Champions League, Cristiano Ronaldo ritrova Mourinho: portoghesi contro

Nonostante lo stesso agente, il tecnico e CR7 hanno avuto diversi scontri al Real Madrid. Martedì si ritroveranno a Old Trafford, dove i Red Devils ospitano la Juventus.

64 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Se fossimo in un film western, anziché nella fase a gironi della Champions League, i due protagonisti si affronterebbero a pistole spianate davanti al saloon: questo paese è troppo piccolo, uno di noi due è di troppo.

Forse è stato proprio questo il problema fra Cristiano Ronaldo e José Mourinho ai tempi del Real Madrid: il loro ego smisurato. Il tecnico era arrivato alla Casa Blanca nel 2010, fresco di Triplete e con una bacheca sfavillante: 6 campionati nazionali vinti nelle ultime 8 stagioni fra Portogallo, Premier League e Serie A, nelle quali si era aggiudicato ben 16 titoli complessivi.

Dall'altra parte, si può dire che il numero 7 non era ancora diventato compiutamente CR7. Al Real Madrid, dove era arrivato nella stagione precedente, non aveva ancora vinto nulla e la decina di titoli del suo palmares, Champions League compresa, erano targati Manchester United: la leggenda, insomma, non era ancora sbocciata.

Champions League: Cristiano Ronaldo con Mourinhogetty
Un momento di gioia fra Cristiano Ronaldo e Mourinho

Champions League, Cristiano Ronaldo contro Mourinho

Era solo questione di tempo, ma per entrare nell'Olimpo Cristiano doveva disfarsi del complesso di Edipo rappresentato da quel connazionale spocchioso dai capelli ingrigiti troppo in fretta, con il quale, oltre alla bandiera, condivideva soltanto l'agente Jorge Mendes. Per questo i due non sono mai andati d'accordo. A risentirne, però, alla fine è stato anche il Real Madrid che nelle tre stagioni con Mourinho ha vinto solo una Liga e due coppe nazionali, mentre in Champions League non è mai andato oltre la semifinale.

Cristiano Ronaldo con Mourinhogetty

Il giocatore non ha mai gradito il gioco imposto dal connazionale: troppo difensivo, poco spumeggiante e quando se lo lasciò sfuggire - fra le due semifinali della Champions League 2011 contro il Barcellona - finì fuori dalle convocazioni in campionato. Naturalmente nemmeno Mou, che aveva il coltello dalla parte del manico, riusciva a tacere e gli rinfacciava di giocare solo per se stesso, anche se la frecciata più celebre gliel'ha indirizzata in tempi più recenti, rifacendosi a quando era viceallenatore al Barcellona:

Io ho allenato Ronaldo, quello vero, non il portoghese.

Cristiano Ronaldo con Mourinhogetty
Cristiano Ronaldo e Mourinho hanno vinto insieme una Liga e due coppe nazionali

Il coltello dalla parte del manico

Ora i due si ritrovano da rivali nel girone di Champions League - Manchester United-Juventus, in programma martedì 23 ottobre alle 21 - in un momento non facile per entrambi, seppure in misura diversa. Nonostante abbia sfiorato la vittoria a Stamford Bridge, infatti, la panchina di Mou è sempre a rischio, mentre Cristiano Ronaldo è alle prese col caso Mayorga e con la pesante offensiva dei tabloid. Ma una cosa è certa: oggi è CR7 ad avere il coltello dalla parte del manico.

Vota anche tu!

Chi vincerà il confronto di Champions League martedì'

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.