Premier League, Mourinho deferito per l'esultanza contro il Newcastle

Il tecnico del Manchester United è stato punito dalla FA per aver usato espressioni offensive e polemiche dopo la vittoria contro i Magpies.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La partita di Premier League contro il Newcastle poteva essere quella dell'addio al Manchester United per José Mourinho. Ma la clamorosa rimonta dei Red Devils, sotto di 2 gol dopo pochi minuti e poi vittoriosi 3-2 nel finale, ha permesso allo Special One di salvare la sua panchina (almeno per il momento).

Ma questi giorni di sosta per le Nazionali non sono stati esattamente sereni per l'allenatore portoghese: è infatti arrivata la comunicazione da parte della Football Association del deferimento ufficiale nei confronti dell'ex tecnico dell'Inter.

La colpa di Mourinho è quella di essersi lasciato andare ad un'esultanza troppo polemica dopo il fischio finale della sfida vinta coi Magpies. A convincere la federazione ad aprire un'inchiesta sono state le espressioni volgari e offensive rivolte contro la telecamera mentre Mou andava negli spogliatoi.

Premier League, Mourinho deferitoGetty

Premier League, Mourinho deferito per l'esultanza contro il Newcastle

La Football Association non ha lasciato passare il comportamento di Mourinho, che rivolto alla telecamera in portoghese pronunciando la frase "Andate a fa****o, figli di p*****a", quasi a sfogare la tensione per il pericolo scampato dopo i tanti risultati negativi.

Ora la federazione ha annunciato l'apertura dell'inchiesta, spiegando in un comunicato che l'allenatore del Manchester United ha tempo fino a venerdì per dare la sua versione ed evitare la squalifica in Premier League.

José Mourinho è stato deferito dopo la partita con il Newcastle. Le sue parole, riprese dalle telecamere, potrebbero essere state dette con intento offensivo o denigratorio. Il tecnico ha tempo fino al 19 ottobre per rispondere alle accuse.

Ora c'è da attendere la risposta dello Special One, che non ha esattamente dei precedenti incoraggianti in questo campo, per sapere se farà ricorso in modo da scongiurare la squalifica che come minimo non gli permetterebbe di essere in panchina nel big match di Premier League contro il Chelsea di sabato 20 ottobre.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.