’Oro in carica per migliorare la squadra. E questo fa capire il livello di perfezionismo in casa bianconera, con la dirigenza della Juventus che ha progressivamente alzato l’asticella del calciomercato. Ma oggi è possibile alzarla ancora? È possibile migliorare la Juventus?

Calciomercato, è davvero possibile migliorare la Juventus di Allegri?Getty Images

Tra calciomercato e obiettivo Champions League: come migliorare la Juventus?

Ovviamente adesso, per spingersi ancora più in là, la Juventus vuole inserire l’ultimo, gigantesco tassello in questo ciclo iper-vincente: la Champions League. L’acquisto di Cristiano Ronaldo è stato fatto in questo senso, così come lo scambio Bonucci-Caldara. Ciò detto, per capire dove è migliorabile questa Juventus occorre mettersi al fianco di Allegri e analizzare l’undici titolare bianconero (in salsa 4-3-3) reparto per reparto. 

Porta - Szczesny

E già si fa dura: Szczesny è un portiere affidabile, che ha raccolto con umiltà l’eredità di Buffon. Il polacco magari non è fra i primissimi al mondo, ma comunque è decisamente a suo agio tra i pali. La Juventus difende bene e non subisce troppi tiri, e in quelle poche occasioni in cui l'ex Roma è stato veramente chiamato in causa (vedi rigore parato a Valencia) si è comportato più che bene.

Conviene quindi spendere per un portiere? Per migliorare servirebbe uno sforzo davvero importante sul calciomercato, perché i nomi dei più forti appartengono ai top club. Ma al momento, e giustamente, la porta non sembra una priorità.

Acquisti immaginari: Alisson, Neuer, Courtois, De Gea, Ter Stegen.

Calciomercato, la Juventus di Allegri può migliorare in porta?Getty Images

Difesa - Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro

Altro punto forte, fortissimo di una Juventus forte, fortissima. Se l’anno scorso il ruolo di terzino destro era esposto a critiche, adesso c’è Cancelo, uno dei migliori in circolazione (pagato non a caso 40 milioni). Bonucci e Chiellini sono da Harvard, l’unica pecca può essere l’età che non gioca più a loro favore: come verranno sostituiti in futuro? Alex Sandro è un altro giocatore top, difficile da sostituire.

Ricapitolando: Cancelo non si muove, quindi per il terzino destro ci siamo; Bonucci in marcatura non è impeccabile, ma sa fare cose che fanno i centrocampisti, non i difensori, ed è un valore aggiunto importante. Con Chiellini forma una coppia che, se in forma, risulta insuperabile (vedi Manchester, senti Mourinho). Sulla sinistra per migliorare il nome c’è già, e lo conoscono tutti, e se ne era parlato in estate: Marcelo. Quindi:

Difesa immaginaria: Cancelo, Bonucci, Chiellini, Marcelo.

Acquisti per migliorarla (anche in prospettiva futura): Marcelo, Koulibaly (puntato anche lui in estate, non a caso), Varane, Bailly.

Acquisti immaginari: Piqué, Boateng, Godin (puntato eccetera eccetera), Thiago Silva, Sergio Ramos, Alaba.

Calciomercato, la difesa bianconera può essere migliorata?Getty Images

Centrocampo - Khedira, Pjanic, Matuidi

Su Pjanic c’era l’interesse del Barcellona, e questo forse dovrebbe bastare per capire che sottrargli le chiavi del centrocampo adesso risulta piuttosto difficile. Khedira è un centrocampista esperto, che ha vinto tanto in carriera, ma non tra i 5 migliori al mondo: (forse) migliorabile. Matuidi ultimamente è diventato un insostituibile e quel ruolo sembra poter essere migliorato (quasi) solo in prospettiva.

Quindi non si tocca Pjanic, mentre Khedira può essere sostituito o con un colpo in prospettiva, o "molto semplicemente" con un Modric; per quanto riguarda Matuidi, il suo posto potrebbe essere preso da un altro Campione del Mondo che dalla sua ha anche una carta d’identità più verde. Perciò:

Centrocampo immaginario: Modric, Pjanic, Kanté.

