Premier League, Sarri: "Abbiamo chiesto scusa a Mourinho"

Rissa sfiorata tra lo Special One e un membro dello staff di Sarri, Marco Ianni, dopo il gol di Barkley. L'allenatore del Chelsea ammette: "Siamo noi nel torto".

1k condivisioni 1 commento

di - | aggiornato

Share

Un episodio che ha rischiato di macchiare una partita bellissima. Il lunch match della Premier League che vede protagoniste Chelsea e Manchester United. È la squadra di casa a trovare il gol che sblocca il match dopo appena venti minuti: Rudiger si fa trovare pronto all'appuntamento con il pallone servito da Willian e firma l'1-0. Ma i Red Devils non ci stanno e rispondono nella ripresa.

Pogba e Matic salgono in cattedra, aumentando la qualità del Manchester United in mezzo al campo. Ma è in attacco che la squadra di Mourinho fa la differenza, soprattutto con Martial. È dell'ex Monaco la doppietta che ribalta il risultato, con lo United avanti a Stamford Bridge. Ma Sarri non è disposto a perdere la sua prima partita in Premier League e manda in campo Giroud e Barkley.

Ed proprio del centrocampista inglese la zampata del 2-2 a tempo scaduto. Un gol che fa esplodere la panchina dei Blues, con tutti gli elementi dello staff di Sarri che entrano in campo per festeggiare il pareggio. Tra questi anche Marco Ianni, che esultando in faccia a Mourinho rischia di causare una rissa. Il tecnico portoghese scatta in piedi, alla ricerca del rivale. Serve l'intervento degli stewart per sedare gli animi e permettere alla partita di terminare.

Rissa sfiorata tra Mourinho e lo staff di SarriGetty Images
Rissa sfiorata dopo il gol del pareggio di Barkley

Chelsea - Manchester United, lo staff di Sarri chiede scusa

Il confronto è andato avanti anche al termine della partita. A Mourinho non è andata giù la mancanza di rispetto da parte di Ianni nei suoi confronti. A spiegare l'accaduto c'ha pensato Maurizio Sarri nelle interviste post match:

Non ho visto cosa abbia fatto Ianni, stavo guardando il campo. Alla fine della partita ci siamo chiariti con José e ho capito che eravamo noi a essere in torto. Per questo sono andato da Marco e l'ho portato da Mourinho. È stato tutto un equivoco su un gesto precedente e ci siamo scusati.

Maurizio Sarri, ChelseaGetty Images
L'allenatore del Chelsea, Maurizio Sarri (59 anni)

Sarri non ha voluto rivelare il contenuto della discussione con Marco Ianni:

Se parlassi con voi di quello che ci siamo detti con un membro del mio staff perderei di credibilità nei suoi confronti, indipendentemente dal fatto che io sia stato severo o meno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.