Serie A, il presidente del Milan Scaroni: "L'Uefa non ci assolverà"

In occasione dell'approvazione del bilancio 2017-2018 il presidente del club rossonero ha parlato di diversi argomenti, dalla prossima sentenza Uefa alla questione stadio.

121 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il suo primo derby di Serie A non è stato proprio una festa, un battesimo indimenticabile. Anzi il presidente del Milan Paolo Scaroni spera che la squadra di Gattuso riesca a farglielo scordare al più presto.

Uomo di fiducia del fondo Elliott e tifoso rossonero da sempre, l'ex amministartore delegato di Enel ed Eni è stato chiamato alla più alta carica del club poco più di tre mesi fa, in uno dei momenti più difficili per la società di via Turati.

Basti pensare alle cifre del bilancio 2017-18 appena approvato: oltre 135 milioni di perdite, che scendono a 126 nel bilancio consolidato, a fronte dei 32 che figuravano nell'esercizio precedente. La gestione di Mister Li, insomma, assomiglia sempre più a una voragine.

Serie A, Milan: Scaronigetty
Il presidente del Milan Paolo Scaroni

Serie A, Milan, Scaroni: "L'Uefa non ci assolverà"

Se il Milan, inteso come squadra, è finito nella parte sinistra della classifica di Serie A, in questo momento Scaroni ha altre priorità e ne ha parlato rispondendo alle domande degli azionisti del club. Il primo argomento affrontato ha riguardato la sentenza Uefa:

Attualmente i ricavi che ci spetterebbero dall’Europa League sono stati congelati dall'Uefa e non possiamo metterli a bilancio. Intendiamoci, siamo stati graziati, ma entro dicembre attendiamo la sentenza della Camera Giudicante. Posso dire che non saremo assolti, perché è difficile che la stessa corte che ci ha condannati possa cambiare idea.

Fra stadio e sponsor

Obiettivo primario del presidente rossonero è dare precisi segnali di discontinuità rispetto alla gestione precedente. Anche sul mercato cinese che, Scaroni lo ha ribadito, rimane di importanza strategica - "Non vogliamo buttar via il bambino con l'acqua sporca" - e proprio per marcare il distacco da Mister Li, Scaroni ha annunciato lo spostamento della sede da Pechino a Shanghai. C'è poi la questione stadio, un fattore importante per poter far crescere i ricavi di un club di Serie A:

Non lo dico come un impegno, ma mi piacerebbe poter prendere una decisione sullo stadio per la fine di quest'anno. È un tema a cui stiamo dedicando molta attenzione. Disporre di uno stadio moderno ed efficiente è uno strumento fondamentale. Stiamo esaminando tutte le ipotesi.

Rino Gattusogetty

Ma Scaroni, da uomo pragmatico, non ha voluto seminare facili illusioni. Per questo ha ricordato che il Milan fattura oggi quanto fatturava nel 2003 ed è come se 15 anni fossero passati invano. Servirebbero nuovi introiti, ma non è facile:

Gli sponsor? Ci sono poche novità, non registriamo né grandi ingressi né grandi uscite Vogliamo sponsor, merchandising nonché i risultati sportivi, ma se quest’ultimi sono deludenti, anche gli sponsor non arrivano. Il tema dei ricavi è vitale e ci sto dedicando tutta l’attenzione possibile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.