Primo gol in Serie A per Arturo Calabresi: da Boris al Bologna

Nella sfida col Torino è arrivata la rete dell'ex romanista: non ha segnato "Francesco Totti Biascica", ma il vero figlio dell'attore Paolo.

Primo gol in Serie A per Arturo Calabresi Getty Images

181 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Tutto vero: il figlio di Biascica ha segnato in Serie A. Dopo aver saltato la scuola per incontrare Francesco Totti ed essersi ritrovato a tu per tu con Sergio Brio, finalmente è arrivato il riscatto per il figlio del capo elettricista più famoso delle Serie Tv. Ha anticipato Berenguer, è andato in percussione centrale e, dopo un triangolo con Orsolini, ha "smarmellato" un destro che non ha lasciato scampo a Sirigu, rendendo orgoglioso il padre (che tra l'altro lo aveva visto esordire contro la sua Roma). 

Tutto vero, o meglio, quasi: in realtà il gol non è stato realizzato da quel figlio di Biascica, ma da Arturo Calabresi. L'autore della rete del 2-2 contro il Torino è lui, diventato ormai un perno della squadra di Inzaghi. Il Bologna era sotto di due gol, poi Santander ha accorciato le distanze. Infine è arrivato il definitivo pareggio, realizzato dal figlio dell'attore diventato famoso (anche) per il ruolo di Biascica nella Serie Tv "Boris", in cui lui è apparso in una puntata e perfino nel film.

Cinque partite da titolare in Serie A, a partire dalla vittoria contro la squadra di Di Francesco per 2-0, la prima per il nuovo Bologna di Pippo Inzaghi. Paolo Calabresi è un noto tifoso giallorosso, e suo figlio è cresciuto nelle giovanili della Roma prima di iniziare un percorso che, dopo le tappe Livorno, Brescia, Spezia e Foggia, lo ha portato a firmare per il Bologna (contratto fino al 2022) lo scorso 21 giugno. Esattamente quattro mesi dopo, ecco il primo gol.

Primo gol in Serie A per Arturo CalabresiGetty Images
Il gol di Arturo Calabresi contro il Torino

Chi è Arturo Calabresi, che oggi ha segnato il suo primo gol in Serie A

Alto 186 cm, forte fisicamente, già nel giro delle varie Nazionali "under" azzurre negli anni passati: dopo un inizio di stagione vissuto da spettatore, Arturo Calabresi ha conquistato un posto fisso al centro della difesa nell'undici di Inzaghi.

Può giocare anche da terzino destro, ha grandi doti atletiche e ha segnato 3 gol tra i professionisti (altri 3 li aveva realizzati nelle giovanili giallorosse). Una carriera fino a questo momento lineare, con la Serie A conquistata a 22 anni: nato il 16 marzo del 1996, adesso il "figlio di Biascica" vuole tenersi stretta questa maglia da titolare.

Sarà contento Paolo Calabresi, che magari sogna già di vederlo con la (prima) maglia della Roma addosso. Peccato però che non possa più giocare con Francesco Totti, l'idolo che ha dato il nome al suo "fratellastro" nella Serie Tv targata Fox. Nel frattempo, comunque, Arturo ha cominciato a far parlare di sé. E sicuramente il merito è anche dei preziosi insegnamenti di suo padre.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.