Champions League, Manchester United-Juve: le probabili formazioni

Si arriva alla sfida fra le due squadre migliori del girone dopo percorsi molto diversi: Mourinho sta dando un’identità allo United, mentre Allegri vuole dare una scossa alla squadra.

181 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Torna in Champions League una delle sfide più affascinanti del calcio europeo, la sfida fra Manchester United e Juventus che negli anni ’90 e primi anni 2000 era diventata un piccolo classico pieno di calciatori meravigliosi e con partite giocate alla morte e con colpi di scena ormai storici.

Le due squadre arrivano alla sfida diretta dopo aver seguito percorsi molto diversi. La Juve, dopo un inizio sfavillante, ha frenato per la prima volta in campionato e Allegri si è subito esposto, affermando anche con durezza che la mollezza con cui la Juve ha affrontato il Genoa, l’avrebbero pagata tutta proprio all’Old Trafford.

Il Manchester United di Mourinho viene anche lui da un pareggio, ma totalmente differente. Il 2-2 in casa del Chelsea è il primo vero risultato di prestigio dopo la fine della profonda crisi che aveva colpito la squadra ad inizio anno. La squadra di Sarri ha raggiunto lo United al 96’, ma Mourinho ha saputo tenere in scacco per buona parte del match il Chelsea. Si arriverà alla sfida con atteggiamenti e dubbi differenti, a cui il Teatro dei sogni darà una risposta.

Recuperando un rapporto civile con Martial e Pogba il Manchester di Mourinho ha svoltatoGetty Images
Pogba e Martial sono l'ago della bilancia del Manchester United di Mourinho

Champions League, probabili formazioni Manchetser United-Juventus

Il grande merito di Mourinho nelle ultime settimane, dalla rimonta scaccia-crisi contro il Newcastle in poi, è l’aver finalmente puntato forte su i suoi due attaccanti esterni, Martial e Rashford. Sono loro gli uomini di raccordo del gioco offensivo, grazie alla capacità che hanno di fare sia la punta esterna, brava nel dribbling grazie alla loro velocità di base, sia la mezzapunta, entrando le campo e scambiando con il centravanti Lukaku.

Per sostenere un attacco del genere il tecnico portoghese ha scelto di proteggersi con Matic, ma anche di inserire due mezzali di grande impatto creativo che giocano alzando il ritmo della partita, come Fred e Pogba. In questo modo la sqaudra può essere molto più pericolosa, con tanti uomini differenti.

Infine in difesa Mourinho muove spesso le sue pedine, con Shaw che sempre più sta diventando titolare inamovibile sull’out di sinistro, mentre al centro e per il ruolo di terzino destro c’è maggiore mobilità. Non è ancora un Manchester United al meglio, ma è sulla strada per trovare un’identità completamente aderente alle idee di José Mourinho.

Come abbiamo sempre visto dal’inizio di questa stagione, la Juventus ha equilibri davvero perfetti quando in campo c’è Manduzkic. Il croato riesce e correre anche per Cristiano Ronaldo e allo stesso tempo ad aprirgli spazi, a catalizzare difensori e anche a segnare. Purtroppo per tutto il mondo Juve, Mario Mandzukic non sarà della partita dopo la distrosione alla caviglia subita nell’ultimo allenamento e senza di lui cambia molto.

Allegri potrebbe non scegliere il 4-3-3, il modulo di fiducia in questa prima parte di stagione, per esaltare le doti dei suoi tanti campioni, per un 3-5-2 molto più accorto. Allegri sa che in questo momento sono i due attaccanti esterni del Manchetser United ad essere l’ago della bilancia della manovra inglese, per cui contrastarli sempre con due uomini può essere una giusta scelta.

Se in una difesa a tre, le scelte potrebbero cadere sul classico, Barzagli, Bonucci, Chiellini, filastrocca che ritorna dopo un po’ di tempo, il centrocampo dovrebbe essere folto, con 5 uomini, con Pjanic centrale, Matuidi a sinistra, e magari Federico Bernardeschi a destra, nel ruolo di mezzala per continuare in quel percorso di crescita, secondo il quale per Allegri deve diventare il cuore della manovra offensiva juventina dai 30 metri in avanti.

Cristiano Ronaldo non si discute in attacco così come, almeno in questa partita, dovrà essere Dybala a dimostrare di essere un partner d’eccezione per CR7.

Manchester United (4-3-3): De Gea; Young, Smalling, Lindelof, Shaw; Fred, Matic, Pogba; Rashford, Lukaku, Martial

Juventus (3-5-2): Szczesny; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cancelo, Bernardeschi, Pjanic, Matuidi, Alex Sandro; Dybala, Cristiano Ronaldo

Dove vedere Manchester United-Juve in TV e streaming

Il match di Champions League tra Manchester United e Juventus è in programma domani alle 21.00 e sarà trasmesso in Tv da Sky Sport, sui canali Sky Sport 1 e Sky Sport 251. Il match è disponibile in streaming anche su SkyGo e NowTV per tutti gli abbonati al servizio.

1x2: le quote dei bookmakers

Anche se il Manchester United di Mourinho è in netta crescita rispetto alle prime partite di questa stagione, la favorita per i bookmakers resta quella che tanti stanno dando anche favorita per la vittoria finale della Champions League, la Juventus. Il segno 1 è quotato intorno ai 3,40, l’X che si discosta poco da questa quota, 3,30, mentre il segno 2 è nettamente più basso, intorno a 2,27. Strano che due squadre con quegli attacchi sono immaginate con le polveri bagnate, tanto che l’Under 2,5 è dato solo a 1,70, mentre l’Over 2,5 a 2,03. Resta la pericolosità di Manchester United e Juventus, tanto che il No Goal supera quota 2.Un risultato esatto interessante è l’1-2, dato intorno al 9, così come l’opzione per cui le due squadre segnino nel primo tempo ha un’ottima quota, 4,75.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.