Championship, nel mondo di Bielsa: come sta cambiando il calcio a Leeds

Doppie sedute di allenamento, visite negli ospedali pediatrici e pulizia del centro di allenamento in segno di rispetto per i tifosi: tracce di Bielsismo nel West Yorkshire.

115 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Due sole sconfitte nelle prime 14 partite ufficiali della stagione tra Championship e Coppa di Lega, terzo posto in campionato a -2 dalla vetta, risultati più che in linea con gli obiettivi stagionali e la capacità di entrare presto in sintonia con l'ambiente. Se in Premier League a farla da padrone è il Sarrismo, nella seconda serie del calcio inglese regna il Bielsismo. Principale esponente e ispiratore, ovviamente, Marcelo Bielsa.

L'allenatore nato nel 1955 a Rosario è arrivato alla guida del club del West Yorkshire in estate. In carriera ha allenato i Newell's Old Boys e il Velez in patria, Atlas e America in Messico, Atheltic Bilbao, Marsiglia e Lille oltre alle nazionali di Argentina e Cile. Se c'è una qualità che a Bielsa non è mai mancata, è il carattere: quello che gli è servito per lanciare agli inizi della carriera il modulo 3-3-3-1 e, per esempio, per salutare nell'estate 2016 la Lazio due giorni dopo aver firmato con il club biancoceleste. Anche a Leeds i modi del Loco hanno fatto subito presa. Quando Bielsa ha costretto i suoi ragazzi a raccogliere la spazzatura del centro d'allenamento per tre ore per fargli capire la fatica che fanno i tifosi per assistere a una loro partita, tutti hanno risposto “presente”.

La stessa scena si è ripetuta nel corso della sosta legata agli impegni delle nazionali. Adam Forshaw, centrocampista 27enne del Leeds e papà del piccolo Luca nello scorso febbraio, ha deciso di trascorrere i giorni di riposo concessi da Bielsa per andare a trovare i piccoli degenti del reparto di Pediatria dell'ospedale cittadino, promuovendo la partnership del club con il Children’s Heart Surgery Fund. Una scelta, come ha spiegato lo stesso Forshaw, legata anche agli input arrivati dal suo allenatore:

Ci ha fatto capire che dobbiamo essere più consapevoli della situazione privilegiata in cui siamo. Vuole elevare gli standard di tutto il club in ogni ambito. Ci sta dando una cultura legata ai concetti di umiltà e rispetto, e questo sta funzionando.

Leeds United, tifosi entusiasti per l'esperienza di Marcelo Bielsa in panchinaGetty Images
Leeds United, tifosi entusiasti per l'esperienza Bielsa in panchina

Leeds, la rivoluzione silenziosa di Bielsa sta conquistando il calcio inglese

A 25 anni era già osservatore e a 35 sedeva in panchina. Oggi, a 63 anni suonati, Bielsa sta realizzando uno dei suoi sogni mai nascosti: allenare in Inghilterra. E lo sta facendo da guida di una squadra che da 14 anni non vede la Premier League, ma in bacheca possiede tre titoli inglesi, quattro coppe nazionali e due Coppe delle Fiere. Tra le mura di Elland Road, casa dei Whites, è tornata un'atmosfera eccitata ed eccitante, così come i biglietti per le partite interne sono andati sempre sold out con largo anticipo.

Per il Guardian, il Leeds in questo momento esprime "la storia più suggestiva dall’intero panorama sportivo britannico". Di certo c'è che la squadra procede a immagine e somiglianza del suo allenatore. Anche le doppie sedute, dure da digerire in un campionato già composto da 46 partite nella regular season, sono diventate materia gradita. Come ammesso da Forshaw:

Siamo in forma e stiamo segnando spesso nel finale, questo ne è una prova. Bielsa ci ha coinvolto a 360 gradi. Se fare cose per gli altri, come pulire il nostro centro di allenamento, ti fa stare bene, allora darai e otterrai ancor di più in campo.

Una nuova identità calcistica per una squadra in ascesa, immagine della città. Oggi Leeds è il primo centro d'Inghilterra per sviluppo di società private, con 200mila studenti nel distretto metropolitano e quattro università. Risultati e cura dell'immagine: un binomio che l'allenatore argentino trasmette in campo con il suo carisma e che i tifosi del Leeds hanno apprezzato, fino a studiare un coro per lui sulle note di Bohemian Rhapsody dei Queen. La Bielsa Rhapsody, promosssa dalla radio inglese Proper Sport, è un inno a un progetto rivoluzionario. Che punta alla Premier League attraverso un'esperienza totalizzante tra allenatore e calciatori.

Ciao Championship è tempo di andare, Marcelooooo oohhhh.

Il cuore grande del Loco

Un guerriero dal cuore grande, icona di una rinascita tecnica e mediatica. Leeds sta scoprendo Marcelo Bielsa. A Rosario, casa del Loco e dei Newell's Old Boys, conoscevano bene le qualità dell'allenatore e dell'uomo. Non potranno però non essere rimasti a bocca aperta scoprendo il regalo di Bielsa per il 115esimo anniversario della società argentina. Un hotel nuovo di zecca, a poche decine di metri dallo stadio a lui intitolato. Costa due milioni e mezzo di euro e al suo interno ha un auditorium, una sala giochi e un terrazzo, oltre a una sala video per l'analisi di partite e avversari. Data di consegna prevista: il 3 novembre. Marcelo, però, non ci sarà: il giorno dopo il suo Leeds sarà impegnato sul campo del Wigan. Per inseguire un sogno chiamato Premier League.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.