Serie A, Inter-Milan: l'analisi dello scontro tra Biglia e Nainggolan

Al 27' l'argentino e il belga sono rimasti a terra dopo un durissimo scontro di gioco: il centrocampista rossonero è stato ammonito da Guida ma non è lui a commettere il fallo.

1k condivisioni 1 commento

| aggiornato

Share

L'episodio più controverso del derby. Al 27' di Inter-Milan, match valido per la nona giornata di Serie A, Lucas Biglia e Radja Nainggolan rimangono a terra dopo un durissimo scontro di gioco. A velocità naturale sembra sia l'argentino a intervenire in maniera fin troppo irruenta, ma dal replay si vede come avvenga l'esatto opposto. Biglia sta per entrare, poi si ferma e Nainggolan allarga il piede sinistro andando dritto sulla caviglia destra dell'ex Lazio. 

L'arbitro Guida ammonisce il milanista e il VAR, che avrebbe potuto aggiungere un cartellino ma non toglierlo a Biglia (perché è un cartellino assegnato dall'arbitro durante la partita), non interviene. A nulla servono le proteste del numero 21 che cerca di spiegare al direttore di gara la dinamica dell'azione mostrandogli "l'eredità" del belga sul suo ginocchio e sulla sua caviglia.

Il cartellino giallo, tendente all'arancione, sarebbe dovuto andare senza ombra di dubbio al numero 14 nerazzurro. Che però nello scontro è quello che ha la peggio. Al 30' infatti lascia il campo per la distorsione alla caviglia sinistra che si procura nell'azione in questione: potrebbe restare a lungo lontano dai campi. 

Serie A, Biglia parla dello scontro con Nainggolan

Ai microfoni di Sky Sport, Lucas Biglia ha parlato così dell'episodio:

Sono andato a parlare con Nainggolan e con l'arbitro e non ho niente contro di loro. Si tratta di una giocata di campo, ma credo che il VAR potesse fare meglio. L'arbitro giudica quello che vede in campo e nient'altro. Io posso dire che non volevo far male, ho chiuso la traiettoria del passaggio. Ho parlato con l'arbitro per fargli vedere come avevo il ginocchio e la caviglia, è finita qua

Poi gli viene chiesto se Nainggolan doveva essere espulso: 

Non sta a me dirlo, l'arbitro deve decidere secondo quello che vede in campo. Il VAR però può vedere la giocata con più definizione e qualità, magari mi aspettavo qualcosa di più da quello, ma fa niente. Mi ha condizionato giocare 70 minuti da ammonito

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.