Champions League 2017/2018, gli incassi delle squadre: sorride la Roma

Pioggia di milioni sulle squadre italiane che hanno partecipato alla scorsa edizione della Champions League: il club giallorosso è quello con più ricavi, poi Juve e Napoli.

124 condivisioni 0 commenti

di

Share

È un piatto sempre più ricco per le squadre italiane. La Champions League fa bene alle casse dei club di tutta Europa, quasi un miliardo e mezzo di euro (1,412) in palio per le partecipanti al torneo. Cifra che ha riguardato il ciclo commerciale nel triennio dal 2015 al 2018. A beneficiarne nella passata edizione è stata principalmente la Roma, capace di una cavalcata memorabile.

La squadra di Di Francesco ha avuto il merito di arrivare fino alla doppia semifinale con il Liverpool. Nonostante l'esaltante vittoria dell'Olimpico, la debacle ad Anfield ha compromesso il sogno di arrivare a Kiev. Eppure quello giallorosso è stato un cammino trionfale, dopo aver superato il proprio girone con Atletico Madrid e Chelsea. E aver eliminato nella fase finale del torneo sia Shakhtar Donetsk (ottavi) che Barcellona (quarti).

Discorso simile per la Juventus, estromessa dal Real Madrid ai quarti di finale di Champions League. I bianconeri non sono riusciti a ribaltare lo 0-3 dell'Allianz Stadium e hanno salutato la competizione agli inizi di aprile. Per quanto riguarda il Napoli, invece, la squadra allenata dall'ex Sarri non ha passato neanche il girone a causa delle quattro sconfitte rimediate, dovendo così accontentarsi di partecipare alla fase finale dell'Europa League (fuori ai sedicesimi contro il Lipsia).

Roma, l'esultanza di ManolasGetty Images
L'esultanza di Manolas dopo il gol contro il Barcellona

Champions League 2017/2018, gli incassi delle squadre

Premi importanti, la UEFA è particolarmente generosa quando si parla di Champions League. Anche solo partecipare alla fase a gironi dell'edizione 2017/2018 ha garantito un'entrata di 12,7 milioni di euro. Questa è la parte fissa, poi c'è quella variabile, che riguarda i premi partita: ogni vittoria vale 1,5 milioni, mentre il pareggio 500mila euro. Ma non finisce qui, Juventus e Roma hanno potuto contare anche su altri bonus vista la qualificazione all'eliminazione diretta: 6 milioni di euro per gli ottavi, 6,5 milioni per i quarti, 7,5 milioni per le semifinali.

Dybala e Khedira, JuventusGetty Images
La Juventus è stata eliminata dal Real Madrid ai quarti di finale

I conti sono presto fatti. I giallorossi sono quelli che hanno incassato di più tra i club del nostro paese: la cifra è di 83,8 milioni di euro. Seguita dalla Juventus ferma a 80 e dal Napoli che si deve accontentare di 40 milioni, a ca cui vanno aggiunti altri 1,2 milioni dall'Europa League. La società che complessivamente ha guadagnato di più è il Real Madrid: i campioni spagnoli si sono portati a casa 88,6 milioni oltre alla coppa. L'altra finalista, il Liverpool, ha terminato con 81,2 milioni.

I ricavi dell'Europa League

Tutti gli introiti netti delle competizioni per club (Champions League, Europa League e Supercoppa Europea) sono stati centralizzati e ridistribuiti alle squadre che hanno partecipato. Nel caso dell'Europa League la distribuzione è stata di 428,1 milioni di euro per le 56 contendenti. La fase a gironi ha consentito ai club di guadagnare 2,6 milioni. Il premio per singola vittoria era di 360mila euro, mentre 120mila per il pareggio. Ogni vincitrice del proprio gruppo ha ricevuto 600mila euro, mentre le seconde classificate hanno ricevuto 300mila euro.

Salisburgo-LazioGetty Images
La Lazio è arrivata fino ai quarti di finale dell'Europa League, prima di essere eliminata dal Salisburgo.

La società italiana che ha incassato di più è stata la Lazio, grazie alla vittoria del proprio raggruppamento e del percorso interrotto ai quarti di finale (eliminata dal Salisburgo). I biancocelesti si sono messi in tasca 17,2 milioni, meglio di Milan (14) e Atalanta (12,2), entrambe fuori agli ottavi. In assoluto il club che ha guadagnato di più è stato l'Arsenal, merito dei 38 milioni, dovuti gran parte al market pool.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.