Chelsea, il caso Karen Carney: minacce di morte sui social

Dopo la partita di Champions League vinta 1-0 contro la Fiorentina, il capitano delle Blues vittima di aggressioni verbali da parte degli haters. Anche Sarri la difende.

88 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il mondo dei social network presenta tanti pregi: può regalare curiosità, piccoli momenti di svago, libertà d'espressione e così via. Allo stesso tempo, però, questi stessi pregi possono trasformarsi rapidamente in difetti (come nel caso della calciatrice del Chelsea, Karen Carney, di cui vi parleremo tra poco), capaci di tirare fuori il peggio delle persone.

Il parossismo di questa situazione è facilmente riassumibile in una parola, "hater", un termine inglese (che deriva da "hate", cioè odiare) utilizzato per indicare appunto "coloro che odiano".

Questo genere di utenti, spesso nascosti dietro un nickname, approfittano dell'estrema democrazia dei social network per accanirsi su questa o quella persona, infierendo su di essa fino alla sfinimento. Non solo arrivando al limite, ma superandolo abbondantemente. Ecco, dopo questa premessa possiamo entrare nello specifico e parlare di quello che è accaduto dopo la partita di Champions League femminile tra il Chelsea e la Fiorentina, esempio lampante della piaga sociale degli haters.

Karen Carney, 31enne capitano del Chelsea femminileGetty Images
Il capitano del Chelsea femminile, Karen Carney

Chelsea, la follia degli haters contro Karen Carney

In serata, sul profilo social di Karen Carney, capitano delle Blues, sono infatti arrivati insulti di ogni genere, comprese minacce di morte: "Ti sto per violentare e uccidere", si legge addirittura in un commento.

Il motivo? Un gol sbagliato in partita dalla 31enne centrocampista (che tra l'altro è l'autrice della rete che ha permesso al Chelsea di vincere 1-0, ma d'altronde cercare di trovare una logica è un fallimento in partenza), che nel curriculum tra le altre cose conta 133 presenze con la nazionale inglese. La calciatrice, esterrefatta, ha mostrato tutti gli insulti ricevuti attraverso le Instagram Stories:

Quello che è accaduto è aberrante, totalmente inaccettabile e molto sconvolgente. Confido che venga gestito dalle autorità competenti per garantire che ciò non accada di nuovo, né a me, né a nessun altro.

Chelsea, il capitano Karen Carney contro la FiorentinaGetty Images
Karen Carney durante la partita di Champions League tra Chelsea e Fiorentina

La solidarietà del club, della nazionale e Maurizio Sarri

Questo ha fatto sì che anche il club londinese intervenisse in prima persona, segnalando quanto accaduto a Instagram e prendendo nota dei nomi (almeno quelli non nascosti dietro un nick) tenendo in considerazione l'ipotesi di emettere dei Daspo nei loro confronti. E lo stesso ha fatto pure Phil Neville, selezionatore della nazionale femminile dell'Inghilterra: 

Un altro messaggio vergognoso, orribile e spregevole inviato a una delle mie leonesse. Instagram, puoi fare un lavoro migliore per proteggere le mie giocatrici che usano la tua piattaforma. 

Al riguardo si è espresso anche l'allenatore del Chelsea maschile, Maurizio Sarri, che ha osservato la partita in questione dalla tribuna:

Ho assistito alla partita tra Chelsea e Fiorentina. Karen Carney è una buona centrocampista, ha anche realizzato un bel gol. La situazione è inaccettabile, è disgustoso che possano accadere cose del genere.

Purtroppo non è la prima volta che succedono. E il dramma è che non sarà nemmeno l'ultima.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.