Chelsea-Manchester United, Mourinho: "Ianni è stato maleducato"

Al termine del match, l'allenatore dei Red Devils ha spiegato il motivo della sua reazione e quello che si sono detti con Ianni: "Ho accettato le sue scuse".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La rabbia di Mourinho al termine della sfida tra Chelsea e Manchester United. Il passato e il presente dello Special One. Una giornata particolare per José, che torna a Stamford Bridge per la quarta volta da quando siede sulla panchina dei Red Devils. Nei tre precedenti sono arrivate solo sconfitte (2 in Premier League e 1 in FA Cup).

Quella di oggi poteva essere la volta buona. La doppietta di Martial nella ripresa, che ha ribaltato il vantaggio iniziale di Rudiger, sembrava aver spianato la strada dello United verso il successo. Ma è proprio nei minuti di recupero che il neo entrato Ross Barkley infrange il sogno rosso avventandosi su un pallone vacante che vale il pareggio finale.

Al triplice fischio chi festeggia è il Chelsea. Capace di mantenere la sua imbattibilità in questa stagione (6 vittorie e 3 pareggi) e 7 punti di vantaggio sui rivali del Manchester United. Eppure a rubare la scena è la rissa sfiorata tra Mourinho e Marco Ianni, collaboratore di Sarri, reo di aver provocato l'allenatore portoghese dopo il gol del 2-2.

Mourinho e IanniGetty Images
Mourinho va a caccia di Ianni dopo il gol di Barkley

Chelsea - Manchester United, rissa sfiorata tra Mourinho e Ianni

Momenti di tensione subito dopo la rete di Barkley. La panchina del Chelsea che salta in piedi per festeggiare il gol del pareggio e, proprio in quel momento, un membro dello staff di Sarri passa davanti a Mourinho per schernirlo. Un'esultanza fuori luogo che ha provocato la reazione dello Special One, scagliatosi verso Ianni e bloccato dagli stewart e dagli altri elementi della panchina. Al termine del match, l'ex allenatore dell'Inter ha spiegato le sue ragioni ai microfoni dei cronisti:

Non è una questione di esultare, ma di maleducazione. Ho chiarito con Ianni all'interno dello studio di Sarri, Maurizio voleva che lui si scusasse personalmente. Gli ho detto che avrei accettato le sue scuse solo se fossero state sincere, visto che anche io ho sbagliato in passato e non ho intenzione di 'ucciderlo' per quanto successo.

José Mourinho, Manchester UnitedGetty Images
L'allenatore del Manchester United, José Mourinho (55 anni)

Non solo lo screzio nel finale, Mourinho ha commentato anche la sfida tra il suo Manchester e il Chelsea di Sarri:

Se mi avessero detto prima della partita che avremmo fatto un punto a Stamford Bridge mi sarei accontentato, qui non è facile vincere. Però visto l'andamento del match, per noi questo 2-2 è un brutto risultato, mentre per il Chelsea è fantastico.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.