UFC 229, sospensione a tempo indeterminato per McGregor e Khabib

Arrivato il verdetto della Commissione Atletica dello Stato del Nevada: i due fighter pagano la rissa che si è scatenata al termine di UFC 229. Revocata metà borsa al russo.

653 condivisioni 0 commenti

di

Share

Senza alcun dubbio, è stato l'evento dell'anno: UFC 229 rischia però di restare nella storia non tanto per il netto successo di Khabib Nurmagomedov, quanto per i risvolti che la sfida tra il daghestano e Conor McGregor sta offrendo nelle settimane successive alla notte di Las Vegas. Tutto ha origine dalla rissa scoppiata alla fine del match.

Al termine del main event, infatti, Nurmagomedov aveva deciso di prendersi la scena in maniera non ortodossa. Il russo aveva prima cercato di infierire sull’irlandese, poi aveva inveito contro l'avversario e infine era uscito dalla gabbia per andare a caccia dei componenti del team di McGregor, su tutti Dillon Danis. Oggi quella coda di match fuori dall'ottagono rischia di costare carissima ai due fighter.

La notte brava di UFC 229 era costata a Nurmagomedov e McGregor una sospensione di 10 giorni, ufficializzata lo scorso 15 ottobre. Nelle scorse ore la pena è diventata ben più grave: la Commissione Atletica dello Stato del Nevada ha infatti prorogato a tempo indeterminato la sospensione per i due lottatori. Una sanzione comminata all’unanimità, che - come scrive l'Indipendent - rischia anche di tramutarsi in una squalifica a vita.

UFC 229, Nurmagomedov batte McGregor: sono stati sospesi a tempo indeterminatoGetty Images
UFC 229, Nurmagomedov batte McGregor: ora sono stati sospesi a tempo indeterminato

UFC 229, McGregor e Khabib sospesi a tempo indeterminato: cosa rischiano

L'ipotesi di sospensione a vita paventata negli Stati Uniti resta al momento remota, ma a pagare in maniera pesante è soprattutto Nurmagomedov. Khabib è stato identificato dal consiglio quale "catalizzatore della rissa" e per questo al daghestano è stato trattenuto il 50 per cento del valore della borsa conquistata alla T-Mobile Arena di Las Vegas. Una cifra pari a un milione di dollari. Per l'altro milione, invece, il principale protagonista di UFC 229 dovrà attendere la prossima udienza disciplinare, attesa per dicembre.

View this post on Instagram

Thoughts on my last fight. Round 1. I believe from a sport standpoint, round 1 was his. Top position against the fence. Zero position advancement or damage inflicted. But top position. From a fight standpoint the first round is mine. Actual shots landed and a willingness to engage. Straight left early. Knee to the head on the low shot. Elbows in any and all tie up scenarios. Opponent just holding the legs against the fence for almost the entire round. Round 2 he is running away around the cage before being blessed with a right hand that changed the course of the round, and the fight. It was a nice shot. After the shot I bounced back up to engage instantly, but again he dipped under to disengage. That is the sport and it was a smart move that led to a dominant round, so no issue. Well played. If I stay switched on and give his stand up even a little more respect, that right hand never gets close and we are talking completely different now. I gave his upright fighting no respect in preparation. No specific stand up spars whatsoever. Attacking grapplers/wrestlers only. That won’t happen again. I also gave my attacking grappling no respect. To defense minded. Lessons. Listen to nobody but yourself on your skill set. You are the master of your own universe. I am the master of this. I must take my own advice. Round 3. After the worst round of my fighting career, I come back and win this round. Again walking forward, walking him down, and willing to engage. Round 4. My recovery was not where it could have been here. That is my fault. Although winning the early exchanges in 4, he dips under again and I end up in a bad position with over 3 on the clock. I work to regain position and end up upright, with my back to the fence. A stable position. Here however, I made a critical error of abandoning my over hook at this crucial time, exposing the back, and I end up beaten fair and square. What can I say? It was a great fight and it was my pleasure. I will be back with my confidence high. Fully prepared. If it is not the rematch right away, no problem. I will face the next in line. It’s all me always, anyway. See you soon my fighting fans I love you all ❤

A post shared by Conor McGregor Official (@thenotoriousmma) on

Se Khabib resta in stand by per sapere se potrà godersi i risvolti economici della vittoria di Las Vegas, McGregor attende alla pari dell'avversario la pronuncia del consiglio sui tempi della sospensione. Intanto il lottatore irlandese è tornato sul match perso contro Nurmagomedov. Lo ha fatto attraverso un lungo post su Instagram nel quale analizza le fasi del combattimento e si dice “sconfitto in maniera corretta” dal daghestano. Almeno fino al prossimo dicembre, però, i due dovranno continuare a interrogarsi circa il loro futuro nell'ottagono.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.