Acquisti per migliorarlo (realisticamente): Kroos, Modric, Pogba, Kanté.

Altri nomi: Casemiro, Milinkovic-Savic, Dele Alli, Rakitic.

Calciomercato, Pogba tornerà alla Juventus?Getty Images

Attacco - Mandzukic, Ronaldo, Dybala

Il reparto più difficile da decifrare, con Allegri sempre pronto a cambiare le carte in tavola, vista la profondità della rosa bianconera. Davanti Ronaldo è inamovibile (e insostituibile), Bernardeschi ha iniziato bene la stagione ma Dybala è sempre Dybala. Mandzukic, infine, ha delle caratteristiche uniche e se fosse per Allegri non uscirebbe mai dal campo. In circolazione, però, ci sono tanti campioni.

Tolto Messi, la Juventus potrebbe ovviamente migliorare i titolari inserendo Griezmann, o Mbappé, o Salah, o Neymar, o qualche campione che aspira a diventare il prossimo Pallone d’Oro post egemonia Messi-Ronaldo. I colpi, in questo caso, potrebbero essere soprattutto in prospettiva. E allora, per il momento:

Attacco immaginario: Mandzukic, Ronaldo, Salah/Mbappé (togliendo sempre l’impossibile Messi).

Attacco immaginario con Ronaldo ala sinistra: Ronaldo, Icardi, Salah/Mbappé.

Rabbrividiscono i tifosi dell’Inter, ridono quelli che pensano che Icardi sia meno forte di Kane, o di Lewandowski, o di Suarez, o di Cavani. Storcono il naso i fan di Griezmann, Hazard, Insigne (!) e altre ali fortissime. Si girano dall’altra parte i seguaci del Dybalismo, ma gli altri due sembrano un gradino più su dell’argentino.

Versione Ronaldo ala: la verità è che scegliere in questo caso è complicato, ma almeno Icardi conosce la Serie A, segna tantissimo, ha il giusto carisma, è più giovane degli altri (Kane a parte). Quindi al centro c’è lui. Restano fuori altri mille attaccanti fortissimi e preparatissimi, e in questo senso fare un elenco risulterebbe superfluo.

Calciomercato, Allegri scambierebbe uno dei suoi attaccanti?Getty Images

Bonus Panchina

Ecco, forse l’unico vero aspetto migliorabile di una squadra comunque completa. Allegri non a caso fa girare molto i suoi interpreti ma certo, un Juanfran in panchina sarebbe meglio di un (non ce ne voglia) De Sciglio; stesso discorso per un ipotetico ricambio Cuadrado-Chiesa, per dire. In difesa ci sono Benatia, Rugani e Barzagli, vero, ma sicuramente un Godin darebbe ancora più garanzie ed esperienza.

Sì, perché l'esperienza in certe gara fa la differenza, così come fanno la differenza i cambi. Un attaccante più navigato aiuterebbe sicuramente la squadra nelle battute finali del match, così come un giocatore con tante partite e vittorie alle spalle a centrocampo. Un nome a caso: Arturo Vidal. Che darebbe una bella scossa alla partita, allo spogliatoio, all’ambiente.

Calciomercato, Vidal può davvero tornare alla Juventus?Getty Images

Considerazioni finali

Migliorare l’undici titolare bianconero al momento sembra davvero difficile, pensando ad acquisti “fattibili” che non vadano a togliere centrocampisti top a squadre top non disposte a privarsene. La panchina può essere allungata ulteriormente, forse con una prima punta di ruolo esperta, oppure con una di prospettiva (Piatek o è troppo presto per giudicarlo?), forse con dei terzini più affidabili di Spinazzola e De Sciglio. La realtà però è una sola: alla Juventus in questi anni hanno fatto un gran lavoro sul fronte calciomercato. E i risultati in campo si vedono.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.